LaPresse

Paulo Sousa: "Bernardeschi? L'ho cambiato per scelta tattica ma ha fatto un bellissimo gol"

Paulo Sousa: "Bernardeschi? L'ho cambiato per scelta tattica ma ha fatto un bellissimo gol"

Il 16/02/2017 alle 21:35Aggiornato Il 16/02/2017 alle 22:54

Il tecnico della Fiorentina si gode il pesante successo sul campo del Moenchengladbach e plaude lo spirito di sofferenza che si augura di rivedere anche domenica nel match contro il Milan: "Spirito giusto, abbiamo sofferto nel primo tempo ma siamo cresciuti ed a metà ripresa abbiamo avuto il controllo della gara".

Per la prima volta nella sua storia la Fiorentina vince in Germania e vede più vicina la qualificazione agli ottavi di finale di Europa League. Gara di sofferenza della squadra viola che ringrazia una magia su punizione di Bernardeschi, sempre più uomo squadra anche se un po’ strigliato a fine match dal suo tecnico Paulo Sousa che si attende sempre tanto dal gioiello di Carrara…

Paulo Sousa (Allenatore Fiorentina): “Quello di Bernardeschi è stato un bellissimo gol. Adesso siamo in vantaggio in questo doppio scontro. Sono soddisfatto dello spirito di questo gruppo, i ragazzi ci tengono a fare bene nonostante le difficoltà che ci sono state ad inizio gara. Grazie al loro palleggio, per diverse volte si sono presentati in area in superiorità numerica. Nella ripresa siamo cresciuti, i nostri esterni sono saliti: siamo cresciuti ed a metà ripresa abbiamo avuto il controllo della gara. Bernardeschi? Deve avere continuità, il calcio oggi è fatto di intensità. Quando sarà continuo, sarà ancora più forte. Il cambio è stata una scelta tattica, ha perso diversi palloni. Federico è veramente forte quando salta l'uomo e punta la porta. È cresciuto tantissimo dall'inizio della stagione. Noi abbiamo determinate caratteristiche, che ci portano a non essere così intensi per tutta la durata della gara. Non abbiamo gestito bene il nostro gioco ad inizio gara, e questo influisce anche sul nostro ritmo. Nella ripresa siamo saliti, abbiamo mezzo pressione ai loro esterni e siamo cresciuti. Vorrei rivedere questo spirito domenica sera, ma con più qualità. Sarà una gara diversa, dobbiamo recuperare in fretta per cercare di mettere in difficoltà il Milan".

Federico Bernardeschi (Attaccante Fiorentina): “Eravamo in un momento difficile della partita, siamo riusciti a guadagnare quella punizione e penso che la palla sopra la barriera non sarebbe mai riuscita a passare, perché eravamo vicini e soprattutto perché loro erano molto alti. Perciò ho detto: 'La metto di qua'. E? andata bene, per fortuna. Io come Baggio? C’è tanta, tanta strada da fare. Baggio è stato uno dei calciatori italiani più forti di tutti i tempi, però lavoriamo, io penso a lavorare e non penso a paragoni, mi godo questo momento bello e mi godo questa vittoria, nel giorno del mio compleanno, che è veramente importantissima", ha aggiunto. Gol più bello? Ci si avvicina, sì, può essere il gol più bello della mia carriera".

2017, Federico Bernardeschi, Borussia-Fiorentina, LaPresse

2017, Federico Bernardeschi, Borussia-Fiorentina, LaPresseLaPresse

Borja Valero (Centrocampista Fiorentina): “È un'impresa: sono una squadra molto forte. Nel primo tempo abbiamo sofferto tantissimo, non riuscivamo a prenderli. Siamo riusciti a soffrire e a concretizzare le poche azioni. Al ritorno partiranno come oggi, perché devono far gol per forza. Il gol di Bernardeschi? Un golazo, come diciamo noi. Fantastico, all'angolino... niente da dire. Abbiamo bisogno di questi giocatori che vengono da dietro, spingono e hanno qualità per fare la differenza. Sono contento della prestazione".

Video - Sousa: "Bernardeschi? Il suo futuro sarà in squadre più ambiziose della Fiorentina"

00:30
0
0