Getty Images

Napoli, avanzare in Champions per regalare a Sarri i rinforzi per credere nello scudetto

Napoli, avanzare in Champions per regalare a Sarri i rinforzi per credere nello scudetto

Il 03/12/2017 alle 10:30Aggiornato Il 03/12/2017 alle 13:07

Dal nostro partner Agenti Anonimi

Sta per iniziare una settimana davvero importante per il Napoli. Si tratta infatti del primo vero snodo della stagione con un dentro fuori: mercoledì 6/12 si giocherà infatti la partita Feyenoord – Napoli. In caso di vittoria la squadra di Sarri non è sicura di passare il girone, lo Shakhtar Donetsk, infatti, dovrà obbligatoriamente perdere all’Etihad Stadium. Il Napoli si trova davvero in una delle situazioni meno gradite, quella di dover aspettare il risultato di altri. Tutti confidano nella buona fede della squadra di Guardiola, ma c’è da considerare che dopo pochi giorni si giocherà il derby di Manchester (a Old Trafford, dove lo United ha il rendimento migliore della Premier). In questo momento il City è a +5 sullo United, ma ha una partita in meno, giocherà oggi alle 17:00 contro il West Ham, avversario abbordabile. Il prossimo weekend sarebbe già un match point per la Premier e quantomeno in Champions è da ipotizzare un po’ di turnover, dato che il City è già qualificato per gli ottavi. Prevedere quindi una vittoria o un pareggio degli ucraini non è così utopico.

No Champions, no rinforzi a gennaio?

Cosa accadrebbe nel caso in cui il Napoli uscisse dalla Champions League? Uscire dalle coppe non è mai qualcosa di positivo, benchè in molti paradossalmente lo sperino per convogliare tutti gli sforzi sulla rincorsa allo scudetto. C’è da dire però che i partenopei arrivando terzi nel girone, finirebbero in Europa League: giocare il giovedì e avere trasferte molto lunghe e impegnative sarebbe una fatica fisica ancora maggiore. Il Napoli, però, avrebbe l’occasione di poter vincere la coppa europea, visto il livello medio più basso della competizione. La Champions League però porta anche molti incassi, investibili sul mercato. L’infortunio di Ghoulam è stato un brutto colpo per la squadra di Sarri, in quest’ottica si è aperta una trattativa con l’Atletico Madrid. Il corteggiato sarebbe lo scontento Sime Vrsaljko: alcuni rumors sottolineano come il croato avrebbe sposato il progetto Napoli. Ottimo giocatore, versatile, che sta trovando poco spazio a Madrid: sarebbe un buon colpo, ma De Laurentis senza Champions League non vuole spendere.

Contraccolpo psicologico e le altre insidie

Il terzo punto è quello legato al campionato. Il Napoli venerdì sera ha perso contro la Juve: ha visto ridurre il suo margine di vantaggio (un solo punto) e oggi potrebbe perdere il primato della Serie A, se l’Inter batterà il Chievo. Nel caso in cui mercoledì arrivasse anche l’eliminazione dalla Champions, questa sarebbe davvero una settimana nera per il Napoli. Sarri ha più volte detto che la sconfitta contro i bianconeri non peserà, ma se tutte queste due condizioni aggiuntive (perdita del primato e l’addio alla Champions) dovessero verificarsi, il contraccolpo psicologico è dietro l’angolo. Detto ciò quello che tutti si auspicano è che le cose possano andare bene per il Napoli nella Coppa dei Campioni: vedere un club come lo Shakhtar Donetsk a discapito dei partenopei sarebbe un brutto colpo, anche per il calcio italiano. In caso di eliminazione, però, ci sarebbe davvero una coppa che aspetta solo la squadra di Sarri, conquistabile anche senza Vrsaljko…

Video - Sarri: "Preferivo morire prima di vedere un Napoli-Juventus grigi contro gialli"

01:28
0
0