Imago

Bernardeschi illumina la Fiorentina: impresa a Mönchengladbach, è 0-1

Bernardeschi illumina la Fiorentina: impresa a Mönchengladbach, è 0-1

Il 16/02/2017 alle 21:21

Una perfetta punizione del mancino, proprio nel giorno del suo 23° compleanno, regala ai viola l'andata dei sedicesimi di finale di Europa League. A nulla portano i veementi assalti del Borussia, che colpisce anche un palo con Johnson ma non riesce a battere Tatarusanu. Tra una settimana il ritorno a Firenze.

Federico Bernardeschi, evidentemente, è uno che i regali preferisce farli, piuttosto che riceverli. Proprio nel giorno del suo 23° compleanno, è lui a proiettare la Fiorentina a un passo dagli ottavi di finale di Europa League: a Firenze, tra una settimana esatta, ai viola di Paulo Sousa basterà non perdere per passare. Merito dello 0-1 di Mönchengladbach, contro un Borussia che attacca praticamente per tutta la partita senza riuscire mai a battere Tatarusanu. Stindl si mangia un paio di occasioni da non fallire, Johnson colpisce un palo, Hazard ed Herrmann sono due diavoletti difficilissimi da tenere legati. Ma ad avere ragione su tutti è proprio lui, Bernardeschi, decisivo con una perfetta punizione pennellata sotto l'incrocio di Sommer nel finale del primo tempo. Il regalo più bello per una Fiorentina che adesso sogna di entrare tra le magnifiche 16 dell'Europa League.

La cronaca della partita

Sull'asse Herrmann-Hazard si disegnano le trame più interessanti dei tedeschi: poco prima del quarto d'ora il belga appoggia di tacco per il compagno, che con una puntata ravvicinata chiama Tatarusanu al primo intervento del match. Pochi secondi più tardi, protesta il Gladbach: Herrmann non trova la porta da due passi, soprattutto per il contrasto irregolare di Olivera ai suoi danni. Dopo la mezz'ora Vecino non trova la porta di poco, ma le occasioni migliori sono sempre dei padroni di casa: Stindl grazia Tatarusanu sparando alto da posizione ideale, Johnson colpisce il palo con un guizzo ravvicinato. Due spaventi che evidentemente svegliano la Fiorentina, in gol nell'ultima azione del primo tempo: splendida punizione di Bernardeschi, Sommer vola ma non ci arriva e la palla si infila sotto l'incrocio. È la rete dello 0-1.

Patrick Herrmann gegen Florenz

Patrick Herrmann gegen FlorenzImago

Anche dopo l'intervallo, a maggior ragione dopo lo svantaggio, ad attaccare maggiormente è il Borussia Mönchengladbach. Che sfiora il pari al quarto d'ora, ancora con Johnson: controllo in area e destro a giro largo di poco. Pure Borja Valero ha però la chance per chiudere la contesa, ma lo spagnolo devia sopra la traversa il perfetto centro radente di Tello. Hecking inserisce un attaccante in più come Drmic, ma a spaventare Tatarusanu è Wendt, un terzino: staffilata mancina dal limite out non di molto. Il finale è tesissimo, con il Borussia che attacca e la Fiorentina che fa stoicamente muro. Anche se è Borja Valero a chiamare Sommer a un gran volo plastico per evitare lo 0-2. L'ultima chance per i tedeschi arriva al 90' sulla testa di Vestergaard: incornata ravvicinata e parata di Tatarusanu. Appuntamento tra una settimana a Firenze.

La statistica chiave

Prima vittoria della Fiorentina in Germania, dopo 5 precedenti poco felici. E prima sconfitta casalinga del Borussia Mönchengladbach contro squadre italiane, dopo 7 partite in cui era rimasto imbattuto.

Il tweet

Il migliore

Bernardeschi. Fuori dalla partita per quasi un tempo, però è un campione e lo dimostra per l'ennesima volta: la punizione telecomandata che si infila sotto l'incrocio di Sommer è un gioiello assoluto.

Il peggiore in campo

Stindl. Le due occasioni che si mangia nel primo tempo pesano come altrettanti macigni. Gran parte della responsabilità del ko ricade sulle sue spalle.

La dichiarazione

Paulo Sousa: "Le nostre caratteristiche non ci permettono di tenere testa all'intensita messa in campo dal Borussia Mönchengladbach. Il Milan non ha gli stessi ritmi: domenica sarà diverso".

Il tabellino

Borussia Mönchengladbach (4-4-2): Sommer; Jantschke (65' Drmic), Christensen, Vestergaard, Wendt; Herrmann (77' Hahn), Kramer, Dahoud, Johnson (77' Korb); Stindl, Hazard. All. Hecking

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Sanchez, Rodriguez, Astori; Tello (85' Tomovic), Badelj, Vecino, Maxi Olivera; Borja Valero, Bernardeschi (64' Cristoforo); Kalinic (77' Babacar). All. Paulo Sousa

Arbitro: Jesus Gil (Spagna)

Gol: 44' Bernardeschi

Note: ammoniti Bernardeschi (F), Badelj (F), Kramer (B)

Video - Cuper: dal 5 maggio con l'Inter al 5 febbraio con l'Egitto, ennesimo 2° posto per l'hombre vertical

00:52
0
0