Milano non stecca in casa

Milano non stecca in casa

Milano non stecca in casa
Di Eurosport

Il 07/10/2004 alle 23:32Aggiornato

[07/10/04] - Davanti al nuovo mecenate Giorgio Armani, in una cornice assai glamour, l'Olimpia supera agevolmente l'Avellino 81 a 57.

La settimana della moda continua al Palalido. Il vecchio impianto milanese si riempie per l’esordio tra le mura amiche, dopo la vittoria di Jesi, e la prima fila unisce la tribuna d’onore di San Siro e l’atmosfera delle sfilate. In tribuna, uno accanto all’altro, ci sono Adriano Galliani, Angelo Moratti, Giorgio Corbelli e, naturalmente, Giorgio Armani. Avellino, senza Massie, bloccato dai problemi di visto, non può rovinare la serata glamour dell’Olimpia, che vola subito via, chiude il primo quarto 18-9 e mette subito le cose in chiaro.

L’Air, in partita per lunghi tratti all’esordio contro Siena, si scioglie e per l’Armani Jeans la serata diventa passerella sunza intoppi. C’è spazio per tutti, la difesa della squadra di Lino Lardo è un fattore, in attacco non c’è bisogno dei balzi prodigiosi di Singleton, (6 punti e 11 rimbalzi) limitato da qualche acciacco: la firma sulla partita la mette Diego Fajardo, 22 punti in 24 minuti con 9 su 10 al tiro da due. Importante il contributo di Gigena, Mc Cullough tocca la doppia cifra a quota 13 (l’unico insieme a Fajardo), Blair coinvolge compagni e spettatori, Calabria non è in serata al tiro (2 su 9), ma si rende utile in altro modo: 7 falli subiti e 4 recuperi per l’ex canturino.

Ad Avellino non basta il venetranissimo Larry Middleton, non bastano Prato e Damon Williams. Senza Christopher Massie manca un punto di riferimento importante. L’inizio di stagione, dopo 2 sconfitte in 2 partite, è tutto in salita. Per Milano è la seconda vittoria consecutiva. Armani lascia il Palalido a meno di due minuti dalla fine e il pubblico è tutto per lui. Per adesso il vestito è perfetto. In casa Olimpia si augurano che non ci sia bisogno di rammendi.

Altri risultati: Varese-Tris Reggio Calabria 76-68; Montepaschi Siena-Teramo 90-71; Roseto-Vertical Vision Cantù 80-76; Snaidero Udine-Bipop Reggio Emilia 79-68; Pompea Napoli-Sicc Jesi 103-93; Lauretana Biella-Benetton Treviso 83-91.

0
0