Getty Images

Gattuso: "Un ko che fa riflettere, il colpevole sono io. Problemi societari? Non mi riguardano..."

Gattuso: "Un ko che fa riflettere, il colpevole sono io. Problemi societari? Non mi riguardano..."

Il 07/12/2017 alle 22:00Aggiornato Il 08/12/2017 alle 01:26

Il tecnico del Milan ci mette la faccia dopo la clamorosa sconfitta contro il Rijeka, prendendosi le sue responsabilità: "La scelta di mettere questa squadra in campo è stata mia, mia la responsabilità di questa sconfitta. Non riusciamo a tenere i 95 minuti, questo ko ci deve far riflettere".

La prima vittoria di Gattuso sulla panchina del Milan tarda ad arrivare, e dopo il pareggio contro il Benevento (arrivato in maniera più che rocambolesca) arriva anche la sconfitta sul campo del Rijeka.

Il Milan era già qualificato con il 1° posto, ma il ko di questa sera fa comunque male, soprattutto per il trend negativo che stanno vivendo i rossoneri in questo momento...

" Una sconfitta che fa male e fa riflettere. Oggi il responsabile sono io, perché la scelta di mettere questa squadra in campo è stata mia. Sicuramente sul possesso la nostra partita è stata buona, ma siamo stati troppo fragili. Alla prima difficoltà non riusciamo a reagire e sotto questo aspetto dobbiamo migliorare il prima possibile"

Gattuso ci mette la faccia, ma nonostante tutto non cambierebbe le scelte che ha fatto prima della partita...

" La rifarei, la scelta era quella di far riuscire a far lavorare quei giocatori che hanno giocato poco e devono mettere minuti nelle gambe. Poi domenica abbiamo una partita importantissima e mercoledì c'è la Coppa Italia. Le scelte le rifarei, sicuramente"

A chi gli chiede dei (probabili) problemi societari, Gattuso risponde così...

" Oggi abbiamo tanti di quei problemi all'interno della squadra che quelli societari non mi riguardano. La problematica più importante è quella di riuscire a fare risultati e ad esprimere un buon calcio, e solo a tratti riusciamo. Le cose positive? C'è qualcosa di buono, possesso palla, tanti corner, abbiamo provato ad attaccare la profondità, però diamo la sensazione che ogni volta che commettiamo un errore non riusciamo a reagire, non riusciamo a stare sul pezzo per 95 minuti"

Video - Da Sentimenti IV a Brignoli passando per Rampulla, quando il portiere si scopre goleador

01:38
0
0