Getty Images

La Germania cala il poker contro il Messico: tedeschi per la prima volta in finale

La Germania cala il poker contro il Messico: tedeschi per la prima volta in finale
Di Eurosport

Il 29/06/2017 alle 21:51Aggiornato Il 29/06/2017 alle 22:15

La doppietta di Goretzka e i gol di Werner e Younes permettono alla Germania di andare in finale dove affronterà il Cile

La Germania di Joachim Löw è cinica e spietata contro il Messico di Osorio. I tedeschi liquidano con un secco 4-1 gli avversari grazie alla doppietta di Leon Goretzka, tra il 6 e l’8 del primo tempo, e alle reti di Timo Werner al 59’ e di Younes al 91'. Inutile il gol della bandiera di Marco Fabian, sul 3-0. La Germania, finalmente, è riuscita ad ottenere la sua prima finale in Confederations Cup alla terza partecipazione e domenica, affronterà in finale il Cile di Pizzi che ieri sera ha fatto fuori il Portogallo campione d’Europa di Cristiano Ronaldo. Le due squadre si sono già affrontare nel girone e la sfida è terminata sul punteggio di 1-1 frutto delle reti di Sanchez e Stindl. Chissà chi la spunterà tra le due nazionali che hanno di gran lunga dimostrato di essere le migliori del torneo.

La cronaca

La Germania parte fortissimo nel primo tempo e nel giro di due minuti segna due gol con Leon Goretzka che ben imbeccato da Henrichs, nella prima rete e Werner nella seconda manda al tappeto il Messico. Al 19’ la nazionale di Osorio rischia di capitolare ma Werner grazia Ochoa a pochi passi dalla porta. Questo pericolo sembra svegliare il Messico che pian piano sale di tono e si fa vedere dalle parti di ter Stegen. Al 33’ i due dos Santos, Giovani e Jonathan vanno alla conclusione trovando la parata sicura del numero uno dei tedeschi. Al 35’ il Messico costruisce la più nitida occasione da gol della sua partita con Hernandez che non riesce a segnare da ottima posizione e spreca tutto.

Nella ripresa la Germania cala il tris con Timo Werner nella più bella azione della Germania. Draxler apparecchia per Hector che serve l'attaccante del Lipsia che tutto solo fa secco Ochoa. Al 76' Jimenez centra la traversa e all'84 ter Stegen compie il miracolo sul colpo di testa di Marquez. All'89' il Messico accorcia le distanze con Fabian, il migliore dei suoi di gran lunga. Due minuti dopo, però, Younes ristabilisce le distanze con il gol del 4-1 su assist di Emre Can.

La statistica chiave

La Germania ha vinto la gara grazie alla velocità, all'aggressività, ai tagli in verticale e al gioco sulle fasce. Löw ha stravinto dal punto di vista tattico nei confronti del collega Pizzi.

Il tweet da non perdere

Il migliore

Leon Goretzka: spacca la partita con una doppietta da urlo che permette alla Germania di giocare sul velluto. Il 22enne dello Schalke 04 gioca con una grande personalità e trascina i suoi verso la prima finale della storia in Confederations Cup

Il peggiore:

Hector Moreno: il difensore della Roma ha disputato nel complesso una grande manifestazione. Questa sera, però, è stato spesso in balia degli attaccanti tedeschi che gli hanno fatto venire il mal di testa. Da rivedere.

Il tabellino

GERMANIA: Ter Stegen; Henrichs, Ginter, Rüdiger, Hector; Kimmich, Rudy, Goretzka (67’ Emre Can), Draxler (82’ Younes); Werner, Stindl (77’ Brandt). Ct: Joachim Löw

MESSICO: Ochoa; Layun, Araujo, Moreno, Alanis, Herrera, Dos Santos J (67’ Marquez), Aquino (46’ Lozano), Dos Santos G (63’ Fabian), Hernandez, Jimenez. Ct: Juan Carlos Osorio

Reti: ‘6 e ‘8 Goretzka (G), 59’ Werner (G), 89’Fabian (M), 91’Younes (G)

Ammoniti: Jimenez (M), Emre Can (G)

0
0