From Official Website

Gentile alla Virtus con il numero 0: "È un anno di rinascita per me"

Gentile alla Virtus con il numero 0: "È un anno di rinascita per me"

Il 20/07/2017 alle 14:47Aggiornato Il 20/07/2017 alle 14:57

Conferenza stampa di presentazione di Alessandro Gentile in bianconero: il neo-acquisto della Virtus esordisce con il numero 0 e la speranza di potersi lasciare alle spalle la travagliatissima scorsa stagione.

Dopo Pietro Aradori, è venuto il momento di Alessandro Gentile. L'ex-capitano dell'Olimpia Milano ha parlato ufficialmente per la prima volta da giocatore della Virtus Bologna, presentandosi davanti ai giornalisti e ai tifosi con il numero 0.

" È chiaramente, non lo nascondo a nessuno, un anno di rinascita, che l’anno scorso sia stato travagliato per me è di dominio pubblico, riparto da zero come il numero che ho scelto. Speriamo di trovare subito l’amalgama giusta, dobbiamo tenere saldo il legame tra pubblico e squadra, cosa fondamentale per i giocatori, soprattutto se le cose non vanno bene. Ci possiamo divertire."

Gentile, che ha firmato un accordo per una sola stagione con possibilità però di prolungare - come spiegato a margine dal gm virtussino Julio Trovato - si ritroverà a giocare per la prima volta in carriera con il fratello Stefano. Entrambi hanno un passato con l'Olimpia Milano, ma non si sono mai incrociati in biancorosso in quanto Stefano ha calcato il parquet del Forum soltanto da 18enne, quando Ale aveva 15 anni.

" Ho scelto la Virtus per le ambizioni del progetto: ha puntato molto sugli italiani, la società e la squadra la conoscono tutti, e il fatto di giocare con mio fratello ha influito molto. Di Bologna conosco poco, vivevo a Imola quando giocavo qui nelle giovanili, con mio fratello ero sempre in contatto ma desideravo tantissimo giocare con lui ed è indescrivibile ciò che provo ora che ho la possibilità di farlo a un livello altissimo."
Alessandro Gentile durante la conferenza stampa di presentazione alla Virtus Bologna (foto http://www.virtus.it)

Alessandro Gentile durante la conferenza stampa di presentazione alla Virtus Bologna (foto http://www.virtus.it)From Official Website

Gentile ha concluso commentando in maniera laconica la scorsa stagione, segnata dalla rottura con l'Olimpia Milano, una seconda chance ugualmente naufragata in Grecia con il Panathinaikos e una terza avventura da dimenticare in Israele con l'Hapoel di Simone Pianigiani: in tutto questo, Gentile ha perso fiducia, considerazione e il posto in nazionale.

" Per tornare dove ero arrivato devo lavorare, lavorare, lavorare, farlo in un ambiente che ti desidera e che ti vuole, fa tutta la differenza del mondo, è la medicina per tornare a certi livelli. Non ho molto da dire sull’ultima stagione, la colpa principale è mia e poi ci sono altre variabili che non controllo e che non voglio discutere qui, non è la sede adatta. Ora sono giocatore Virtus ed è l’unica cosa che conta, ho 24 anni, qualche altra stagione da giocare per fortuna ce l’ho."

Video - L'estate di Re Danilo Gallinari: dal 'contrattone' coi Clippers all'Europeo

01:08
0
0