LaPresse

A Milano non basta un gran terzo quarto, il Fenerbahce sbanca il Forum 79-70

A Milano non basta un gran terzo quarto, il Fenerbahce sbanca il Forum 79-70

Il 24/11/2016 alle 23:06

La squadra di Obradovic controlla nel primo tempo ma rischia tantissimo grazie alla buona prova difensiva di Milano nel 3° parziale (benissimo Sanders e McLean). 5a sconfitta per l'Olimpia, che non ha ancora vinto con le big ma stasera ha dimostrato di poter stare a questi livelli.

Milano cade in casa contro un non irresistibile Fenerbahce 70-79 e incappa nella 5a sconfitta stagionale in questa Eurolega. La squadra di Repesa parte male, si riprende e rischia di vincerla nel terzo quarto e poi crolla negli ultimi 10' sotto i colpi di Dixon (14) e Sloukas (18).

La cronaca

EA7 Emporio Armani Milano – Fenerbahce Istanbul (17-21, 19-23, 27-14) EA7: McLean, Gentile, Hickam, Kalnietis, Cerella, Dragic, Macvan, Pascolo, Sanders, Abass, Simon. All. Repesa Fenerbahce: Hersek, Udoh, Mahmutoglu, Antic, Sloukas, Nunnally, Minchev, Ugurlu, Vesely, Kalinic, Dixon, Datome. All. Obradovic Arbitri: Jimenez, Latisevs, Zamojski La prima tripla di Hickman di stasera sarà la 100esima della sua carriera. Ed è a 4 rubate dalle 100 in carriera. A Milano non basta un gran terzo quarto, il Fenerbahce sbanca il Forum La squadra di Obradovic controlla nel primo tempo ma rischia tantissimo grazie alla buona prova difensiva di Milano nel 3° parziale (benissimo Sanders e McLean). 5a sconfitta per l'Olimpia, che non ha ancora vinto con le big ma stasera ha dimostrato di poter stare a certi livelli. Milano cade in casa contro un non irresistibile Fenerbahce 70-79 e incappa nella 5a sconfitta stagionale in questa Eurolega. La squadra di Repesa parte male, si riprende e rischia di vincerla nel terzo quarto e poi crolla negli ultimi 10' sotto i colpi di Dixon (14) e Sloukas (18). La difficoltà del match manda in campo un'Olimpia emozionata” davanti a un Forum gremito: tutti a Milano sentono l'aria della serata di gala. Repesa deve fare a meno di Raduljica per un problema al gomito e lancia in quintetto Pascolo. Dall'altra parte Obradovic non ha Bogdanovic, uno di cui non si fa volutamente a meno. Nel Fener l'azzurro Datome parte in panca ma i suoi compagni Antic e Kalinic (4 punti nei primi 3') danno la prima scossa all'incontro (5-9). L'EA7 fatica a mettersi in moto in attacco e dietro si apre troppo facilmente consentendo alle guardie ospiti di banchettare all'interno dell'area. Il Fener controlla, con Sloukas che conferma di vivere un grande momento di forma (due triple in fila per il 7-17 dopo 7' di gara). Milano si aggrappa al proprio tiro da 3 (Simon e Sanders per il -4) ma dietro fatica a mettere le pezze contro il duo Sloukas-Vesely. La differenza di fisicità e contatti è altra storia rispetto alla serie A: Antic, Vesely e Udoh su entrambi i lati del campo hanno spesso la meglio sugli interni di Milano, che resta nel match grazie alle scorribande di Simon e Sanders, il migliore dei suoi nei primi 20'. L'Olimpia fa meglio col secondo quintetto: Kalnietis in regia entra bene nel match e McLean si fa trovare pronto in area, ma il gap non va mai sotto i 4 punti e nel finale il tecnico che Macvan regala” agli avversari fissa il punteggio sul 36-44.

2016, Rakim Sanders, Kruno Simon, Olimpia Milano, LaPresse

2016, Rakim Sanders, Kruno Simon, Olimpia Milano, LaPresseLaPresse

E' Sanders il migliore dell'Olimpia, anche a inizio terzo parziale. Un suo gioco da tre punti tiene Milano a -5 (42-47). Si alza l'intensità della difesa di Repesa, il Fener sbanda e i suoi cominciano a crederci. Il canestro di McLean e il successivo giro in lunetta dell'americano danno il minimo svantaggio ai padroni di casa dopo l'inizio del match (-1). Il Forum diventa una bolgia. Sloukas in zingarata per il nuovo +3, poi McLean torna protagonista con una stoppata incredibile su Datome e Simon da tre pareggia a 53. E' tutta un'altra partita rispetto al primo tempo, nel quale la sensazione era che gli ospiti potessero controllare a piacimento l'andamento della gara. L'aggressività di Milano aumenta a dismisura e Gentile in penetrazione mette la testa avanti (57-56). Si procede punto a punto, ma ora l'inerzia è tutta dell'EA7. Sono Sanders e McLean i trascinatori di Milano, che con dedizione e una voglia di difendere senza precedenti in questa stagione va a +5 dopo un gioco in post basso del suo numero 1 e un canestro su rimessa offensiva di Pascolo, riesumato dalla panchina dopo essersi congelato” per un quarto e mezzo. Repesa toglie i due americani per averli freschi nel finale: la loro uscita attenua la pressione dell'Olimpia e il solito Sloukas azzera tutto (63-63). Gentile risponde al nuovo vantaggio di Dixon (0-7 di parziale ospite) e quando mancano 6' alla fine è il Fener a rimettere le mani sulla partita (altro canestro di Dixon, 65-67). Rientrano Sanders e McLean, migliora l'aspetto difensivo di Milano ma la squadra di Obradovic va a +4. Sanders per il -2, Dixon ancora a canestro per la personale doppia cifra (14, 8 nell'ultimo quarto) e il 67-71 a 2'30” dal termine. Il gap aumenta con i diversi giri in lunetta degli ospiti, che tornano ad avere 3 possessi di vantaggio (67-75). La tripla di Hickman (100a della sua carriera) dà solo l'illusione di una rimonta finale a 1' dalla fine (70-75), perché Udoh spalle a canestro porta a casa canestro, +7 e mette in ghiaccio la vittoria. Il Fener espugna il Mediolanum Forum 79-70 e ottiene la 6a vittoria in questa Eurolega. Per Milano un'onesta prestazione ma contro le prime manca ancora la vittoria importante.

Il tabellino

EA7 Emporio Armani Milano – Fenerbahce Istanbul 70-79

(17-21, 19-23, 27-14, 7-21)

EA7: McLean 15, Fontecchio n.e, Gentile 5, Hickman 6, Kalnietis 2, Cerella n.e., Dragic 3, Macvan 5, Pascolo 4, Sanders 17, Abass 2, Simon 11. All. Repesa

Fenerbahce: Hersek n.e., Udoh 11, Mahmutoglu n.e., Antic 7, Sloukas 18, Nunnally 2, Minchev n.e., Ugurlu n.e., Vesely 4, Kalinic 13, Dixon 14, Datome 10. All. Obradovic

Arbitri: Jimenez, Latisevs, Zamojski

Video - Eurocup: Ucam Murcia-Bayern Monaco 79-90, gli highlights

02:19
0
0