LaPresse

I risultati della notte: Memphis accorcia contro gli Spurs, LeBron firma il 3-0 in rimonta

I risultati della notte: Memphis accorcia contro gli Spurs, LeBron firma il 3-0 in rimonta

Il 21/04/2017 alle 08:26Aggiornato Il 21/04/2017 alle 08:37

Dal nostro partner OAsport.it

Continuano senza sosta i Playoff Nba 2017, non privi di sorprese e prestazioni di alto livello. Nella notte si sono disputate tre partite che si sono concluse tutte con esito molto diverso.

I Cleveland Cavaliers di LeBron James hanno assaporato la sconfitta in casa degli Indiana Pacers in gara 3 per poi riprendersi e portare a compimento la rimonta più ampia della storia dei playoff Nba grazie ad una prova straordinaria del Re, che solo nella seconda metà del match ha messo a referto 28 punti, 6 rimbalzi e 7 assist, che a fine partita sono diventati una tripla doppia da 41, 13 e 12. I Pacers nei primi due quarti avevano realizzato 74 punti, facendo segnare il nuovo record della franchigia, salvo poi venire rimontati dal -25 fino al 119-114 finale. Giornata non facile per i Cavs, che oltre LeBron non hanno potuto fare affidamento sulla solita mole realizzativa dei big 3 con Kevin Love e Kyrie Irving entrambi fermi a 13 punti nell’intero match. Ad Indiana, invece, non sono bastati i 36 (con 15 rimbalzi e 9 assist) di Paul George. Ora la serie è sul tre a zero e i campioni in carica hanno già un piede al secondo turno dei playoff.

Mai sottovalutare i Memphis Grizzlies, sopratutto quando giocano in casa. Lo hanno dimostrato una volta di più questa notte, superando 105-94 i San Antonio Spurs e riportandosi ad una sola lunghezza di distanza nella serie, con gli speroni ora in vantaggio per 2-1. Dopo una partenza bruciante di San Antonio, salita 5-0, i Grizzlies sono riusciti a chiudere il buco per terminare 21 pari un primo quarto equilibrato. Nell’ultimo minuto del secondo periodo, invece, la formazione del Tennessee è riuscita a prendere un leggero margine, che poi ha incrementato nel terzo quarto sopratutto grazie all’ottimo rientro dagli spogliatoi di Gasol e Randolph, arrivando agli ultimi 12′ di gioco con 18 punti di vantaggio. Il tentativo di rimonta di San Antonio non è stato sufficiente e la partita si è conclusa con il punteggio di 105-104. Le stelle di Memphis hanno offerto una prestazione solida: Mike Conley è stato il miglior realizzatore con 24 punti e 8 assist, seguito da Marc Gasol e Zach Randolph, entrambi con 21 punti a referto. Per gli Spurs, invece, nessuno ha superato quota 20: Kawhi Leonard è stato il più prolifico in fase offensiva con 18 punti segnati.

I Milwaukee Bucks si sono imposti in gara tre sui Toronto Raptors rompendo la parità nella serie grazie ad una partita che non ha avuto storia e terminata 104-77. Sin dal primo tempo i Bucks hanno preso la testa della gara con un parziale di 32-12 nel primo quarto, che si è trasformato in un 57-30 che non ha concesso repliche al termine della prima metà di gara. Gli ultimi due parziali, di fatto, si sono quasi trasformati in una lunga attesa della sirena finale. Khris Middleton è stato è il top scorer del match con 20 punti, mentre Giannis Antetokounmpo ha chiuso con 19 in 32′ di utilizzo, due in meno del compagno di squadra. Kyle Lowry, invece, è stato il migliore per i Raptors con 13 punti in una partita a senso unico in cui Milwaukee ha toccato anche i 34 punti di vantaggio prima di allentare leggermente la tensione in vista dell’ultimo quarto di gioco. Ora Antetokounmpo e compagni, che hanno ribaltato il fattore campo già in gara 1, sono i favoriti per passare il turno e andare a sfidare i Cleveland Cavaliers, salvo rimonte imponderabili dei Pacers, nelle semifinali di Conference.

I risultati della notte:

San Antonio Spurs 94 – 105 Memphis Grizzlies (2-1)
Cleveland Cavaliers 119 – 114 Indiana Pacers (3-0)
Toronto Raptors 77 – 104 Milwaukee Bucks (1-2)

gianluca.santo@oasport.it

0
0