LaPresse

Le pagelle di Barcellona-Juventus 3-0: disastro Benatia, fantasma Higuain, splendido Messi

Le pagelle di Barcellona-Juventus 3-0: disastro Benatia, fantasma Higuain, splendido Messi

Il 12/09/2017 alle 23:26Aggiornato Il 12/09/2017 alle 23:50

Migliore in campo il 10 del Barcellona, che domina il confronto a distanza con il 10 bianconero. Male la difesa bianconera, si salva Douglas Costa.

===Le pagelle del Barcellona===

Marc-André TER STEGEN 6 – Sicuro su Dybala e Higuain, anche se le conclusioni dei sue argentini non sembravano irresistibili. Quando è chiamato in causa, non si fa trovare impreparato.

Nelson SEMEDO 5,5 – Ammonito e in difficoltà. Soffre Dougla Costa per un ‘ora, poi quando il brasiliano rallenta, lui respira.

Gerard PIQUÉ 6,5 – Molto bene. Alza la linea e raddoppia quando Dybala prende palla. Mezzo voto in meno per una respinta centrale che Dybala non sfrutta calciando alto.

Samuel UMTITI 7 – Attento e sempre in anticipo su Higuain. Non gli concede un pallone.

Jordi ALBA 6,5 – Un treno a sinistra. Sovrapposizioni, sgroppate e attenzione difensiva.

Ivan RAKITIC 7 – Timbra ancora contro la Juventus. Gara di sostanza, solida, atta più al sacrificio difensivo che a (Dal 76’ PAULINHO SV – Entra a gara chiusa)

Sergio BUSQUETS 6,5 – Baluardo, utile a stoppare alcune ripartenze bianconere. Non si vede, ma c’è sempre.

Andres INIESTA 7 – Passano gli anni, ma lui rimane lì a insegnare calcio. (Dall’83’ ANDRE GOMES SV)

Ousmane DEMBELÉ 5,5 – Non entusiasmante. Anzi, troppo spesso fumoso. Accelera, ma non concretizza. E spreca anche il regalo di De Sciglio. (Dal 70’ SERGI ROBERTO 6 – Nel finale senza infamia e senza lode.)

Lionel MESSI 8 – Parte piano, quasi anestetizzato dal pressing bianconero. Ma alla prima occasione in cui ha campo e spazio per azionare la sua velocità, colpisce. Gol splendido, il primo a Buffon. La ripresa è da tornado. Prima un palo, poi protagonista nel secondo gol, infine firma la doppietta personale con una rasoiata delle sue. Lunga vita a Re Messi.

Luis SUAREZ 7 – Sponda fantastica per il Messi-gol. Dieci minuti prima aveva impegnato Buffon con un destro da fuori. Grandi movimenti, stato di forma buono. Gli è mancato solo il gol.

ALL.: Ernesto VALVERDE 7 – Partita preparata bene. Messi libero di svariare e accentrarsi, inserimenti continui dei due centrocampisti, raddoppi costanti su Dybala. E il suo Barcellona funziona.

Barcellona gol

Barcellona golGetty Images

===Le pagelle della Juventus===

Gianluigi BUFFON 6 – Bravo su Suarez, incolpevole sui mancini della Pulce.

Mattia DE SCIGLIO 5,5 – Esordio da titolare nella Juventus. Non sfigura per mezz’ora, va vicino al gol con un sinistro da fuori, poi si fa male e per poco non manda in gol Dembelè con un passaggio orizzontale in area. Roba pa principianti. Errore grave. (Dal 41’ STURARO 5,5 – Gioca fuori ruolo e non può che arrancare. In questi contesti pare sempre fuori luogo)

Andrea BARZAGLI 5.5 Tiene bene Suarez per 45 minuti, ma poi gli permette la sponda al limite che libera sil sinistro di Messi. Nella ripresa rattoppa qua e là, senza riuscire a salvare una difesa allo sbando.

Mehdi BENATIA 4 – Nel primo tempo se la cava, mentre nel secondo sbaglia i tempi di uscita (perdendo palla) in occasione del raddoppio blaugrana e si fa superare agevolmente da Messi sul 3-0. Errori fatali e prova complessivamente incolore. Non è la prima in bianconero.

ALEX SANDRO 5 – Notte fonda. Debilitato dall’influenza, non si propone mai. Dietro subisce, spesso distratto. Quando Messi si allarga, lo salta sempre.

Rodrigo BENTANCUR 5,5 – La prima da titolare in bianconero inizia con personalità. Dopo un buon avvio, però, si perde. Viene ammonito, sbaglia qualche lancio. Nella ripresa sparisce, giusto sostituirlo. (Dal 63’ BERNARDESCHI 6 – Inizia con un mancino potente fuori di poco. Poi impegna Ter Stegen. Quantomeno ci mette voglia)

Miralem PJANIC 5,5 – Primo tempo ottimo. Si sdoppia nella fase di interdizione (raddoppi continui su Messi) e impostazione. Gestisce con sapienza tecnica ogni pallone bollente, anche al limite dell’area. Nella ripresa paga dazio e la Juventus sbanda. Calo fisico troppo evidente, i centrocampisti blaugrana lo ribaltano.

Blaise MATUIDI 5,5 – Falloso, duro, deciso. Non gli si chiede qualità, ma nel marasma generale della ripresa, crolla anche lui.

DOUGLAS COSTA 6 – Uno dei pochi a salvarsi nella Juventus. Spunti, cross e accelerazioni nel primo tempo, calo nel secondo.

Paulo DYBALA 5 – Serata no. Senza cadere dell’insostenibile e presuntuoso paragone con Messi, sbaglia due conclusioni facili e tormenta la sua prova di errori e imprecisioni. Dybala è un grande giocatore e in futuro lo dimostrerà ancora di più. Per adesso il confronto con il 10 del Barcellona non è plausibile.

Gonzalo HIGUAIN 4,5 – Impalpabile, poco mobile, mai feroce, sempre anticipato. Ha un'occasione nel primo tempo e calcia debolmente. Poi sparisce. (Dal 87’ CALIGARA SV – debutto assoluto con la Juventus).

ALL.: Massimiliano ALLEGRI 5 – Ha poco materiale a disposizione e non riesce a sfruttarlo. Juventus che parte bene, che difende con un 4-4-2 ordinato e preciso. La scelta di Bentancur è parsa azzardata, Sturaro terzino la conseguenza dell’esclusione di Lichtsteiner dalla lista UEFA. Il crollo mentale nella ripresa va curato con grande attenzione. E una domanda: perché non far crescere Rugani in gare del genere? Cosa aspettiamo?

Video - Alla ricerca di una nuova Juventus: Pjanic sarà centrale quanto Dybala

01:34
0
0