Getty Images

Le pagelle di Cile-Germania 0-1: Werner ficcante, Diaz disastroso

Le pagelle di Cile-Germania 0-1: Werner ficcante, Diaz disastroso

Il 02/07/2017 alle 22:30

Il tridente tedesco mette spesso in difficoltà la difesa sudamericana: decisivo Stindl, autore del gol, ma bene anche Draxler. E la difesa tiene con Mustafi e Rüdiger. Sanchez e compagni iniziano bene, ma il centrocampista rovina tutto.

Cile

Claudio BRAVO 6 - L'intervento di fine primo tempo su Goretzka tiene in partita in Cile. Sempre attento, ma non deve sudare più di tanto.

Mauricio ISLA 6,5 - Un treno. Ara la propria fascia di competenza andando continuamente all'assist e al cross per i compagni. Immarcabile nel primo tempo, meno costante dopo l'intervallo.

Gary MEDEL 7 - Ottima prestazione del jolly nerazzurro, che gioca con attenzione non sbagliando nulla. Fisico e grinta al servizio della squadra.

Gonzalo JARA 5 - Fondamentale con un salvataggio su Werner, ma protagonista in un paio di episodi negativi: regala a Goretzka la palla del possibile 2-0 e colpisce con una gomitata Werner, venendo incredibilmente graziato da Mazic.

Jean BEAUSEJOUR 5 - Molto meno effettivo e ficcante rispetto a Isla: non è un caso che dalla sua fascia, diversamente da quella del compagno, non si creino occasioni pericolose.

Charles ARANGUIZ 6,5 - In mezzo al campo corre come un indemoniato, sdoppiandosi tra l'opera di distruzione e i suoi consueti inserimenti: per sua sfortuna, non vincenti (dall'81' Edson PUCH 6 - Non demorde e quasi regala a Sagal il pallone dell'insperato 1-1)

Marcelo DIAZ 4,5 - Non gioca peggio di tanti altri, anzi. Ma l'erroraccio che regala il vantaggio alla Germania piega in due nel morale il Cile. Sfortunato nelle finali: nella Copa America dell'anno scorso era stato espulso già nel primo tempo (dal 53' Leonardo VALENCIA 6 - Buon ingresso in campo del piccoletto, che porta vivacità e buoni spunti creando scompiglio nella difesa tedesca)

Pablo HERNANDEZ 5 - Ha i piedi buoni, specialmente il sinistro, ma non lo fa notare. Entra poco nel vivo dell'azione, spegnendosi presto.

Arturo VIDAL 6,5 - Trova spesso spazio tra centrocampo e attacco, diventando l'uomo in più per gli attacchi del Cile. Buona l'attitudine, anche se non riesce a trovare il gol.

Eduardo VARGAS 5,5 - Ha parecchie opportunità per far male alla Germania, ma non le sfrutta: impreciso alla conclusione, poco concreto, a volte dannoso quando spreca buone manovre dei compagni (dall'81' Angelo SAGAL 5 - Ha una palla buona e la spreca ignobilmente, mancando la porta quasi vuota da pochi metri)

Alexis SANCHEZ 6 - Non si può dire che non ci provi, ma stavolta non è un fattore come lo era stato nella prima gara contro la Germania. Anche se nel recupero proprio lui porta il Cile a un passo dall'1-1.

Ct. Juan Antonio PIZZI 6 - Splendido per 20 minuti, il suo Cile si affloscia dopo lo svantaggio. Ma la generazione d'oro della Roja non si abbatta: altre soddisfazioni arriveranno.

Finale: Mustafi (Deutschland) im Zweikampf mit Vargas (Chile)

Finale: Mustafi (Deutschland) im Zweikampf mit Vargas (Chile)Getty Images

Germania

Marc-André TER STEGEN 6,5 - Non preciso in un paio di disimpegni, benissimo quando deve ergersi a protagonista: il suo intervento finale su Sanchez vale la Confederations Cup.

Matthias GINTER 6 - Svolge bene il proprio compito per quasi tutta la gara, anche se nel recupero la combina grossa: lo scoordinato intervento su Sanchez al limite rischia di compromettere tutto.

Shkodran MUSTAFI 7 - Se nella gara dei gironi era assurto a protagonista negativo, stavolta non sbaglia praticamente nulla: zero rischi, tanta attenzione difensiva.

Antonio RÜDIGER 7 - Fondamentale nel chiudere lo spazio per la conclusione ad Aranguiz, già dopo pochi minuti. E anche nel resto della gara se la cava egregiamente.

Joshua KIMMICH 6 - Poco appariscente in attacco, ma preziosissimo nell'azione difensiva: dalla sua parte il Cile non riesce praticamente mai a sfondare.

Leon GORETZKA 6 - Fatica tanto, specialmente nella prima parte di gara, lasciandosi andare a più di un errore di misura. Poi si riprende, anche se manca il raddoppio davanti a Bravo (dal 92' Niklas SÜLE s.v.)

Sebastian RUDY 6 - In coppia con Goretzka ha qualche difficoltà nel "leggere" Vidal, spesso libero alle sue spalle. Non semplice tenere il passo dei cileni, ma anche lui dà il proprio contributo difensivo.

Jonas HECTOR 6 - Così come Kimmich, difende più che attaccare. Ha maggiori difficoltà rispetto al compagno, dovendo marcare Isla, ma alla fine se la cava.

Lars STINDL 6,5 - Gara di sostanza da parte di uno che fa le cose giuste al momento giusto. Si sacrifica difensivamente, compare quando c'è bisogno di lui e segna il gol decisivo.

Timo WERNER 7 - Sempre pericoloso, sempre pungente quando viene trovato dai compagni. Il suo contributo nell'azione del gol di Stindl, poi, è determinante (dal 79' Emre ÇAN s.v.)

Julian DRAXLER 6,5 - Devastante quando parte in velocità palla al piede, geniale nel trovare varchi per i compagni liberi. Nei migliori momenti della Germania il suo contributo è evidente.

Ct. Joachim LÖW 7 - Che gli si può dire? Ha portato in Russia una formazione B e ha vinto anche con quella, bissando il trionfo nel Mondiale di tre anni fa. Si chiama mentalità vincente.

Video - Gol da fuori area e assist al bacio: Montreal è già ai piedi di Dzemaili

01:53
0
0