LaPresse

Danilo Gallinari: “Non so quando rientrerò, ma sono carico per il preolimpico e lo è anche Messina”

Gallinari: “Sono carico per il preolimpico, lo è anche Messina”

Ultimo aggiornamentoIl 16/03/2016 alle 19:27

Pubblicatoon 16/03/2016 at 19:26

Ultimo aggiornamentoIl 16/03/2016 alle 19:27

Pubblicatoon 16/03/2016 at 19:26

Articolo di Marco Barzizza

Abbiamo intervistato l'ala dei Denver Nuggets, autrice di una stagione super (sfiorato l'All Star Game), fermata da un infortunio alla caviglia che lo terrà fuori forse fino a fine stagione. Ma lui crede ancora nei playoff e... nell'Italia.

L'Italia si aspetta da lui che sia il trascinatore della nazionale al prossimo torneo preolimpico, i Denver Nuggets vorrebbero rientrasse al più presto per provare a raggiungere gli agognati playoff: Danilo Gallinari sta principalmente pensando alla sua caviglia, a recuperare il prima possibile per poter tornare al più presto abile e arruolabile dalle “sue” squadre. Questi giorni di (pseudo) riposo forzato sono stati l'occasione per contattarlo e trattare con lui tutti i temi attuali e futuri che lo riguardano.

Si dice che potresti rientrare prima di fine stagione dopo l'infortunio alla caviglia. Sai dire qualcosa di più a riguardo?

“Non so se rientrerò prima della fine della stagione. Sto controllando la caviglia giorno per giorno, non so quanto rientrerò”.

Come giudichi questa tua annata individualmente e di squadra?

“Se riusciremo ad arrivare ai playoff sarà un'annata positiva, altrimenti non potrò considerarla tale. Personalmente devo dire che sono abbastanza contento della mia stagione”.

Gallinari January visual

Sei rimasto deluso dal fatto di non aver ottenuto la chiamata per l'All Star Game?

“No, non sono deluso dalla mancata convocazione, so che nel mio ruolo c'è molta competizione quindi va bene così”.

Qual è il giocatore che, incontrandolo sul campo, ti ha colpito di più in questa stagione?

“Penso che i giocatori più forti siano sempre i soliti: Curry, James, Durant, Westbrook, Leonard, quelli insomma di cui si sente parlare. Non ci sono giocatori nuovi che mi hanno particolarmente impressionato”.

Danilo Gallinari, grand artisan de la victoire inattendue de Denver sur les Warriors de Stephen Curry
Danilo Gallinari, grand artisan de la victoire inattendue de Denver sur les Warriors de Stephen Curry - AFP

Qualche settimana fa si è parlato di un interessamento di Clippers e Celtics per te, poi non andati in porto. Ti piacerebbe un giorno, dopo essere stato a New York, andare a giocare a Los Angeles o Boston, due tra le più importanti città e piazze d'America?

“Sono molto contento di stare a Denver e quindi prima di pensare ad altri posti spero di vincere qualcosa qui e giocare in questa città ancora tanti anni”.

Considerando e sperando che l'infortunio alla caviglia sia presto risolto, il prossimo giugno inizia un'altra estate importante per la nazionale italiana: cosa ti aspetti?

“Non vedo l'ora di cominciare con la Nazionale, come tutte le volte in cui ci si ritrova con i compagni in azzurro. Sarà un'estate bellissima, abbiamo la possibilità di fare molto bene”.

Hai già sentito Messina? Ti ha già dato qualche dritta sul ruolo che dovrai ricoprire all'interno del gruppo?

“Con Messina ci siamo parlati molto e siamo entrambi molto carichi anche se non siamo entrati nel dettaglio di cose tecniche o simili. Non vedo l'ora di cominciare a lavorare con lui”.

Ettore Messina Italia 2016
Ettore Messina Italia 2016 - LaPresse

Sapendo del tuo infortunio compagni, staff e ambiente (sempre relativamente alla Nazionale) si sono fatti sentire per accertarsi delle tue condizioni?

“I fisioterapisti e anche tutto lo staff della Nazionale si sono già fatti sentire e sono al corrente della situazione. La vicinanza del gruppo azzurro si sente sempre”.

Quanto può essere importante giocare il preolimpico in casa?

“Penso sia un'occasione unica che dobbiamo sfruttare. Sono molto contento di giocare in Italia, speriamo di far divertire il nostro pubblico, che mi auguro sarà molto presente a Torino”.

Cos'hai pensato quando hai sentito che il Mago era stato tagliato da Brooklyn?

“Sono dispiaciuto per la situazione del Mago perché penso che possa fare ancora molto in questa lega e sono sicuro che in futuro troverà una soluzione migliore”.

0 commento
Reading now: