Imago

Lutto nel bob: muore la leggenda Steven Holcomb, oro ai Giochi 2010 col 'Night Train'

Lutto nel bob: muore la leggenda Steven Holcomb, oro ai Giochi 2010 col 'Night Train'
Di Eurosport

Il 07/05/2017 alle 12:57Aggiornato Il 30/10/2017 alle 16:17

Trovato morto l'atleta che aveva sconfitto una malattia oculativa degenerativa conquistando una fantastica medaglia d'oro a Vancouver 2010. Al momento le cause del decesso non sono state rese note. Nel 2007 Holcomb, in preda alla depressione, aveva tentato il suicidio.

Il bobbista statunitense Steven Holcomb, oro olimpico nel 2010, è stato trovato morto ieri. Lo ha reso noto il Comitato Olimpico Usa. Holcomb, 37 anni, si trovava nella sua stanza presso il centro di allenamento federale statunitense a Lake Placid, New York. Non sono stati forniti ulteriori dettagli. L'atleta, operato con successo nel 2008 per superare una malattia oculare degenerativa, entrò nella leggenda alle Olimpiadi di Vancouver quando guidò la squadra di bob a quattro, soprannominata 'Night Train', alla medaglia d'oro. Holcomb ha poi vinto il bronzo nel bob a due e a quattro ai Giochi di Sochi 2014.

Nella sua bacheca, 10 medaglie ai Mondiali, di cui cinque d'oro, 6 Coppe del Mondo e 60 podi complessivi in Coppe del Mondo. "Tutta la famiglia olimpica è sconvolta e triste per la perdita incredibilmente tragica di Steven Holcomb", ha commentato l'amministratore delegato del Comitato Olimpico Usa, Scott Blackmun. "I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno alla famiglia di Steve ed all'intera comunità del bob". Nella sua autobiografia, 'Ma ora vedo: il mio viaggio dal cecità all'oro olimpico', Holcomb aveva raccontato la depressione che lo portò ad un tentativo di suicidio nel 2007.

Ultimi video