Siena saluta Myers

Siena saluta Myers

Siena saluta Myers
Di Eurosport

Il 21/03/2005 alle 22:35Aggiornato

[21/03/05] - La Montepaschi e l'ex capitano azzurro rompono consensualmente il contratto. Recalcati parla di "ambientamento non riuscito".

Svolta clamorosa nella stagione della Montepaschi Siena. Poco conta la vittoria contro Roseto che permette ai toscani di agganciare il terzo posto insieme a Bologna e Cantù. Da oggi è ufficiale il divorzio tra i senesi e Carlton Myers. Il rinforzo di maggior prestigio della campagna acquisti estiva, l’ex alfiere azzurro ad Atlanta ’96, ha rotto consensualmente con la società il contratto che lo legava alla Mens Sana. Decisione complessa giunta a seguito di lunghi confronti tra la 34enne guardia italo-inglese, il coach Recalcati e il presidente del sodalizio biancoverde.

Il tutto in una settimana cruciale, quella della sfida di Eurolega con l’Ulker Istambul in casa dei turchi. Gettata la Coppa Italia, lontana sei lunghezze la vetta (Benetton Treviso) in campionato, proprio le Final Four sono il traguardo imprescindibile di Siena, partita con ben altre ambizioni anche in campo nazionale. In seguito al succinto comunicato ufficiale della Mens Sana, è proprio Charlie Recalcati a parlare di Myers e di questo imprevisto addio: “Io sono sempre l’ultimo ad arrendermi, cerco di dare l’occasione a tutti di esprimersi nella migliore condizione anche aspettando del tempo.

Nel caso specifico sono passati dei mesi, abbiamo cambiato equilibri ma è stato un processo che ha portato a poco. Sono l’allenatore e purtroppo devo prendere anche decisioni dolorose come questa. Myers è un grande giocatore, una personalità forte, un simbolo della pallacanestro nazionale ma il suo processo di integrazione è andato a rilento. Io devo pensare agli interessi della società per cui opero e questa decisione era a questo punto inevitabile”. Come dire: scelta inderogabile e inevitabile. Si attendono ora solo le dichiarazioni dell’ex capitano della Lottomatica Roma e soprattutto la prossima destinazione.

0
0