Getty Images

Mondiale per club: Romarinho manda avanti l’Al-Jazira, Auckland ko

Mondiale per club: Romarinho manda avanti l’Al-Jazira, Auckland ko

Il 06/12/2017 alle 20:11Aggiornato Il 06/12/2017 alle 22:12

Dal nostro partner Agenti Anonimi

Il Mondiale per club si apre come di consueto con il playoff tra la squadra campione del paese ospitante (wild card) e la vincitrice dell’OFC Champions League, che da sei anni consecutivi viene conquistata dall’Auckland City dal sapore iberico: i neozelandesi sfidano l’Al-Jazira, concreta squadra emiratina allenata dall’olandese Henk ten Cate.

L’ex tecnico dell’Ajax schiera i suoi con un 4-2-3-1 nel quale Khalfan Mubarak, Boussoufa e Romarinho si schierano alle spalle del goleador Mabkhout, mentre l’Auckland a sorpresa abbandona il 3-4-3 visto ultimamente per virare a sua volta sullo stesso modulo: i veterani del mondiale per club schierano i pali Zubikarai (ex Real Sociedad), protetto da White, Berlanga, Kim e Iwata, mentre a centrocampo Tavano (italo-messicano) e Riera fanno da filtro e dovranno azionare il terzetto composto da Tade (veterano, 6 Mondiali per club da titolare), Howieson e McCowatt, schierati alle spalle del falso nueve De Vries. I neozelandesi vogliono vincere per tentare di ripetere il 3° posto di qualche anno fa, e partono subito forte: la prima occasione è dell’Auckland, con un tiro di De Vries che viene deviato in corner. L’ACFC fatica dietro per il pressing dell’Al-Jazira e di uno scatenato Romarinho, ma sembra poter controllare la partita col possesso palla e una buona attitudine offensiva tipica della squadra di Tribulietx: prova a segnare anche McCowatt, ma come nel peggiore degli scenari è l’Al-Jazira a sbloccare la sfida. Tutto nasce da un errore difensivo, che libera Romarinho: l’ex Corinthians e omonimo del figlio di Romario trova il gran tiro dalla distanza e batte un incolpevole Zubikarai, facendo chiudere il primo tempo sull’1-0.

La ripresa si apre con un Auckland in totale pressione, che vuole pareggiare e tentare la rimonta: Howieson è il motore delle azioni dei neozelandesi, provandoci prima in proprio e poi servendo White, che però non riesce a impegnare Khaseif. L’Al-Jazira si difende mischiando falli e attenzione della retroguardia, l’Auckland attacca ma non riesce a incidere offensivamente: le migliori occasioni arrivano tra il 65′ e il 75′, con una tripla chance sprecata dai neozelandesi. Il tiro al volo di Fabrizio Tavano termina a lato di pochissimo, e poi Khaseif salva prima sulla conclusione ravvicinata di Tade (che gli tira addosso) e poi sull’ennesimo tiro di De Vries. Gli emiratini si fanno vedere solo con un tiro debole di Mabkhout, e riescono nell’impresa di vincere 1-0 col loro unico tiro in porta: sconfitta che fa male per l’Auckland, autore di 11 tiri nello specchio e dominatore della sfida, ma tant’è. Al-Jazira ai quarti di finale, e sfiderà gli Urawa Reds domenica alle 17.30: chissà se in quella sfida ci saranno più spettatori, le misere 4.246 presenze odierne fanno riflettere sul senso di questa trasferta negli Emirati Arabi Uniti…

Video - Infinito Caracciolo, l'Airone del Brescia: ultima bandiera del nostro calcio

01:29
0
0