Getty Images

E' fatta: 6-0 al Wolfsburg, il Bayern Monaco di Ancelotti è campione di Germania!

E' fatta: 6-0 al Wolfsburg, il Bayern Monaco di Ancelotti è campione di Germania!

Il 30/04/2017 alle 17:43

Il pareggio dell'RB Lipsia in casa con l'Ingolstadt (0-0) apparecchia la tavola dei bavaresi che sul campo del Wolfsburg la decidono già nel primo tempo portandosi così a casa il titolo con 3 giornate d'anticipo. Per il Bayern Monaco è il 27esimo Meisterschale.

Missione compiuta. Dopo Italia, Inghilterra e Francia, Carlo Ancelotti vince anche in Germania. Il tecnico di Reggiolo porta a compimento un’impresa unica nel mondo del calcio, diventando il primo allenatore della storia ad aver vinto il campionato in 4 dei 5 principali tornei continentali. Probabilmente la più facile delle missioni per Ancelotti, che ha guidato con semplicità un Bayern Monaco che dopo i primi accorgimenti iniziali ha cambiato marcia, almeno in Bundesliga: miglior attacco, migliori difesa e solo due sconfitte all’attivo; questa la ricetta del Bayern campione per la 27esima volta in Germania. Ne ha dovuto testare la forza oggi il malcapitato Wolfsburg, che dopo lo 0-0 dell’RB Lipsia contro l’Ingolstadt, ha lasciato di fatto in mano il match point che a 3 giornate dalla fine il Bayern non si è fatto certo scappare. Tre gol per tempo in una festa che arriva a pennello: dopo il ko in Coppa di Germania, il Bayern concede ai suoi tifosi una dolce rivincita a distanza; il Borussia Dortmund infatti non è mai entrato nemmeno in competizione in questa stagione per il Meisterschale, che prende dunque, per la quinta volta consecutiva, la strada della Baviera.

La cronaca del match

Nel primo quarto d’ora il Wolfsburg prova a giocarsi le sue carte, consapevole che nella lotta salvezza strappare anche un punticino sarebbe prezioso. La resistenza dei padroni di casa dura però 19 minuti. Quando Luiz Gustavo infatti stende Muller al limite dell’area, Alaba dipinge la punizione col sinistro sopra la barriera. E’ l’inizio della festa. Un party che Lewandowski fa scattare già prima dell’intervallo, quando con la sua precisissima doppietta: destro dal limite su assist di Muller e tocco in area proprio prima del duplice fischio.

Il secondo tempo è accademia pura. Il Bayern infatti non sembra dare l’idea di voler infierire ulteriormente, ma il classico sigillo di Robben col sinistro a rientrare poi chiuso sul primo palo riapre le danze. Luiz Gustavo si fa cacciare col secondo giallo e tenta una mini rissa con Muller che gliene dice quatto; e a quel punto il Bayern si arrabbia e ne mette altri due, uno proprio con Muller e l’altro con Kimmich, che chiude così i conti per il 6-0 finale. A +10 sul Lipsia e con 3 giornate alla fine, la matematica consegna ai bavaresi il 27 Meisterschale della loro storia.

La statistica chiave

4. I campionati dove Carlo Ancelotti ha vinto il titolo. Italia, Inghilterra, Francia, Germania. Unico.

Il tweet della partita

Il migliore

Alaba. Una perla su punizione che apre le danze, tanta corsa, un assist. C’è la sua firma sul titolo numero 27, in una finalmente ritrovata posizione naturale di terzino.

Il peggiore

Luiz Gustavo. Un fallo un po’ ingenuo da cui nasce l’1-0 di Alaba; poi un secondo giallo decisamente eccessivo, ma al di là di questo in mezzo al campo non la vede mai.

Il tabellino

Wolfsbirg (4-5-1): Casteels; Horn, Bruma, Knoche, Rodriguez (67’ Seguin); Gerhardt, Gustavo, Arnold, Didadi, Blaszczykowski (46’ Vieirinha); Gomez.

Bayern Monaco (4-4-2): Ulreich; Lahm (72’ Rafinha), Hummels (68’ Bernat), Martinez, Alaba; Robben, Kimmich, Thiago (75’ Sanches), Coman; Muller, Lewandowski.

Gol: 19’ Alaba. 36’ e 45’ Lewandowski, 66’ Robben, 80’ Muller, 84’ Kimmich.

Note – Ammoniti: /. Espulso Gustavo al 78’ per doppia ammonizione.

0
0