LaPresse

Il Napoli saluta la Champions League: il Feyenoord vince 2-1, partenopei in Europa League

Il Napoli saluta la Champions: il Feyenoord vince 2-1, partenopei in Europa League

Il 06/12/2017 alle 22:37Aggiornato Il 06/12/2017 alle 23:33

La squadra di Sarri passa subito in vantaggio con Zielinski, ma viene raggiunta da Jorgensen e St. Juste regala agli olandesi una vittoria nel recupero. Il Napoli, demotivato dalle notizie provenienti dall’Ucraina, finisce terzo e viene retrocesso in Europa League dove, a causa del gol preso nel finale, non sarà nemmeno testa di serie.

Il Napoli non ha giocato un girone di Champions League all’altezza del suo potenziale e la prima sconfitta, quella rimediata in Ucraina all’esordio, si è rivelata decisiva. La partita disputata in Olanda non ha grande valore perché, nel momento in cui è arrivata la notizia del vantaggio dello Shakhtar sul Manchester City, i partenopei hanno smesso di giocare. Il rammarico è aver perso tre volte su tre fuori casa e alla fine arriva anche la beffa: il Feyenoord, desideroso di regalare una soddisfazione ai propri tifosi, ottiene la vittoria al 91’ con un gol che non cambia nulla solo in apparenza. Il ko spedisce, infatti, gli uomini di Sarri in seconda fascia al sorteggio dei sedicesimi di Europa League. Tra le possibili avversarie ci saranno Arsenal, Atletico Madrid, Villarreal, Lipsia e Sporting. Non è un momento facile per gli azzurri che, dopo aver perso con la Juve in campionato e di conseguenza il primato in classifica, ora devono superare anche questa delusione.

La cronaca della partita

Pronti-via e il Napoli passa in vantaggio al 2’: punizione battuta da Diawara, batti e ribatti in area con partecipazione di Albiol e Mertens, ma è Zielinski a risolvere la mischia per lo 0-1. Mertens, solo davanti a Vermeer, si fa deviare la conclusione dal portiere e fallisce la chance dello 0-2. Il belga lancia Callejon che taglia in area, ma né lui né Hamsik trovano l’impatto vincente. Dall’Ucraina arrivano brutte notizie e il Feyenoord pareggia al 33’: cross di Berghuis e incornata di Jorgensen alle spalle di Albiol. Reina dice di no allo scatenato Jorgensen subito dopo.

Esultanza Feyenoord, Feyenoord-Napoli, Getty Images

Esultanza Feyenoord, Feyenoord-Napoli, Getty ImagesGetty Images

Nella ripresa, i partenopei non cambiano marcia: Zielinski ci prova e Vilhena viene espulso all’83’ per doppia ammonizione. Al 91’ gli olandesi sfruttano a meraviglia un corner e, su un’altra dormita di Albiol, St. Juste regala al suo pubblico la soddisfazione della vittoria: finisce 2-1.

La statistica chiave

5 - Il Napoli ha perso cinque delle ultime 12 trasferte europee dal 2015-16 (6 vittorie e un pareggio nelle altre): l’anno scorso aveva raccolto 7 punti lontano dal San Paolo.

Il tweet da non perdere

Il migliore in campo

Nicolai Jørgensen : fa impazzire Albiol e lo fa innervosire. Duello vinto su tutta la linea, come in occasione dell’1-1.

Il peggiore in campo

Raul Albiol : un disastro. Si fa superare dal cross di Berghuis sul gol del pari e Jorgensen ringrazia. Dorme anche nel finale e St. Juste firma il 2-1.

La dichiarazione

Marek Hamsik : "Eravamo concentrati sulla nostra partita, non abbiamo ascoltato il resto. Ora penseremo all’Europa League. La sconfitta con lo Shakhtar nella prima gara ha complicato tutto".

Il tabellino

Feyenoord (4-3-3): Vermeer; Nieuwkoop (76’ St. Juste), Van Beek, Tapia, Malacia; Amrabat, Toornstra, Vilhena; Berghuis (72’ Larsson), Jorgensen, Boetius. All. Van Bronckhorst

Napoli (4-3-3): Reina; Maggio (64’ Mario Rui), Albiol, Koulibaly, Hysaj; Allan (60’ Rog), Diawara, Hamsik; Callejon (74’ Ounas), Mertens, Zielinski. All. Sarri

Arbitro: Michael Oliver (ING)

Gol: 2’ Zielinski (N), 33’ Jorgensen (F), 91’ St. Juste (F)

Note: all’83’ espulso Vilhena per doppia ammonizione; ammoniti Mertens, St. Juste

Video - Sarri: "Siamo in crisi perché s'è perso con la Juve? Abbiamo fatto 206 punti in 91 partite..."

01:22
0
0