Reuters

Powell eterno sconfitto: Bromell è l'uomo-jet di Portland, stanotte Tamberi

Powell eterno sconfitto: Bromell è l'uomo-jet di Portland

Il 19/03/2016 alle 10:29

Powell sverniciato dal baby prodigio Bromell nella finale dei 60 metri dei mondiali indoor di Portland; Brianne Theisen-Eaton regina delle prove multiple per la felicità del marito Ashton. Stanotte (ore 02:22) la finale del salto in alto maschile con il nostro Gianmarco Tamberi

Same Old Story ai Mondiali indoor di atletica leggera in quel di Portland: il grande favorito dei 60 metri Asafa Powell - accreditato del miglior tempo d'ingresso in finale con stratosferico 6''44, quinta migliore prestazione all-time - al solito si è squagliato sul più bello dovendosi accontentare di un argento amarissimo. Ci risiamo, nelle occasioni che contano l'ex primatista mondiale dei 100 metri crolla psicologicamente e viene puntualmente sopravanzato dall'avversario di turno, in questo caso il ventenne Trayvon Bromell. Il fenomenale statunitense di St Petersburg (medaglia di bronzo nei 100 metri di Pechino) ha sverniciato l'illustre rivale imponendosi sul traguardo con il personale di 6''47. Medaglia di bronzo per la rivelazione Ramon Gittens (Barbados), mentre l'eterno Kim Collins delude e si classifica all'ultimo posto.

VIDEO - La finale dei 60, prova regina dello sprint maschile a Portland

Video - 60m final men

00:27

#TeamEaton al potere: Brianne trionfa e corre da Ashton

La copertina della seconda giornata dei Mondiali è tutta per l'abbraccio tra Ashton Eaton e la moglie Brianne, dopo che quest'ultima si era imposta nel pentathlon femminile grazie a una spettacolare frazione degli 800 metri (vinta con il tempo di 2’09”99) a coronamento di una rimonta mozzafiato sulle ucraine Anastasiya Mokhnyuk e Alina Fodorova. "Team Eaton" sugli scudi dunque: Superman dal canto suo è saldamente al comando nel concorso dell'Heptathlon, che oggi vivrà la sua prova conclusiva (ultimo atto la gara dei 1000 metri).

Gli U.S.A sorridono grazia a mamma Nia e alla lunghista Reese

Giornata trionfale per l'atletica a stelle e strisce, e non solo per l'exploit di Bromell sui 60 metri: la neo mamma Nia Ali si conferma regina dei 60 hs precedendo al fotofinish la connazionale Brianna Rollins (bronzo per la britannica Tiffany Porter), mentre Britnney Reese conquista la medaglia d'oro nel salto del lungo con impressionante balzo a 7,22 metri (!) dopo incandescente duello con la serba Ivana Spanovic. Bronzo alla brittanica Lorraine Ugen. Il peso è ancora una volta a tinte "kiwi": oro per il 24enne neozelandese Tom Walsh.

Tambery-Day: da non perdere la diretta Eurosport

Video - W. Ch. Indoor Portland: Lavillenie 6m02 CR

02:00
0
0