Getty Images

Le pagelle di Danimarca-Italia Under 21 0-2: Rugani-Caldara insuperabili

Le pagelle di Danimarca-Italia Under 21 0-2: Rugani-Caldara insuperabili

Il 18/06/2017 alle 23:05

La cerniera difensiva azzurra è una sicurezza. Bene anche i terzini, mentre Pellegrini si riscatta con un gol favoloso. Berardi ci prova ma è poco concreto, Petagna sale di tono nei minuti finali. Così così Gagliardini. Nei danesi, il pericolo Ingvartson non si rende mai pericoloso.

Italia

Gianluigi DONNARUMMA 6 - Deve compiere un solo intervento, su Hjulsager. Non si fa condizionare dai "disturbatori" che nel primo tempo provano a minarne la tranquillità.

Andrea CONTI 6,5 - Fa continuamente su e giù per la fascia, specialmente nel primo tempo, e va pure vicino al gol. Attento anche quando deve difendere, anche se nella ripresa concede una punizione dal limite alla Danimarca.

Mattia CALDARA 7 - Bravissimo. Alla stregua di Rugani si comporta benissimo, concedendo poco agli avanti danesi e formando col compagno una cerniera insuperabile.

Daniele RUGANI 7 - Una sicurezza assoluta là dietro. Comanda il reparto azzurro, non concedendo nulla al temuto Ingvartsen e non sbagliando un solo intervento. Monumentale.

Antonio BARRECA 6,5 - Prestazione onesta, seria, senza demeritare. Anzi: dopo aver provato a dare una mano in fase offensiva evita un gol praticamente fatto di Hjulsager.

Marco BENASSI 6 - Non eccelle, ma fa comunque il suo correndo per tre. Uno dei meno peggio nel primo tempo: è proprio lui a crearsi da solo l'occasione più pericolosa (dal 73' Alberto GRASSI 6 - Con la sua presenza a centrocampo contribuisce a serrare le fila per l'ultimo scorcio del match)

Roberto GAGLIARDINI 5,5 - Malino. Uno dei più in difficoltà in casa azzurra, perché il pressing avversario non gli consente mai di prender palla e smistarla velocemente. E un suo errore in disimpegno regala un'occasione d'oro alla Danimarca.

Lorenzo PELLEGRINI 7 - Sottotono per un tempo intero, riscatta una prestazione fin lì poco produttiva con la meravigliosa perla del vantaggio azzurro. Gol tanto bello quanto provvidenziale, per lui e per la squadra.

2017, Esultanza Italia gol Pellegrini, Danimarca-Italia U21, LaPresse

2017, Esultanza Italia gol Pellegrini, Danimarca-Italia U21, LaPresseLaPresse

Domenico BERARDI 6 - Le azioni dell'Italia passano quasi tutte dai suoi piedi. Peccato che, nonostante voglia di fare e idee, la concretezza sia complessivamente pochina. Comunque lodevole (dal 67' Federico CHIESA 7 - Che impatto sulla gara! In poco più di 20 minuti fa valere la propria freschezza scattando continuamente, facendo ammonire il diretto avversario e servendo a Petagna la palla del raddoppio. Devastante)

Andrea PETAGNA 6,5 - Per quasi tutta la partita ha l'ingrato compito, tra una sponda e un duello fisico, di far reparto quasi da solo. E la precisione ne risente. Si scuote nel finale: due gol sfiorati, uno segnato (dall'88' Alberto CERRI s.v.)

Federico BERNARDESCHI 6 - Così così a sinistra, dove quasi mai riesce a esprimere il proprio talento, molto meglio invece quando si sposta a destra. In generale, si sono viste prestazioni migliori da parte sua.

Ct. Luigi DI BIAGIO 6,5 - Sveglia la squadra nell'intervallo, ottenendo le risposte che desidera. Come da lui stesso ammesso, c'è ancora da lavorare per oliare i meccanismi offensivi.

Italy-Denmark - Euro U21 - 2017

Italy-Denmark - Euro U21 - 2017Getty Images

Danimarca

Hojbjerg 6; Holst 5,5, Banggaard 5,5, Maxso 5,5, Rasmussen 5,5; Hjulsager 6,5, Norgaard 6, Vigen-Christensen 5,5, Borsting 5,5 (79' Duelund s.v.); Andersen 6 (80' Hansen s.v.), Ingvartsen 5 (72' Zohore 5,5). Ct. Frederiksen 5,5

Video - Da Donnarumma a Ñíguez: i migliori talenti dell'Europeo Under 21

01:47
0
0