Getty Images

Il borsino di domenica 13 agosto: le speranze dell’Italia si chiamano Palmisano e Giorgi

Il borsino di domenica 13 agosto: le speranze dell’Italia si chiamano Palmisano e Giorgi

Il 13/08/2017 alle 08:42Aggiornato Il 13/08/2017 alle 08:45

Dal nostro partner OAsport.it

Eurosport Player : Segui l’evento LIVE

Guarda Eurosport

Decima giornata di gare ai Mondiali 2017 di atletica leggera in corso di svolgimento allo Stadio Olimpico di Londra. L’Italia sarà impegnata nella marcia con 8 azzurri in gara. Di seguito il borsino di domenica 13 agosto e le speranze azzurre.

ANTONELLA PALMISANO (20km di marcia, ore 13.20):

La grande chance di medaglia dell’Italia. Lo era già prima dell’inizio dei Mondiali, per come si sono messi sarà lei a dover salvare la patria da un disastro totale. Una sua eventuale medaglia non servirà comunque a coprire le magagne di un sistema davvero ai minimi storici.

La pugliese ha le gambe per poter salire sul podio ed è nel ristretto novero delle favorite, l’unica azzurra riconosciuta dai grandi specialisti del settore a livello internazionale. La 26enne dovrà però fare un’autentica impresa dopo aver vinto la Coppa Europa ed essere arrivata quarta alle ultime Olimpiadi e quinta ai Mondiali 2015: scardinare la muraglia cinese non sarà un compito facile. Lyu, Wang e Yang hanno corso sul piede di 1h26 in stagione e sembrano avere qualcosa in più ma l’azzurra ha tutte le carte in regola per metterle in difficoltà. La concorrenza prevede anche la russa Afanaseva, la messicana Gonzalez e la portoghese Cabecinha.

Possibilità di medaglia: 55%.

ELEONORA GIORGI (20km di marcia, ore 13.20):

Lei è la primatista italiana (1h26:17) ma in stagione non ha mai gareggiato complice un intervento a cui si è dovuta sottoporre in inverno e che l’ha costretta a un lento recupero per poter essere qui e giocarsela ancora una volta. La brianzola è purtroppo reduce dalle squalifiche di Roma e di Rio, i giudici non sembrano gradire troppo la sua marcia e la penalizzano in maniera pesante. Sulle strade di Londra, dove ha già disputata le Olimpiadi 2012, bisognerà essere più accorte che mai. La bocconiana è in grado di far saltare il banco e indubbiamente è nel ristretto novero delle ragazze che possono puntare a una medaglia, sicuramente molto difficile ma non impossibile se dovesse stare bene fisicamente.

Possibilità di medaglia: 25%.

VALENTINA TRAPLETTI (20km di marcia, ore 13.20):

L’azzurra si è meritata la convocazione in virtù del personale marciato in stagione (1h30:58) e proverà a migliorare proprio quella prestazione. Il suo obiettivo è quello di fare esperienza e cercare di dire la sua ai suoi massimi livelli.

Possibilità di medaglia: 0%.

GIORGIO RUBINO (20km di marcia, ore 15.20):

Ha vinto la medaglia di bronzo ai Mondiali 2009 ma quel titolo gli è stato conferito ufficialmente soltanto la scorsa settimana, “postumo” dopo le squalifiche per doping di altri atleti. L’azzurro ora ha 31 anni e ha faticato a esprimersi sui livelli di quella memorabile giornata di Berlino ma chissà che l’aria di Londra non gli porti bene. In stagione ha marciato in 1h22:05, due minuti e mezzo sopra al suo personale, ma è un ragazzo che in giornata di grazia può dire la sua. Oggettivamente il podio sembra essere inarrivabile (mai dire mai…) ma lottare per la top eight e quindi portare dei punti preziosi a casa sarebbe possibile.

Possibilità di medaglia: 5%.

FRANCESCO FORTUNATO (20km di marcia, ore 15.20):

Al suo primo Mondiale si presenta per fare esperienza e per costruire delle basi per la sua carriera. Quest’anno ha realizzato il suo nuovo personale (1h22:04): provare ad avvicinarlo sarebbe davvero importantissimo.

Possibilità di medaglia: 0%.

MATTEO GIUPPONI (20km di marcia, ore 15.20):

In stagione non lo abbiamo mai visto in gara, si presenta un po’ a fari spenti ma comunque è un ragazzo capace di 1h20:27. Sicuramente sarà in strada per cercare di fare una gara onorevole magari con l’obiettivo di agguantare la fondamentale top 8.

Possibilità di medaglia: 1%.

MARCO DE LUCA (50km di marcia, ore 08.45):

Al suo settimo Mondiale, secondo soltanto a Nicola Vizzoni nella classifica degli azzurri con più presenze. Non è a Londra per fare una passeggiata, timidamente ha detto che cercherà di fare la sua bella figura ma in una gara davvero imprevedibile come questa può succedere di tutto e lui deve farsi trovare pronto. Chissà che una volta l’outsider non sia azzurro…

Possibilità di medaglia: 5%.

MICHELE ANTONELLI (50km di marcia, ore 08.45):

Ha conquistato il terzo posto in Coppa Europa pochi mesi fa. E’ vero che in quell’occasione la concorrenza non era delle più elevate ma il giovane azzurro promette davvero bene. Lottare per le medaglie sembra davvero utopistico ma migliorare il suo personale e avvicinare la top eight non è fantascienza. Farà gara in rimonta…

Possibilità di medaglia: 2%.

Video - Ecco il momento esatto in cui Bolt crolla a terra durante la finale della 4x100

00:29
0
0