Imago

Il Bayern fa girare la testa all'Arsenal: 5-1 all'Allianz, messaggio di Ancelotti alla critica

Il Bayern fa girare la testa all'Arsenal: 5-1 all'Allianz, messaggio di Ancelotti alla critica

Il 15/02/2017 alle 23:44

Partita senza storia a Monaco di Baviera con i padroni di casa che travolgono i londinesi con un netto 5-1 nella gara d'andata degli ottavi di finale. Vantaggio di Robben che con un sinistro fantastico buca Ospina, pareggia Alexis Sánchez ma non basta: nella ripresa si scatenano Lewandowski e Thiago Alcántara, poi Müller firma il pokerissimo. Unico neo la squalifica di Lahm per il ritorno.

Il Bayern gioca male? Queste le critiche piovute nell’ultimo periodo, soprattutto dalla stampa tedesca, su Carlo Ancelotti e la sua squadra… All’Allianz Arena è arrivata la prova del contrario, con un Bayern Monaco che sa essere devastante quando vuole, quando fortemente motivato. Certo, l’Arsenal non è il miglior test per giudicare le reali ambizioni dei bavaresi per la vittoria finale, ma questo 5-1 è stato un segnale a tutte le pretendenti. Grandissima prestazione di Lewandowski, non solo per il gol del nuovo vantaggio ad inizio ripresa, ottimo Thiago Alcántara sulla trequarti, e nel finale è arrivata anche la gioia per Müller che segna più gol in Champions che in campionato. E l’Arsenal? Quel gol di Alexis Sánchez aveva fatto ben sperare, soprattutto Wenger che era uscito dal campo con il sorriso dopo la fine del primo tempo. I gunners sono stati però travolti nella ripresa, con la squadra londinese troppo in affanno dietro (è bastato l’infortunio di Koscielny per perdere la lucidità) e senza idee in attacco con il solo Sánchez a provare a fare qualcosa. Da ricordare, inoltre, i due penalty non concessi ai bavaresi e l’ennesimo rigore parato da Neuer.

Cronaca

Il Bayern attacca ma non sfonda per vie centrali, ci prova Vidal ma il suo sinistro è facile preda di Ospina. Al 11’ arriva però il vantaggio dei bavaresi con il fantastico gol di Robben che dal limite dell’area fa partire un sinistro imparabile per Ospina. Il Bayern cerca subito il raddoppio ma Koscielny salva su Lewandowski e Ospina para sul secondo tentativo da fuori di Robben. In campo ci sono solo i padroni di casa, ma al 30’ il sig. Mazić concede un penalty per i londinesi per un fallo (netto) di Lewandowski su Koscielny: dal dischetto sbaglia Alexis Sánchez che si fa parare la conclusione da Neuer, ma sulla seconda ribattuta arriva comunque il pari del cileno con un destro angolato. Il Bayern gioca, a questo punto, di forza e sfiora il nuovo vantaggio con Lewandowski (due volte di testa, ma manda alto di poco) e Hummels, e chiede anche un rigore per un tocco di mano - evidente - di Bellerín, non visto però dal direttore di gara. Nel finale di tempo si rivede l’Arsenal ma Neuer dice di no al diagonale tentato da Özil.

Arjen Robben a ouvert le score pour le Bayern Munich face à Arsenal, en 8e de finale aller de la Ligue des champions 2017.

Arjen Robben a ouvert le score pour le Bayern Munich face à Arsenal, en 8e de finale aller de la Ligue des champions 2017.AFP

In avvio di ripresa non comincia benissimo per l’Arsenal che perde per infortunio Koscielny, fuori per un risentimento muscolare dopo un recupero disperato su Lewandwoski. Dentro Gabriel Paulista e la difesa dell’Arsenal perde la bussola: al 63’ c’è il nuovo vantaggio del Bayern con il colpo di testa di Lewandowski che sovrasta Mustafi, poi ci pensa Thiago Alcántara a firmare il 3-1 dopo l’assist di tacco dello stesso Lewandowski. I bavaresi attaccano indisturbati, Lewandowski centra in pieno una traversa mentre Robben chiede un rigore per il tocco di mano di Gibbs (anche questo non visto dall’arbitro). Ospina è miracoloso su Javi Martínez, ma al 63’ arriva comunque il 4-1, ancora, con Thiago Alcántara (deviazione di Xhaka che manda fuori causa Ospina). Il Bayern cerca anche il pokerissimo ma Ospina è ancora super su Robben e Douglas Costa ma si deve arrendere al neo entrato Müller che lo spiazza da dentro l’area.

La statistica

3 - Tremano le gambe quando dal dischetto ti trovi a sfidare Neuer. Gli ultimi tre tentativi contro il portiere tedesco sono andati falliti (Alexis Sánchez parato, Ja-Cheol Koo parato in Coppa di Germania e traversa di Griezmann in Champions).

Il Tweet

5-1 all’andata, quarti di finale in ghiaccio. Ancelotti può gongolare a fine partita…

Il migliore

Robert LEWANDOWSKI - Nel primo tempo si mangia qualche occasione di troppo, ma nella ripresa è lui a portare la partita sui binari giusti. Vola in cielo sovrastando Mustafi nell’azione del 2-1, spettacolare il suo assist di tacco per il tris di Thiago Alcántara. Fa reparto da solo, conquista un sacco di palloni e sfiora diverse volte la doppietta personale. Devastante, giusta la standing ovation tributatogli dall’Allianz Arena. Regala un rigore all'Arsenal, ma si riscatta pienamente nella ripresa.

Thiago Robert Lewandowski Bayern Monachium

Thiago Robert Lewandowski Bayern MonachiumImago

Il peggiore

Shkodran MUSTAFI - Si fa dura quando devi marcare Lewandowski. In qualche modo riesce nella sua missione, insieme a Koscielny, nel primo tempo anche se le occasioni non mancano per il polacco. Nella ripresa fuori Koscielny e senza il francese l’ex Sampdoria perde la bussola, venendo sempre sovrastato dall’attaccante classe ’88. Lewandowski segna, fa segnare, prende anche una traversa, insomma una furia con il difensore dell'Arsenal che resta inerme.

Tabellino

Bayern Monaco-Arsenal 5-1

Bayern Monaco (4-2-3-1): Neuer; Lahm, Javi Martínez, Hummels, Alaba; Xabi Alonso, Vidal; Robben (88’ Rafinha), Thiago Alcántara, Douglas Costa (84’ Kimmich); Lewandowski (86’ T.Müller). All. Carlo Ancelotti

Arsenal (4-2-3-1): Ospina; Bellerín, Mustafi, Koscielny (49’ Gabriel Paulista), Gibbs; G.Xhaka, Coquelin (77’ Giroud); Oxlade-Chamberlain, Özil, Iwobi (66’ Walcott); Alexis Sánchez. All. Arsène Wenger

Marcatori: 11’ Robben (B); 30’ rig. Alexis Sánchez (A); 53’ Lewandowski (B), 56’ e 63’ Thiago Alcántara (B), 88’ T.Müller (B)

Arbitro: Milorad Mazić (Serbia)

Ammoniti: 15’ Mustafi, 26’ Hummels, 33’ Alexis Sánchez, 61’ G.Xhaka, 83’ Lahm

Espulsi: nessuno

Video - Ribery: "Il Bayern sarà il mio ultimo club in Europa"

01:08
0
0