AFP

Cahill fa +13! Gol nel finale con lo Stoke, il Chelsea vede il titolo

Cahill fa +13! Gol nel finale con lo Stoke, il Chelsea vede il titolo

Il 18/03/2017 alle 17:58Aggiornato Il 18/03/2017 alle 18:18

E' un gol del difensore, in mischia, a tre minuti dalla fine, a regalare 3 punti di colossale importanza ai Blues che scappano così a +13 sulle seconde in classifica. Al vantaggio di Willian aveva risposto il pari di Walters, poi appunto il gol del capitano del Chelsea per l'1-2 finale. Dall'esultanza finale di Conte più di un segnale del peso di questa partita.

Il peso del gol di capitan Gary Cahill, arrivato in mischia a 3 minuti dalla fine, lo si misura soprattutto dall’esultanza e dalla reazione di Antonio Conte. Il tecnico dei Blues prima si appende letteralmente alla panchina, poi, al triplice fischio, entra in campo per abbracciare tutti uno a uno. Lo sa anche lui: con questa vittoria a Stoke on Trent può praticamente dirsi conclusa la Premier League. Vincerà il Chelsea. E non ci sono più dubbi a riguardo. Non è solo una questione numerica – i Blues scappano a +13 su Tottenham e Manchester City, entrambe impegnate domani – quanto piuttosto la definitiva garanzia della fame di questa squadra, della mentalità. Una creatura a immagine e somiglianza del solito Antonio Conte, fine tecnico e assoluto leader emotivo. Ecco perché a 10 giornate dalla fine – 30 punti in palio e ancora 5 partite da giocare in casa – quello del Chelsea è un vantaggio definitivo. Alle altre il compito di lottare per la Champions. Sì, probabilmente l’avevamo già accennato nelle scorse settimane. Ma dopo oggi, davvero, non ci sono più dubbi.

La cronaca

Lo Stoke City dimostra di averla preparata benissimo, con una tattica aggressiva e volta a provare a sorprendere il Chelsea dal punto di vista fisico. E il piano funzionerebbe anche, se non fosse per il paperone di Grant, davvero ingenuo a farsi sorprendere sul primo palo dalla punizione di Willian. Da lì è un relativo controllo del Chelsea, che però subisce nel finale di tempo la reazione di orgoglio dello Stoke City. Prima i Potters troverebbero il gol del pari col colpo di testa di Martins Indi – annullato per un presunto fallo di Berahino nella mischia – ma 3 minuti dopo l’arbitro compensa con un rigore – altrettanto dubbio – di Cahill su Walters. Insomma, all’intervallo lo Stoke ci va sull’1-1, riuscendo più o meno nel suo piano battaglia.

Nel secondo tempo però il Chelsea è decisamente più pimpante e convinto, montando le tende nella metà campo dei Potters. Il fortino dello Stoke regge a lungo, Grant si riscatta anche con un paio di parate importanti – su tutte una su Pedro –, Alonso coglie la traversa con una splendida punizione… ma alla fine sempre poter reggere il pari. Poi, però, la doppia fesseria di Pieters, che letteralmente cotto dalla stanchezza regala un banale angolo: corner, mischia, Pieters cerca di levare un comodo pallone destinato a Grant rinviandolo malissimo… Cahill è lì e scarica di potenza sotto la traversa. Addio fortino dello Stoke e via alla festa del Chelsea. Durerà, con ogni probabilità, fino a maggio.

La statistica

Chelsea che resta imbattuto dal 4 di gennaio.

Il tweet

Il migliore

Alonso. Spinge per tutto il pomeriggio, cross, crea, colpisce una traversa incredibile su punizione.

Il peggiore

Pieters. Paga la doppia fesseria in 30 secondi. Invitato d’obbligo alla festa del Chelsea a fine anno.

Il tabellino

Stoke City (4-3-3): Grant; Bardsley, Shawcross, M. Indi, Pieters; Ramadan, Cameron, Allen; Arnautovic, Walters, Berahino (61’ Diouf).

Chelsea (3-4-3): Courtois; Azpilicueta, Luiz, Cahill; Moses (70’ Fabregas), Kante, Matic (83’ Loftus-Cheek), Alonso; Willian, Diego Costa, Pedro.

Gol: 13’ Willian, 87’ Cahill; 38’ rig. Walters.

Note – Ammoniti: Allen, Pieters, Indi, Cameron; Costa, Fabregas. Espulso Bardsley al 94’ per doppia ammonizione

0
0