Getty Images

Mourinho: "Ci sono tanti poeti nel calcio ma i poeti non vincono i titoli"

Mourinho: "Ci sono tanti poeti nel calcio ma i poeti non vincono i titoli"

Il 24/05/2017 alle 23:25Aggiornato Il 24/05/2017 alle 23:55

Le dichiarazioni dei protagonisti della finale di Europa League, Mourinho si gode l'altro Triplete che chiude nel migliore dei modi una stagione travagliata ma comunque positiva. Pogba zittisce i critici e fa il suo in bocca al lupo alla Juventus per la finale di Champions League: "Li aspetto nella finale di Supercoppa Europea".

Missione Tripletino completata, gioia europea per il baby Ajax rimandata. Alla Friends Arena di Stoccolma è il Manchester United di Josè Mourinho ad aggiudicarsi l'Europa League grazie ad una meritata vittoria per 2-0 sui Lancieri. Decidono le reti di Pogba (decisiva la deviazione di Sanchez) e di Mkhitaryan a inizio ripresa. Il successo non è mai stato in discussione con gli inglesi compatti e cinici: per lo Special One è il terzo trofeo stagionale dopo Community Shield e Coppa di Lega e la 12esima finale vinta in 14 finali. Ma non è tutto, perché ora gli inglesi, solo sesti in Premier, accedono alla fase a gironi della prossima Champions.

Jose Mourinho

" E’ la chiusura di una stagione molto difficile ma è stata davvero una bellissima stagione. Non mi sarebbe piaciuto guadagnare l’accesso alla Champions League arrivando terzo, secondo o quarto penso sia più bello essere in Champions dopo aver vinto l'Europa League, un trofeo importante. Ora lo United è il club che ha tutti i titoli del mondo in bacheca. Abbiamo battagliato duro per portarci a casa questo trofeo da settembre. Abbiamo sempre pensato che avremmo potuto vincere l’Europa League e siamo contenti di esserci riusciti. Abbiamo giocato in maniera intelligente. E siamo stati molto più forti dell’Ajax questa sera. Bosz ha criticato il modo in cui lo United ha interpretato la partita? Ci sono tanti poeti nel calcio ma i poeti non vincono i titoli. Sapevamo di essere migliori di loro e abbiamo palesato tutte le mancanze dell’Ajax nel corso dei 90 minuti. Il Triplete? Non è un grande triplete ma è un triplete, non possiamo ancora ambire a vincere quel triplete ma è comunque un bel punto di partenza"
Mourinho

MourinhoGetty Images

Paul Pogba

" Volevamo vincere dall'inizio di questa competizione, siamo arrivati in finale e abbiamo vinto, nessuno potrà dire più che abbiamo deluso. Forse potevamo fare di più in questa stagione, ma abbiamo vinto tre trofei e ora ci godiamo questa splendido successo. Abbiamo iniziato bene la gara segnando presto, siamo riusciti a soffrire controllando la gara, poi dopo il raddoppio non abbiamo concesso niente all'Ajax dimostrando grande compattezza. Ci hanno tutti criticati ma oggi abbiamo fatto quello che dovevamo. Il campo è più importante. Buona fortuna alla Juventus, e un saluto a Gigi (Buffon, ndr)!. "

Zlatan Ibrahimovic

" "Quando si vince si sta bene, e non si sente niente. Mi è dispiaciuto non poter giocare, ovvio che avrei voluto esserci. La situazione è come è, c'era adrenalina ma quello che conta è aver vinto. È un trofeo collettivo, ed è il terzo su cinque totali. Si lavora e si va avanti, torno tra qualche settimana. Dove? Bella domanda"."

Sergio Romero

" Ho portato via il pallone perché è un bel ricordo. Questo torneo l'ho giocato io e mi ha fatto sentire importante per questo club. Grazie a Dio abbiamo vinto. Sono contento della fiducia che mi ha dato il mister, non so quello che verrà poi nel futuro. Lavoriamo come sempre. Abbiamo fatto tutto quello che dovevamo per rendere felice questa gente oggi. Io lavoro sempre per giocare e per dimostrare a tutti che sto bene. Abbiamo vinto e siamo felici"."

Matteo Darmian

" "Percorso lunghissimo e faticoso. La nostra presenza qui non era scontata. Stasera era difficile ma abbiamo meritato e ci godiamo questo primo trofeo vinto dal club, soprattutto davanti a questi fantastici tifosi. L'attentato a Manchester ci lascia un po' di amaro in bocca: questa vittoria è anche per quelle famiglie che stanno soffrendo. Io ho sempre cercato di lavorare e queste sono serate che ogni giocatore vorrebbe avere. L'importante era vincere ed è successo"."

Video - I 10 comandamenti di Antonio Conte: un vincente nato

01:16
0
0