Getty Images

Doppio Lukaku, Martial e Pogba: il Manchester United gioca a poker e rulla 4-0 il West Ham.

Doppio Lukaku, Martial e Pogba: il Manchester United gioca a poker e rulla 4-0 il West Ham

Il 13/08/2017 alle 18:52Aggiornato Il 13/08/2017 alle 19:25

Mister 75 milioni di pound apre il match e annichilisce gli Hammers, che nel finale crollano miseramente. Squadra di Mourinho in palla, aggressiva e affamata: è la più seria candidata a soffiare la Premier al Chelsea di Conte.

Il Manchester United è la squadra che, tra le sei candidate a scucire dal Chelsea di Conte il titolo di campione d'Inghilterra, ha convinto di più e di gran lunga in questa prima giornata di Premier. Il 4-0 sul malcapitato West Ham (zero idee per i londinesi di Bilić) parla da solo. Grinta, velocità, schemi quadrati e, soprattutto, fame di vittoria hanno fatto il resto nel pomeriggio odierno di Old Trafford, caratterizzato dalla doppietta del neoacquisto Romelu Lukaku e dalle reti allo scadere di Martial e Pogba.

Romelu Lukaku (Manchester United) au duel avec Pedro Obiang (West Ham) lors de la 1re journée (2017-18).

Romelu Lukaku (Manchester United) au duel avec Pedro Obiang (West Ham) lors de la 1re journée (2017-18).Getty Images

La cronaca della partita

Parte fortissimo la band di Mourinho, più in palla, più affamata di tre punti. Il neoacquisto dal Chelsea Nemanja Matić è un leone a metà campo e, al 18', confeziona una palla ghiottissima per Mata, fermato solamente da un'uscita provvidenziale, in spaccata. Immediatamente dopo, Musuaku e Ogbonna liberano su Lukaku a porta sguarnita. L'ex Toro e Juve è un autentico muro. Che però cede, al 33': Masuaku, attaccato al solito Matić, perde miseramente palla sulla trequarti, Rashford se ne va in contropiede e serve Lukaku. L'altro neoacquisto, quello dall'Everto per 75 milioni di sterline, spacca la porta e porta in vantaggio i Red Devils. Zero idee nel primo tempo per gli Hammers, che però ci provano, in pieno recupero, con una cannonata di Fernandes, respinta coi pugni da De Gea. Nella ripresa la trama non cambia: lo United si fa, se possibile, ulteriormente aggressivo e dilaga. Al 51', dopo un body-check inevitabile di Zabaleta sulla scheggia impazzita Rashford, Mkhitaryan batte una punizione che Lukaku gira di testa in fondo al sacco.

Romelu Lukaku bejubelt ein Tor gegen West Ham United

Romelu Lukaku bejubelt ein Tor gegen West Ham UnitedGetty Images

Arnautović, subito dopo, sfiora la traversa in elevazione ma è un fuoco di paglia: Rashford, prima di uscire all'80' in luogo a Martia, fa il diavolo a quattro e colpisce un palo interno con uno straordinario destro a giro. Allora i conti li chiudono lo stesso Martial - all'87' finalizzando un filtrante di Mkhitaryan - e Pogba, che al 90' fa quaterna con una staffilata dal limite imparabile per Hart.

Blind Manchester United

Blind Manchester UnitedGetty Images

La statistica chiave

Delle sei "favorite" al titolo, il Manchester United è l'unica squadra ad aver chiuso il primo tempo in vantaggio. Segnali di grinta, forza di volontà e, soprattutto, fame di vittorie.

Il tweet

Il migliore

Nemanja MATIĆ (Manchester United): giganteggia a centrocampo rubando palla e confezionando palloni strepitosi per Lukaku e Rashford, entrambi i quali meriterebbero anch'essi la palma di "migliore in campo".

Il peggiore

Arthur MASUAKU (West Ham): il franco-congolese perde uomini e palloni a profusione. Uno su tutti: quello costato il contropiede dell'1-0 dei Red Devils.

Il tabellino

MANCHESTER UNITED-WEST HAM 4-0

Manchester United (4-3-1): De Gea; Valencia, Bailly, Jones, Blind; Matić, Pogba; Mata (76' Fellain), Mkhitaryan (88' Lingard), Rashford (80' Martial); Lukaku. All.: Mourinho.

West Ham (4-2-3-1): Hart; Zabaleta, Reid, Ogbonna, Masuaku (81' Cresswell); Noble (61' Rice), Obiang; Fernandes (61' Sakho), Arnautović, Ayew; Hernández. All.: Bilić.

Arbitro: Martin Atkinson di Bradford.

Gol: 33' e 52', Lukaku (M), 87' Martial (M), 90' Pogba.

Note - Recupero: 1+3. Amminiti: Bailly, Zabaleta, Valencia, Ogbonna.

Video - Brighton&Hove Albion: la favola della nuova Premier League

01:26
0
0