Getty Images

Edicola: Juventus-Allegri, triennale in vista. Milan, l'attacco è da rifare. Roma: sarà Emery

Edicola: Juventus-Allegri, triennale in vista. Milan, l'attacco è da rifare. Roma: sarà Emery

Il 21/04/2017 alle 07:50

Nel giorno del sorteggio per le semifinali di Champions League, arrivano le parole di elogio di Marotta per Allegri. Rinnovo in vista? Intanto si lavora a Milano (sponda rossonera, per un attaccante) e Roma (sponda giallorossa, per un allenatore).

Allegri, ora si pensa al rinnovo: un triennale sul tavolo

Marotta lancia segnali ad Allegri per il rinnovo del contratto: per il CorSpor presto ci sarà un vertice, sul tavolo una firma triennale.

  • La nostra opinione: "Non intravediamo screzi perché si debba interrompere questo matrimonio": Beppe Marotta proprio nella giornata di ieri ha tessuto le lodi dell'allenatore della Juventus. Tra i suoi meriti - parola sua - quello di riuscire a plasmare la rosa a sua disposizione fino a farla diventare vincente. C'è poco da dire a riguardo: i risultati parlano per lui e non stiamo nemmeno a ricordarli. Il lavoro in più fatto da Allegri è proprio mentale: inculcare la giusta mentalità ai propri giocatori, rendendoli sempre più capaci di gestire le situazioni anche a livelli altissimi. Il contratto di Allegri scade nel 2018, ma siamo certi che sarà rinnovato. Dopotutto, lui non sembra aver alcuna intenzione di andersene e la società non sembra avere alcuna intenzione di sostituirlo. E per una volta anche i tifosi saranno d'accordo, no?

Attacco Milan: Aubameyang, Morata o Benzema

Al Milan fervono i lavori di ricostruzione, e il calciomercato è molto in alto nella lista della nuova dirigenza: secondo la Gazzetta dello Sport, la priorità riguarda l'attacco, dove forse il solo Suso sarà riconfermato. Per il resto è caccia a una punta di valore: i nomi Aubameyang, Morata o Benzema.

  • La nostra opinione: Bacca non può rimanere - non si è mai trovato con Montella e la stagione in corso ha dimostrato che non è l'attaccante che fa per il Milan al momento, Lapadula potrebbe restare - ma sempre con un ruolo da comprimario o poco più, non può essere lui la punta titolare - Deulofeu e Ocampos sono destinati a partire, Suso va verso il rinnovo. Quindi è palese: al Milan manca il numero 9, quello vero o quello falso, ma comunque la punta in grado di finalizzare il gioco. E, vista la nuova proprietà, quale momento migliore per fiondarsi su un grande numero 9: Aubameyang e Morata costano tantissimo - qui bisognerà vedere quanti soldi si hanno a disposizione - Benzema, vista la stagione al ribasso, potrebbe venire via a meno, ma non si tratterebbe di un acquisto per il futuro ma solo per il presente (30 anni a dicembre). Mbappé sarebbe l'ideale, ma a meno che non sia milanista fin da piccolo, rimarrà un miraggio. No, probabilmente il nuovo attaccante del Milan non sarà nessuno dei nomi citati finora. Servono altre idee...

Roma: Emery alla Roma!

Secondo il "Corriere dello Sport" sarebbe stato raggiunto l'accordo per un contratto di 3 anni subordinato all'addio del tecnico al PSG: Monchi il regista dell'operazione. Il tutto se sarà ufficiale l'addio di Luciano Spalletti.

  • La nostra opinione: Mentre tutti gli altri quotidiani ci vanno più cauti, il CorSpor si espone: Sarri? Mancini? Sousa? No, il prossimo allenatore della Roma sarà Emery. La pista spagnola sarebbe la più calda in caso di post-Spalletti: ingaggio da top club (4,5 milioni di euro) per il pupillo di Monchi: questa premiata coppia insieme ha vinto tre Europa League con il Siviglia e hanno dimostrato di pensarla sempre allo stesso modo in chiave calciomercato. Da qui anche il nome di Jesus Navas, uscito negli ultimi giorni. In più paraddossalmente pretenderebbe meno soldi di altri allenatori in lizza. Tutto bene, ma mancano almeno tre elementi da questa equazione: Spalletti è ancora l'allenatore della Roma, Monchi non è ancora il ds e soprattutto Emery allena il PSG. Calma...

Video - La Juventus difende con gioia: ecco perché adesso fa paura a tutti

01:36
0
0