From Official Website

Avere Wembley in camera da letto: la meraviglia degli stadi britannici in lego

Avere Wembley in camera da letto: la meraviglia degli stadi britannici in lego

Il 13/10/2017 alle 19:05Aggiornato Il 13/10/2017 alle 19:19

L'idea vincente di Brickstand, il marchio del giovane designer inglese Chris Smith, tifoso del Crystal Palace, arrivato a lanciare sul mercato 47 riproduzioni originali delle arene d'Oltremanica. L'obiettivo è arrivare a quota 92 "coprendo tutte le esidgenze dei tifosi di Premier e Football League. Perché il calcio è di tutti, non solo delle grandi squadre".

Appassionati di costruzioni (intesi come Lego) e, al contempo, di calcio britannico, preparatevi a un colpo al cuore. Di quelli che, però, fanno innamorare, perdere la testa, lasciare a metà le faccende più importanti. Ecco la collezione, ampliata a 47 esemplari, di fedelissime riproduzioni degli stadi britannici. Tutti da comporre grazie a Brickstand, il marchio messo sul mercato nel 2014 dal designer inglese 34enne Chris Smith, tifosissimo del Crystal Palace.

Un modellino per ogni squadra del calcio inglese: no al calcio mainstream

" L'obiettivo - spiega Chris - è quello di arrivare a 92 modellini, cercando di coprire tutte le arene, grandi o piccole che siano delle formazioni di Premier League, Championship, League One e Two. Perché ogni tisoso merita di essere rispettato. "

Parole che sottintendono una cultura che abbandoni il più possibile il concetto di "mainstream". Perché altri marchi, in effetti, nel recente passato, hanno proposto le riproduzioni di stadi come il Camp Nou, piuttosto che l'Allianz Arena:

Brickstand: La riproduzione in lego di Sincil Bank (Lincoln City)

Brickstand: La riproduzione in lego di Sincil Bank (Lincoln City)From Official Website

" Ma la mia visione è diversa, si tratta di celebrare tutti. Le local teams, in Inghilterra sono molto importanti, portano allo stadio tanti tifosi, quindi perché non rivolgersi anche a loro? Ho notato che per il baseball, in America, questo concetto della riproduzione degli stadi è già passato e funziona da tempo. Mi sono stupito nel vedere che i Gran Bretagna nessuno ci avesse mai pensato."

Tutto è partito da Selhurst Park

I modelli, ricostruiti in scala, sono mozzafiato, perfetti, esattamente uguali all'originale. Solo che sono fatti di mattoncini colorati (con tanto di scritte identificative sugli spalti). La prima creazione a vedere la luce? Ovviamente il Selhurst Park, casa del Palace, che si consola così in un momento non proprio esaltante per la squadra ora nelle mani di Roy Hodgson.

Brickstand: La riproduzione in lego di Selhurst Park

Brickstand: La riproduzione in lego di Selhurst ParkFrom Official Website

L'ultimo in ordine cronologico (ovvero il quarantasettesimo della lista)? Il Molineux, la casa dei Wolverhampton Wanderers.

Praticamente tutti riprodotti i maggiori stadi londinesi. L'unico che manca, attualmente, è il The Valley, sede del Charlton Athletic, acerrimo rivale del Crystal Palace e che, probabilmente, a causa della fede calcistica dell'intraprendente designer, sarà l'ultimo a venire immesso sul mercato.

Anfield sul comò: You'll never dream alone

Tutte le riproduzioni sono grandi, più o meno, 50 centimetri sia in lunghezza che in larghezza e si aggirano, come costi tra le 250 e le 300 sterline. Sono visualizzabili ed ordinabili attraverso il sito ufficiale www.brickstand.co.uk. Attiva anche la relativa pagina facebook @brickstand.

E' stato riprodotto anche qualche catino di squadre della non-League, sino ad arrivare i mostri sacri di Wembley, Ibrox, Celtic Park, Old Trafford, Stamford Bridge, The Emirates (ed Etihad) Stadium, Anfield Road. E chi più ne ha più ne metta. Una bella idea per il regalo di Natale. Roba da You'll never... dream alone.

Video - Tra fortezze e treni a vapore: i 10 stadi più strani del mondo

01:28
0
0