LaPresse

Sarri: "Dopo il Nizza c'è stato un appagamento, il passaggio del turno ce lo dovremo sudare"

Sarri: "Dopo il Nizza c'è stato un appagamento, il passaggio del turno ce lo dovremo sudare"

Il 13/09/2017 alle 23:24Aggiornato Il 13/09/2017 alle 23:48

Le dichiarazioni dei protagonisti di Shakhtar-Napoli, il tecnico partenopeo mastica amaro e contesta soprattutto l'approccio al match della sua squadra.

Esordio amaro per il Napoli di Maurizio Sarri in Champions League, con gli azzurri che perdono 2-1 in trasferta con lo Shakhtar Donetsk, gara decisa dalle reti di Taison al 15' e Ferreyra al 58'; a nulla è valso il gol del 2-1 di Milik su rigore conquistato da Mertens, subentrato nel secondo tempo al posto di Hamsik, tra i peggiori anche questa sera a Kharkiv. Prima sconfitta stagionale per la squadra di Sarri, che paga un primo tempo decisamente sottotono e una condizione fisica precaria di alcuni elementi fondamentali, su tutti il suo capitano slovacco. Gli azzurri sono già costretti a inseguire nel girone, comandato ora da Shakhtar e Manchester City.

Maurizio Sarri

" Non abbiamo avuto un buon approccio alla partita, è la terza partita in cui sbagliamo queste cose, in Champions non ti puoi permettere di regalare 60 minuti allo Shakhtar. Abbiamo pressato non benissimo in zona alta e loro ripartivano abbastanza bene, avevano dei giocatori tra le linee fastidiosi. Con una determinazione di livello superiore potevamo tenerli nella loro metà campo con più semplicità. Abbiamo cambiato qualcosa come è logico che sia, Mertens è uno scattista, ha bisogno di freschezza, ogni tanto cerchiamo di preservarlo visto che veniva da una partita dispendiosa. Non penso sia una non buona condizione fisica, secondo me il playoff è stato molto dispendioso dal punto di vista mentale. Marek attraversa un momento in cui non è brillantissimo, quando ad un giocatore chiedi tantissimo devi dare per forza un po’ di riposo, lui ha bisogno tanto tempo per andare in condizione. Io penso ci sia appagamento dopo il passaggio dei playoff, non abbiamo quotidianità dato che allenamenti in cui posso lavorare con tutti i giocatori sono pochissimi. "

Lorenzo Insigne

" "Sapevamo che lo Shakhtar è una buona squadra, là davanti ha giocatori di qualità. Non so cosa abbiamo sbagliato, ma in settimana con Sarri cercheremo di vedere quali errori abbiamo commesso e di correggerli, anche se il tempo è poco. Abbiamo avuto qualche buona occasione, ma non l'abbiamo sfruttata al meglio. Potevamo pareggiare, ma abbiamo perso e ora dobbiamo lavorare di più, cercando di migliorare"."

Allan

" "Dobbiamo tutti essere pronti per giocare. Io rispetto le scelte del mister. Mi sento molto bene. Penso che la squadra sta correndo. Oggi abbiamo perso un po' le misure in campo, cercheremo di essere più stretti e compatti, correggendo gli errori e non sbagliare più queste partite. La squadra in questo momento è più larga rispetto alle prime partite. Siamo appena all'inizio della stagione, bisogna cercare di ritrovare le nostre qualità, il nostro spirito, per ottenere di nuovo i risultati"."

Video - Sarri fa proseliti, ma anche il 4-2-3-1 spopola: come giocano le 20 di Serie A

01:17
0
0