AFP

Playoff al via: i pronostici della Eastern Conference

Playoff al via: i pronostici della Eastern Conference

Il 14/04/2017 alle 10:13

Nella notte tra sabato e domenica comincia la fase calda della stagione NBA, con le migliori 16 squadre alla caccia dell’anello: serie per serie, ecco i nostri pronostici. Siete d’accordo con noi?

(1) Boston Celtics - (8) Chicago Bulls 4-2

I Boston Celtics approdano ai playoff in una posizione che mai avrebbero pensato di occupare a inizio stagione, con Cleveland e Toronto partite decisamente avanti in griglia a Est. La squadra di Brad Stevens ha cambiato marcia rispetto alla scorsa stagione dopo l’innesto di Al Horford e, soprattutto, l’esplosione totale di Isaiah Thomas, visto in certi momenti della stagione anche rivaleggiare per il premio di MVP con i vari Harden e Westbrook: il gruppo è solido in entrambe le metacampo ma si troverà di fronte una Chicago che si è piazzata in una posizione obiettivamente molto più bassa rispetto a quanto pronosticato a inizio stagione. Attenzione, perché per quanto poco brillanti e altalenanti, i Bulls hanno giocatori di orgoglio ed esperienza, capaci di accendersi quando le partite iniziano a contare per davvero. Pronostico per Boston, ma non aspettiamoci una serie così scontata...

Le duel Isaiah Thomas (Boston Celtics) - Russell Westbrook (Oklahoma City Thunder)

Le duel Isaiah Thomas (Boston Celtics) - Russell Westbrook (Oklahoma City Thunder)AFP

(2) Cleveland Cavaliers - (7) Indiana Pacers 4-2

Cleveland si presenta al cancelletto di partenza come la più grande incognita della Conference e, probabilmente, dell’intera Lega: dopo un inizio di stagione che la vedeva come protagonista indiscussa a Est e nuovamente in grado di rivaleggiare con Golden State per il titolo, il vistoso calo (per non dire crollo) sofferto dopo l’All Star Game ha tolto enormi certezze al gruppo. I Cavs hanno chiuso la regular-season con quattro sconfitte consecutive che sono costate il primato a Est, una defaillance che potrebbe costare molto cara in un eventuale incrocio con Boston in finale di Conference. Indiana ha vissuto una stagione al di sotto delle aspettative che l’ha addirittura portata a ripescare Lance Stephenson nel finale, e nonostante Paul George sia uno dei giocatori più adatti per sostenere un duello con LeBron James, è difficile che i Pacers possano realmente impensierire i campioni in carica, dai quali ci si aspetta un repentino cambio di marcia già a partire da sabato notte.

LeBron James #23 of the Cleveland Cavaliers handles the ball during a game against the Chicago Bulls on March 30, 2017

LeBron James #23 of the Cleveland Cavaliers handles the ball during a game against the Chicago Bulls on March 30, 2017AFP

(3) Toronto Raptors - (6) Milwaukee Bucks 4-1

Potrebbe essere la serie più divertente del lotto ma, di contro, anche quella più scontata, con i Raptors fortemente baciati dal favore del pronostico. Toronto ha recuperato Kyle Lowry dopo il lungo stop post-All Star Game, una perdita che non ha permesso ai canadesi di piazzarsi anche in zone più alte della classifica, e l’addizione in corsa di Serge Ibaka darà tanta esperienza utile per la post-season. Milwaukee, estremamente altalenante per tutta la stagione, si affiderà come sempre alla totalità di Giannis Antetokounmpo, ma, con l’infortunio di Jabari Parker, il supporting-cast non è sufficiente per sperare di poter essere realmente competitivo in una serie di playoff.

DeMar DeRozan #10 of the Toronto Raptors handles the ball against the Detroit Pistons on October 26, 2016

DeMar DeRozan #10 of the Toronto Raptors handles the ball against the Detroit Pistons on October 26, 2016AFP

(4) Washington Wizards - (5) Atlanta Hawks 4-1

Washington ha chiuso la stagione registrando il miglior record (49-33) dall’ormai lontanissimo 1978-79, quando perse le Finals contro gli allora Seattle Supersonics. Dopo un inizio di stagione balbettante, gli Wizards hanno trovato la quadratura del cerchio e (finalmente) il modo di far coesistere John Wall e Bradley Beal all’interno di un quintetto base comunque ben bilanciato e produttivo in ogni posizione. Di contro, gli Hawks hanno chiuso la stagione in nota calante, anche a causa di qualche problema di infortunio di troppo: l’idea è quella di una squadra ormai giunta alla fine di un ciclo, specialmente se Millsap dovesse lasciare il gruppo in estate. Il pronostico, per questioni tecnico-tattiche, di morale e di pura e semplice “fame” pende fortemente dalla parte di Washington.

John Wall #2 of the Washington Wizards celebrates against the Indiana Pacers during the game at Bankers Life Fieldhouse on February 16, 2017

John Wall #2 of the Washington Wizards celebrates against the Indiana Pacers during the game at Bankers Life Fieldhouse on February 16, 2017AFP

0
0