Kolo Tourè si ritira ufficialmente, sarà collaboratore di Rodgers al Celtic

Kolo Tourè si ritira ufficialmente, sarà collaboratore di Rodgers al Celtic

Il 16/09/2017 alle 14:58Aggiornato Il 16/09/2017 alle 15:05

Dal nostro partner Agenti Anonimi

Kolo Tourè si ritira dal calcio giocato e firma con il Celtic, sarà assistente dell’allenatore Brendan Rodgers. Finisce così la carriera di uno dei più forti difensori africani della storia, fratello dell’altra leggenda ivoriana Yaya Tourè.

“E’ un nuovo capitolo della mia carriera, un nuovo inizio. Per me, il calcio giocato è finito“. Con queste parole l’ex Arsenal ha ufficializzato la notizia al sito ufficiale dei biancoverdi di Glasgow, definendosi “ufficialmente ritirato dal calcio e pienamente concentrato sull’allenamento“. Le sue competenze non saranno soltanto relative alla prima squadra ma saranno estese al settore giovanile, in termini di valorizzazione e sviluppo.

Tourè era già stato assistente allenatore della nazionale ivoriana nei mesi scorsi. “Non è un grande cambiamento rispetto a ciò che faccio ora“, si legge ancora sul sito del Celtic, “sono sempre stato il tipo di giocatore che cerca di aiutare le persone intorno a me. Ora proverò a dare consigli, ad aiutare i giovani calciatori e guidarli con tutta l’esperienza che ho maturato nella mia carriera“. L’ormai ex difensore era già stato assistente allenatore al Celtic nella seconda metà della scorsa stagione. L’ivoriano spende anche parole d’elogio per Brendan Rodgers: “E’ uno dei migliori allenatori giovani al mondo, posso imparare tanto lavorando a stretto contatto con lui e il suo staff ogni giorno. Cosa sta facendo per il Celtic è sotto gli occhi di tutti, sta svolgendo un lavoro incredibile“.

Risposta di Rodgers: “E’ una grande notizia avere con noi un giocatore della sua esperienza. Ha lavorato con i migliori club al mondo e ha qualità che ogni giocatore vorrebbe avere, a qualsiasi età. Sarà un modello per i nostri giovani, portatore di un’esperienza impensabile anche per i ragazzi della prima squadra“.

Tourè, 36 anni, è cresciuto negli ivoriani del Mimosas. Nel 2002 l’Arsenal lo porta in Europa per appena 0,18 milioni, facendone un pilastro difensivo. Nell’estate 2009 passa al Manchester City per 18,7 milioni, prezzo notevolissimo per un difensore centrale. E’ il 2013 quando comincia a costo zero l’ultima avventura con il Liverpool, con più luci che ombre. A luglio dello scorso anno passa al Celtic per chiudere la carriera. Ha vinto 2 Premier League, 4 FA Cup, 2 Supercoppe d’Inghilterra, un campionato scozzese, una Coppa e una Supercoppa di Scozia, oltre alla Coppa d’Africa 2015 con la Costa d’Avorio.

Stefano Francescato

0
0