Getty Images

Il Messico manda ko la Russia e vola in semifinale da secondo, padroni di casa eliminati

Il Messico manda ko la Russia e vola in semifinale da secondo, padroni di casa fuori
Di Eurosport

Il 24/06/2017 alle 18:54Aggiornato Il 24/06/2017 alle 19:11

I gol di Araujo e Lozano rimontano la rete di Samedov. La VAR annulla il gol del difensore messicano della Roma Hector Moreno, la Tricolor passa come seconda dietro al Portogallo per differenza reti.

Il Messico di Osorio non stecca contro i padroni di casa della Russia, vince 2-1 e si qualifica con grande merito alle semifinali della Confederations Cup 2017. I gol di Araujo, al 30', e di Lozano al 52', hanno permesso ai messicana di ribaltare il momentaneo vantaggio russo siglato da Samedov. I messicani chiudono al secondo posto il girone A, dietro al Portogallo di Cristiano Ronaldo per differenza reti, e ora attendono di conoscere l'avversario che presumibilmente sarà una tra Cile e Germania che domani affronteranno rispettivamente Australia e Camerun. Grande protagonista di questa partita è stata la VAR che ha annullato, giustamente, il gol del 3-1 del Messico per fuorigioco del difensore della Roma Hector Moreno.

La cronaca

Nel primo tempo è subito la Russia la squadra più aggressiva e al 12 va vicina al gol con Zhirkov. Al17 i russi reclamano un penalty per fallo di un difensore messicano su Zhirkov: tutto regolare per l’arbitro. Il vantaggio, però, non tarda ad arrivare visto che al 24’ Samedov buca Ochoa dopo che in precedenza Smolov aveva colpito il palo. Il vantaggio dei russi però dura poco visto che al 30’Araujo pareggia di testa: incerto nella circostanza il portiere Akinfeev.

Nella ripresa arriva come un lampo il gol del 2-1 del Messico con Lozano che approfitta di un’incertezza di Dzhikiya e Akinfeev e batte l’estremo difensore russo. Al 57’ Erokhin va vicinissimo al gol del 2-2 e 3 minuti dopo il Messico va sul 3-1. L’arbitro Mirdasi prima convalida ma poi viene richiamato dalla VAR e annulla per il fuorigioco di Moreno. Al 68’ la Russia rimane in 10 contro 11 per l’espulsione, per doppio giallo, di Zhirkov. La Russia dopo l'espulsione di uno dei suoi uomini di maggiore esperienza non riesce più a pungere la difesa messicana. Finisce 2-1 per il Messico a Kazan: gli uomni di Osorio si qualificano alla semifinale di Confederation Cup 2017.

La statistica chiave

La VAR dimostra la sua utilità nel secondo tempo, al minuto 60. Hector Moreno va in gol ma l’arbitro Mirdasi viene richiamato dalla Video Assistant Referee e si resta sul 2-1. In quel momento, se fosse stato convalidato il gol, il Messico sarebbe stato primo nel girone a discapito del Portogallo che stava vincendo per 2-0 sulla Nuova Zelanda.

Il tweet da non perdere

Il migliore

Hector Moreno: il nuovo difensore della Roma si disimpegna benissimo e dimostra ancora una volta di avere un grande feeling con il gol. Peccato che la VAR l'abbia pizzicato in fuorigioco: questo ragazzo sarà un ottimo rinforzo per il reparto difensivo di Eusebio Di Francesco.

Il peggiore

Yuri Zhirkov: dovrebbe essere l’uomo di classe, qualità ed esperienza per la Russia ed invece diventa un peso quando si fa espellere al minuto 68 per una gomitata ingenua ai danni di Lozano. Nel complesso il 33enne non incide quasi mai e costringe i suoi ad affondare prima del tempo.

Il tabellino

Messico (4-3-3): Ochoa; Araujo, D. Reyes (39’ L. Reyes), Hector Moreno, Layun; Dos Santos, Herrera, Guardado (70’ Alanis); Vela (46’ Aquino), Hernandez, Lozano. Allenatore: Osorio.

Russia (3-4-2-1): Akinfeev; Vasin, Dzhikiya, Kudryashov; Samedov, Erokhin (71’ Smolnikov), Glushakov, Bukharov (64’ Poloz); Golovin, Zhirkov, Smolov (78’ Kanunnikov). Allenatore: Cherchesov.

Reti: 24’ Samedov (R), 30’ Araujo (M), 52’ Lozano (M)

Ammoniti: Zhirkov (R), Guardado (M), Kudryashov (R), Vasin (R), Golovin (R), Alanis (M)

Espulso: 68’ Zhirkov (R)

Video - Messi 3.0, le tre fasi della straordinaria carriera del fuoriclasse argentino

01:14
0
0