LaPresse

Avellino sbanca Istanbul, Besiktas battuto 86-80

Avellino sbanca Istanbul, Besiktas battuto 86-80

Il 11/10/2017 alle 21:51

Dal nostro partner OAsport.it.

La Champions League 2017-2018 meglio non poteva cominciare per la Sidigas Avellino, che nella prima giornata ha sbancato Istanbul battendo il Besiktas per 86-80 al termine di una partita giocata con personalità e carattere. La squadra di Pino Sacripanti ha resistito alla marea turca del primo quarto, prendendo poi in mano la partita e volando verso la vittoria.

Inizio tutto in salita per Avellino, che nella prima frazione fatica a contenere la potenza di Augusto Lima nel pitturato e soprattutto le scorribande di DJ Strawberry (6 punti e 2 assist nel primo quarto). Dopo aver chiuso il primo parziale sotto 31-23, la Sidigas si sveglia, aggrappandosi alle conclusioni di John Rich (miglior marcatore con 21 punti e 9/14 al tiro). Il Besiktas, però, ha armi infinite e grazie ai 16 punti di Jon Diebler (ed il buzzer-beater di Omer Utku) chiude avanti 48-47 al riposo lungo.

Ma Avellino ha trovato oramai le contromisure, adeguandosi al ritmo elevato della partita, e nel terzo quarto si scatena. A Rich si aggiunge Wells e la Sidigas scappa in fuga. Nemmeno i tentativi di Strawberry fermano gli irpini, che all’ultimo miniriposo conducono 74-64. Sembra mettersi in discesa ma il meglio deve ancora venire. Avellino si pianta in attacco e lascia spazio alla rimonta turca, con Weems che inchioda la schiacciata del pareggio (74-74). L’inerzia pare dalla parte del Besiktas ma nel finale ecco che appare Ariel Filloy: prima forza una palla persa di Sanli, poi, dopo i liberi di Fittipaldo, trova un rimbalzo preziosissimo in difesa, chiudendo il discorso con la tripla che a pochi secondi dalla fine fissa l’86-80 finale, per un esordio europeo davvero col botto.

Besiktas Sompo Japan 80-86 Sidigas Avellino (31-23; 48-47; 64-74)

  • Besiktas: Boatright n.e., Al 3, Guler, Geyik 3, Veyseloglu 1, Sanli 17, Mutaf, Strawberry 13, Sipahi 4, Lima 2, Diebler 23, Weems 14. Coach: Sarica
  • Avellino: Zerini, Wells 10, Fitipaldo 11, Mavric n.e., Leunen 12, Scrubb, Filloy 17, D’Ercole 3, Rich 21, Fesenko 8, N’Diaye 4, Parlato n.e. Coach: Sacripanti

Video - Luka Doncic, il predestinato: 18 anni e un futuro da superstar mondiale

01:50
0
0