LaPresse

Questa volta è l'Olimpia Milano a subire la rimonta: da +22 a 90-86 per l'Anadolu Efes

Questa volta è l'Olimpia Milano a subire la rimonta: da +22 a 90-86 per l'Anadolu Efes

Il 09/02/2017 alle 20:30Aggiornato Il 09/02/2017 alle 21:22

Clamoroso epilogo all'Abdi Ipekçi Arena con Milano che prima strapazza i turchi nel primo tempo, prima di subire il rientro dell'Efes che vince di 4. La squadra di Jasmin Repeša si allontana così dalla zona playoff...

" Siamo stati veramente vicini a vincerla, ma abbiamo finito male. Sapevamo di dover giocare una partita intelligente e non perdere palla. Abbiamo fatto tanti progressi, ho visto tante cose positive ma onestanente nel secondo tempo abbiamo commesso errori che non dovevamo commettere difensivamente [Jasmin Repeša a fine gara]"

Sfida decisiva per l’Olimpia che contro l’Efes si giocava le poche chance rimaste di poter accedere ai playoff di Eurolega. L’atteggiamento è stato anche quello giusto, con la partenza sprint di Milano che nel primo tempo non aveva lasciato neanche le briciole ai turchi. Nella ripresa, però, la squadra di Jasmin Repeša dilapida tutto il vantaggio acquisito e dà semaforo verde alla rincorsa dell’Efes che completa la rimonta finale, trovando una vittoria praticamente insperata al 20’.

Cronaca

Fantastico avvio di Milano che mette sotto, sin da subito, l’Efes con un 10-0 senza storie dopo 1’50’’ di gioco, con un Raduljica molto positivo nelle prime battute di gara. Granger prova a spegnere l’incendio ma non c’è la rimonta, anzi, l’Olimpia continua segnare (con tutti gli uomini sul parquet) e a difendere con molta aggressività. Dentro Sanders che allunga di 6 ma nel finale provano a farsi rivedere i turchi che, con un parziale di 7-0, si avvicinano a Milano ma un tripla di McLean riporta l’Olimpia a +12. Nel secondo periodo il copione non cambia e la squadra di Repeša vola subito sul +16 grazie ad una tripla di Dragić. Non c’è risposta da parte dell’Efes e gli ospiti vanno addirittura sul +22 con i punti di Raduljica, Sanders e Kalnietis che continuano a segnare. Repeša, visto il vantaggio, concede spazio anche a Fontecchio ma l’Efes prova però a ridurre lo svantaggio, portandosi a -14 all’intervallo lungo.

In avvio di terzo quarto i turchi partono più motivati anche se Milano resta precisa, soprattutto dall’arco (7/11 dopo le triple di Macvan e Sanders). Ci pensano Honeycutt e Thomas a scuotere la squadra di Perasović che torna in partita a fine terzo periodo, portandosi sul -5 che rimette tutto in discussione. Milano perde lucidità e si sente più vulnerabile, e il 5-0 di parziale ad inizio quarto periodo mette fine alla rimonta dei turchi. Sembra finita, soprattutto dal punto di vista psicologico, ma l’Olimpia riparte e prova con un altro parziale a scappare: sembra la fuga decisiva con il 7-0 guidato da Kalnietis. Milano c’è ma anche l’Efes non scherza e Heurtel riporta, nuovamente, tutti in partità con l’85-85 a 1’42’’ dalla fine. Balbay centra il sorpasso, Sanders si fa stoppare e Granger dalla lunetta mette a segno i punti decisivi per la vittoria. Milano si ferma sul più bello, e la sua rimonta, quella per la classifica, si ferma ad Istanbul.

La giocata della serata

Dalle parti di Alex Kirk non si passa...

Tabellino

Anadolu Efes-Milano 90-86 (15-27; 40-54; 69-74)

Anadolu Efes Istanbul: D.Thomas 8, Honeycutt 16, Balbay 9, D.Brown 9, Osman 7, Geyik ne, Granger 12, Heurtel 17, Mutaf ne, B.Paul 0, B.Dunston 1, Kirk 11. All. Velimir Perasović

EA7 Emporio Milano: McLean 11, Fontecchio 0, Hickman 9, Kalnietis 15, Raduljica 11, Dragić 10, Macvan 6, Pascolo 2, A.Cinciarini 0, R.Sanders 18, Abass ne, K.Simon 4. All. Jasmin Repeša

Assist: 8 K.Simon, 6 Heurtel

Rimbalzi: 6 McLean, 6 Granger

Stoppate: 3 Kirk, 1 Kalnietis

Video - L’MVP della settimana: Royce O’Neal, di Gran Canaria

01:37
0
0