Getty Images

Leno mette i brividi, ma la Germania vince all'esordio: 3-2 all'Australia

Leno mette i brividi, ma la Germania vince all'esordio: 3-2 all'Australia

Il 19/06/2017 alle 18:55Aggiornato Il 20/06/2017 alle 13:06

Buona la prima, almeno per il risultato, per la squadra di Joachim Löw che batte l'Australia grazie alle reti di Stindl, Draxler (rigore) e Goretzka. In campo anche Rüdiger, con il romanista che gioca a sinistra nella difesa a 3 dei tedeschi. Non bene, invece, il portiere Leno che regala due gol ai Socceroos (a segno con Rogić e Jurić). Nel finale si rivede anche Tim Cahill (98esima in Nazionale).

Doveva essere una Germania super, anche contando le assenze di spicco, con Joachim Löw che aveva portato in Russia una squadra sperimentale. Invece, è stata una Germania a due facce, brava in alcune fasi della gara (dominando il gioco), e troppo apprensiva in altre, facendosi rimontare dall'Australia grazie ad errori grossolani dell'intera fase difensiva. C'è Leno al posto di ter Stegen, e il portiere del Bayer Leverkusen ne combina di ogni: sia chiaro, il classe '92 non è scarso tra i pali, ma per gli interi 90 minuti non ha dato grande prova di sé, lasciando qualche dubbio sul suo (probabile) futuro in rossonero. Buona l'accoppiata Kimmich-Brandt sulla fascia destra, buoni i movimenti di Stindl e Goretzka tra le linee, ma la Grande Germania è durata 45 minuti e poco più, con il gol di Jurić ad infondere insicurezza e paure. Probabilmente, o meglio sicuramente, l'errore è stato portare una squadra inesperta a questa rassegna: ok che faranno esperienza, ma la Germania non si può presentare in un colpo solo senza Neuer e Götze (infortunati), Höwedes, Hummels, Khedira, Kroos, Özil, Schürrle, Boateng, Müller, Reus e Mario Gómez, giusto per citarne alcuni...

Cronaca

Germania subito alla ricerca del gol del vantaggio, e al 5' arriva l'1-0 con la rete di Stindl che tutto solo in area non può sbagliare dopo la sgroppata sulla destra di Brandt. È una Germania scintillante, con i tedeschi vicino al raddoppio con i colpi di testa di Goretzka e Sandro Wanger, e l'azione personale di Brandt. C'è anche l'occasionissima per Wagner che manca la porta di un soffio in tuffo, e quella di Brandt che cera il palo più lontano con un tiro da fuori, trovando però i guantoni di Ryan. Nella seconda parte del primo tempo si fa vedere anche l'Australia con Sainsbury che si mangia un gol a due passi dalla porta, e Rogić che trova il pareggio con un sinistro dalla distanza che beffa Leno. Neanche il tempo di festeggiare, che la Germania torna avanti: dal dischetto Draxler non perdona, dopo il fallo in area di Luongo su Goreztka.

Leon Goretzka machte gegen Australien ein starkes Spiel

Leon Goretzka machte gegen Australien ein starkes SpielGetty Images

In avvio di ripresa Goretzka mette al sicuro il risultato con un bell'inserimento sul cross di Kimmich, ma l'Australia riesce comunque a rientrare in partita con il tap-in vincente di Jurić. La punizione da cui nasce il gol è regalata proprio da Goretzka, ma l'errore decisivo è quello di Leno che devia solamente un pallone che sembrava in totale controllo dopo la conclusione di Rogić, regalando a Jurić la chance di segnare a due passi dalla porta (gol poi confermato dalla VAR). Löw cambia tutto inserendo Süle e Werner, ed è proprio l'attaccante del Lipsia a sfiorare il quarto gol con una grande giocata che lo porta a dribblare Degenek e Sainsbury ma a calciare sul palo. L'Australia, però, continua ad essere pericolosa con il neo entrato Troisi (ex Atalanta e Juventus) e Kruse. Entra anche Tim Cahill, alla sua 98esima presenza in Nazionale, ma il risultato non cambia con la Germania che vince all'esordio.

La statistica

13 - Il primo gol della Germania ai Mondiali del 2014 fu segnato dal n° 13 di quella Nazionale, ovvero Thomas Müller (4-0 al Portogallo). Anche oggi, il primo gol dei tedeschi è stato segnato da un n° 13: Stindl. Porterà fortuna ai tedeschi?

Video - La triste caduta di Mario Götze: da eroe Mondiale al dimenticatoio

01:54

Il Tweet

Sicuri che Leno possa essere una buona alternativa a Donnarumma?

Il migliore

Leon GORETZKA - Il centrocampista dello Schalke 04 lo si trova a tutto campo, in avanti a cercare il gol, a costruire l'azione, o a rientrare in quei casi in cui l'Australia riesce a superare la propria metà campo. Corridore instancabile, sfiora il gol nel primo tempo e conquista il rigore che porta al 2-1 di Draxler, assicura poi la vittoria con una rete in avvio di ripresa.

Il peggiore

Bernd LENO - Anche il portiere del Bayer Leverkusen è nella lista dei papabili per sostituire Donnarumma al Milan, ma quest'oggi il classe '92 non ha dato grande prova di sé. Con i piedi si mostra in difficoltà ad inizio partita, poi regala - in pratica - due gol all'Australia. 'Molle' sul gol di Rogić nel primo tempo, ancora peggio sulla conclusione - sempre - di Rogić nella ripresa, regalando il tap-in vincente a Jurić.

Jurić - Australia-Germany - FIFA Confederation Cup 2017 - Getty Images

Jurić - Australia-Germany - FIFA Confederation Cup 2017 - Getty ImagesGetty Images

Tabellino

Australia-Germania 2-3

Australia (3-2-4-1): M.Ryan; Degenek, Sainsbury, Wright; Luongo (46' R.Kruse), Milligan; Leckie, Mooy, Rogić (71' J.Troisi), Behich; Jurić (87' T.Cahill). All. Ange Postecoglou

Germania (3-1-4-1-1): Leno; Kimmich, Mustafi, Rüdiger; Rudy; Brandt (63' Süle), Goretzka, Draxler, Hector; Stindl (78' Emre Can); Sandro Wagner (58' Werner). All. Joachim Löw

Marcatori: 5' Stindl (G); 41' Rogić (A); 44' rig. Draxler (G), 48' Goretzka (G); 57' Jurić (A)

Arbitro: Mark Geiger

Ammoniti: 55' Goretzka, 64' Sainsbury

Espulsi: nessuno

Video - Tutte le opzioni nel futuro di Cristiano Ronaldo

01:14
0
0