Getty Images

Germania e Cile si annullano a vicenda: 1-1 e semifinale rinviata per entrambe

Germania e Cile si annullano a vicenda: 1-1 e semifinale rinviata per entrambe

Il 22/06/2017 alle 21:51Aggiornato Il 22/06/2017 alle 22:04

Uno scatenato Sanchez porta in vantaggio dopo pochi minuti i sudamericani, diventando il miglior marcatore nella storia della Roja; di Stindl il pari tedesco a pochi minuti dall'intervallo. Le due nazionali rimangono le grandi favorite per la qualificazione: a entrambe basterà un pareggio all'ultimo turno.

Nulla è ancora deciso nel gruppo B della Confederations Cup, nonostante prima del match Germania e Cile avessero nelle proprie mani la possibilità di decidere con 90 minuti d'anticipo il proprio destino. Tutto rinviato all'ultima giornata: l'1-1 di Kazan consente a entrambe le nazionali di avanzare a 4 punti, con Camerun e Australia fermi a uno solo, e dunque chi siano le due grandi favorite per accedere alla semifinale è piuttosto evidente. Non basta alla nazionale di Pizzi un Alexis Sanchez in splendida forma, a segno dopo pochi minuti e da stasera al primo posto nella classifica marcatori della storia cilena: la Germania B non ha la medesima qualità dei titolari, nemmeno portati in Russia, ma l'orgoglio tedesco evita se non altro la sconfitta grazie al secondo gol in due gare di Stindl, il giustiziere della Fiorentina in Europa League. Gara bella per un tempo, a tratti entusiasmante, poi scemata d'intensità dopo l'intervallo. Un equilibrio che indica come sia Germania che Cile sperino e vogliano fare la voce grossa fino in fondo. Ultimi 90 minuti decisivi, come detto: Germania contro Camerun a Sochi, Cile contro Australia a Mosca. Nel tardo pomeriggio di domenica il gruppo B avrà i suoi verdetti.

La cronaca della partita

6 minuti e il Cile è già avanti: erroraccio in disimpegno di Mustafi che si fa beffare dal pressing di Vidal, Sanchez si imbuca in area e col sinistro fredda ter Stegen. La Germania prova a reagire, ma crea solo opportunità parziali con Draxler e Stindl. Chi ha la chance vera, semmai, è Vargas: al 20' l'ex napoletano recupera al limite, spara e centra in pieno la parte interna della traversa a portiere battuto. È il miglior momento per i sudamericani, che grazie a un imprendibile Sanchez costringono gli avversari a difendere lo svantaggio minimo. E così è quasi una sorpresa che, a 4 minuti dall'intervallo, la Germania trovi il pareggio: imbucata di Emre Çan per Hector, che centra bene trovando la deviazione vincente in spaccata di Stindl. Prima dell'intervallo, ancora Cile: Sanchez è una furia e calcia da fuori, ma ter Stegen si allunga togliendo dalla porta il pallone.

Lars Stind (Deutschland)

Lars Stind (Deutschland)Imago

Meno ritmo e meno intensità al rientro dagli spogliatoi: più che comprensibile, dopo un primo tempo a mille all'ora. Sempre Cile maggiormente pericoloso e sempre Sanchez a spaventare ter Stegen: la sua morbida punizione dal limite si adagia però sulla parte superiore della rete. Isla e Vidal non trovano la porta avversaria, poi la Germania inizia a prendere campo, pur non creando situazioni particolarmente limpide dalle parti di Herrera: solo il solito Stindl costringe il portiere della U de Chile a un balbettante intervento in due tempi. Finale con qualche timido e impreciso tentativo di qua e di là, ma nulla che possa mutare l'esito della gara: a Kazan finisce 1-1. Servirà ancora una giornata per determinare le due qualificate del gruppo B alle semifinali.

La statistica chiave

38° gol con la maglia del Cile per Alexis Sanchez, che diventa così il massimo marcatore della storia della Roja: superato Marcelo Salas, fermo a 37.

Il tweet

Anche l'Arsenal gongola per il record di Alexis Sanchez. Ma nella prossima stagione il cileno giocherà ancora a Londra?

Il migliore in campo

Sanchez. Prestazione splendida, a prescindere dal gol che lo consegna alla storia cilena. Partendo da sinistra è mortale e crea pericoli in serie, calciando o servendo assist al bacio ai compagni. Devastante.

alexis

alexisGetty Images

Il peggiore in campo

Mustafi. Disastroso dall'inizio alla fine. Un suo disimpegno sbagliato è fatale e regala il vantaggio al Cile, poi con Sanchez è un mal di testa continuo.

Il tabellino

Germania (5-4-1): Ter Stegen; Kimmich, Ginter, Mustafi, Süle, Hector; Goretzka, Rudy, Emre Çan, Draxler; Stindl. Ct. Löw

Cile (4-3-3): Herrera; Isla, Medel (71' P. Diaz), Jara, Beausejour; Aranguiz (90' Silva), M. Diaz, Hernandez; Vidal, Sanchez, Vargas (82' Rodriguez). Ct. Pizzi

Arbitro: Alireza Faghani (Iran)

Gol: 6' Sanchez (C), 41' Stindl (G)

Note: ammoniti Stindl (G), Rudy (G), Sanchez (C)

Video - Il gol più strano dell'anno? Movsisyan zittisce tutti così

00:26
0
0