Imago

Tamberi: "Giocare a basket? Adesso voglio scaricarmi. Ogni sforzo è in funzione di Tokyo 2020"

Tamberi: "Giocare a basket? Adesso voglio scaricarmi. Ogni sforzo è in funzione di Tokyo 2020"

Il 21/09/2017 alle 11:36Aggiornato Il 21/09/2017 alle 11:45

Dal nostro partner OAsport.it

Il basket è una passione che non si può spegnere pigiando un semplice interruttore. Lo sa bene Gianmarco Tamberi che fino a sabato sarà un giocatore della Mens Sana Basket. E’ con entusiasmo che il saltatore in alto vive questa esperienza come valvola di sfogo prima di impegnarsi nella sua vera attività agonistica, come spiegato all'interno di un'intervista concessa al 'Corriere dello Sport'.

" Adoro giocare a basket. Ho praticato questo sport per diversi anni ed è sempre stato un mio sogno essere tra le fila di un club professionista, toccando con mano questo meraviglioso sport. Grazie alla Mens Sana in questa settimana potrò realizzare il sogno che non ho potuto vivere per la scelta di dedicarmi all’atletica. Ieri quando sono entrato sul parquet, mi tremavano le gambe: ho parlato con l’allenatore Giulio Griccioli e gli ho detto di non guardarmi per i primi 15 tiri. Mi sento come un bambino piccolo a cui hanno dato molte caramelle e sono contento. Mi diverto, sono un atleta per un undici mesi all’anno, nel vero senso della parola, in questo periodo devo togliermi tutti i carichi che mi sono creato in precedenza."

Tamberi dunque ha bisogno di ricaricare le pile trovando nella pallacanestro il suo svago ideale ma non dimenticandosi mai il suo reale obiettivo: “Cercherò di non interferire con la squadra, sono felice di essere un panchinaro, ma gioisco nello stare vicino a dei professionisti che si preparano per un campionato importante come la serie A2. La mia idea è saltare i 2.40 che mi hanno tolto l’Olimpiade l’anno scorso. Tutti i miei sforzi e i miei allenamenti sono rivolti a farmi trovare pronto a Tokyo 2020“.

Video - Gianmarco Tamberi a 2.29 m: miglior salto stagionale, ma non basta

00:34

Giandomenico Tiseo

0
0