Getty Images

Intralcia l’ordine pubblico: “The Iranian Messi” finisce in questura

Intralcia l’ordine pubblico: “The Iranian Messi” finisce in questura

Il 09/05/2017 alle 09:16

Dal nostro partner Agenti Anonimi

Nei giorni scorsi, all’interno del web circolavano in modo quasi virale alcuni video con protagonista un ragazzo iraniano.

Stiamo parlando di Reza Parastesh, studente di 25 anni e, sotto il profilo estetico, pressoché identico al fuoriclasse argentino. È il suo sosia per antonomasia.

Ma c’è dell’altro: ogni volta che “The Iranian Messi” esce di casa, rigorosamente con la maglia del Barcellona e con un pallone da calcio, viene costantemente preso d’assalto dalla folla. I numerosissimi fans non esitano infatti a strappare un selfie con lui.

È quasi superfluo indicare l’incredibile popolarità che questo ragazzo ha guadagnato, tra interviste e contratti pubblicitari.

Tuttavia, l’essere sosia di un vip del calibro di Messi può portare anche degli svantaggi. Già, perché ieri, non appena era arrivato in macchina nella città di Hamaden, il ragazzo era stato talmente preso d’assalto dalla calca di tifosi, fino al punto che la polizia locale gli ha sequestrato l’auto e lo ha portato in Questura. Il motivo? Reza stava intralciando l’ordine pubblico. Il traffico era quasi completamente bloccato. “The Iranian Messi” è comunque stato rilasciato poco dopo.

Al riguardo, così si è espresso: “Ora le persone mi vedono davvero come il Messi iraniano, e vogliono anche che io lo imiti. Inizialmente era una cosa incredula. Sono davvero felice di fare felici le persone quando mi vedono, è una cosa che mi trasmette un sacco di energia”.

Reza ha anche affermato che si sta esercitando nell’imparare nuovi trucchi calcistici al fine di interpretare meglio questo più che singolare ruolo.

Raffaele Campo (@CampoRaffaele)

Video - Federer-Nadal, Messi-Ronaldo e Ali-Frazier: le 11 più grandi rivalità sportive di sempre

01:57
0
0