Eurosport

Darbo, l'uomo che truffava i club, è stato smascherato

Darbo, l'uomo che truffava i club, è stato smascherato
Di Eurosport

Il 14/01/2017 alle 11:46

Incredibile storia che è passata anche dall'Italia: il falso giocatore che abbindolava le società di calcio ora è nella lista degli indesiderati

La Gazzetta dello Sport riporta una notizia incredibile. E' la storia di Alieu Darbo, passato anche dall'Italia e più precisamente dal Crotone: in apparenza un giocatore di calcio, in realtà un millantatore e un truffatore.

Il 10 al Crotone

Sintetizzando: Alieu Darbo, arrivato al Crotone nel 2014 e addirittura nuovo proprietario della maglia numero 10, fu annunciato dal club calabrese come un grande talento acquistato "in sinergia con uno dei più grandi club mondiali, il Bayern Monaco, che crede nel ragazzo e visto l’ottimo lavoro del Crotone con i giovani, ha segnalato il giovane attaccante". Dopo qualche giorno dall'accordo per il contratto triennale, però, Darbo riuscì a svincolarsi dal club accampando come scusa quella di insulti razzisti da parte dei tifosi. E questa è la sua storia in Italia.

Il modus operandi

A ogni società in cui si presentavano, il giocatore e il suo procuratore fornivano false referenze. Ma perché nessuno si accorgeva del fatto che questo individuo, in realtà, non era un vero calciatore? Perché il procuratore scongiurava ogni club di non effettuare un provino col ragazzo, in quanto tanto talentuoso quanto permaloso: un provino per mettere in dubbio le sue capacità l'avrebbe offeso. Poi, ogni volta, con una scusa riusciva a farsi cedere in prestito altrove.

L'esperienza in Grecia

Tra gli altri club truffati, c'è anche il Paok Salonicco, dove il direttore sportivo Zizis Vryzas, però, non si è fatto convincere del tutto: l'ex giocatore di Fiorentina e Torino, infatti, ha voluto controllare la lettera di referenze che gli era stata portata e firmata dal ds del Borussia Dortmund. Inevitabile dunque la chiamata a Zorc, che però disse di non conoscere affatto il ragazzo. Così Vryzas avrebbe raggiunto il ragazzo in albergo, intimandogli di andarsene e di non farsi più vedere. Altri club, però, sono stati vittime di questo truffatore, tra cui anche la Dinamo Zagabria. Ora che però, grazie ad Aftonbladet (la testata svedese) la storia è venuta a galla, probabilmente in ogni società di calcio europea c'è una foto segnaletica appesa al muro: quella di alieu Darbo, che nel frattempo, dopo un'esperienza a Malta, ha fatto perdere le sue tracce.

Video - Fantacalcio: i 5 giocatori su cui puntare

00:57
0
0