LaPresse

Boom di nascite in Islanda...nove mesi dopo lo storico 2-1 all'Inghilterra

Boom di nascite in Islanda...nove mesi dopo lo storico 2-1 all'Inghilterra

Il 28/03/2017 alle 12:21Aggiornato Il 29/03/2017 alle 15:09

Un record registrato da un ospedale in Islanda che appunto, nove mesi dopo la grandissima prestazione dei ragazzi di Lagerback contro l'Inghilterra a Euro 2016, ha effettuato un numero di anestesie pre parto tali da sancire un record per la struttura. E se di imprese vogliamo parlare, chissà che non si registri un primato di nascite tra nove mesi a Barcellona...

È impossibile dimenticare il grande exploit dell’Islanda agli Europei di Francia 2016. È impossibile togliersi dalla mente quella serie di applausi scroscianti dal pubblico ai propri beniamini, sia in campo in Francia che di ritorno a Reykjavik. Sarà impossibile dunque per gli islandesi, non raccontare ai propri figli e ai propri nipoti, l’impresa di quei ragazzi a Euro 2016 che hanno fatto innamorare tutti, ma proprio tutti.

Islanda festeggia col "Canto Vichingo"

Islanda festeggia col "Canto Vichingo"PA Sport

Forse anche per questo, in un ospedale islandese si è registrato un record di epidurali sulle donne incinte che hanno partorito questo fine settimana che, manco a farlo apposta, è esattamente nove mesi dopo il risultato sorprendente di Nizza.

Coincidenze? Forse. Ma lo splendido risultato dei ragazzi di Lars Lagerback ha fatto scoppiare il boom tra i tifosi islandesi e i festeggiamenti non sono certo mancati e probabilmente non si sono fermati alla sola sede pubblica.

Tant’è che secondo la rivista islandese Visir, l’epidurale è stata somministrata a molte future mamme islandesi nel weekend del 25 e 26 marzo, in una percentuale che l’ospedale di Landspitali non aveva mai registrato.

" Abbiamo stabilito il record di epidurali nel reparto maternità questo fine settimana. 9 mesi dopo la vittoria 2-1 con l’Inghilterra"

Così ha postato su Twitter Asgeir Petur Porvaldsson, medico del reparto di anestesiologia dell’ospedale di Landspitali.

Insomma, un buon modo per ricordare quella storica partita.

E a proposito di eventi da tenere a mente, chissà che in Spagna, in Catalogna per l’esattezza in qualche ospedale di Barcellona, non si verifichi un picco di nascite dopo la Remuntada dei Blaugrana in Champions League.

Dopo tutto lo ha detto lo stesso Gerard Piquè, avvertendo addirittura i distretti sanitari...

" Dovrete assumere più infermieri da qui a nove mesi perché oggi si farà molto l’amore"

Non ci resta che aspettare Dicembre per vedere se i tifosi del Barça hanno accolto l’invito di Piquè dopo la storica Remuntada, magari l’effetto in Catalogna sarà lo stesso dell’Islanda...

0
0