LaPresse

Higuain: "La Juventus ti trasforma in una macchina da guerra"

Higuain: "La Juventus ti trasforma in una macchina da guerra"
Di Eurosport

Il 14/01/2017 alle 10:00Aggiornato

In una lunga intervista rilasciata a Tuttosport, il Pipita parla a 360° della sua nuova avventura, di Dybala, Messi, della BBC e del suo vecchio Napoli.

Vincere, l'unica cosa che conta

" Sto vivendo una bella esperienza qui alla Juventus. Quando ho scelto ero consapevole di che mentalità avrei trovato: alla Juve vincere è l’unica cosa che conta e ti preparano per quello, ti trasformano in una macchina da guerra. Qui tutti hanno fame. I senatori hanno vinto per 5 anni di fila e continuano a dare l’esempio, allenandosi sempre alla grande e quando vedi gente così, ti viene ancora più voglia di lottare per gli obiettivi"

Quante bugie sulla Juve

" La dietrologia sulla Juve sempre aiutata dagli arbitri è la stessa che c’era al Real Madrid. Quando sei fuori non lo vedi, ti immagini altre cose, ma quando arrivi alla Juve ti rendi conto del perché vincano da anni"

Dybala un fenomeno

" Non sono un amico pressante e invadente. Paulo lo vedo sereno, non è disturbato dalla situazione e non mi ha chiesto nulla. Per tutta la vita nella Juventus? E' giovane, ha 23 anni, dipenderà dalla volontà sua e della società. Adesso il suo unico pensiero deve essere quello di lavorare per diventare un campione e restare a lungo ad alti livelli e ce la farà, ne sono sicuro. Ha la qualità e la testa, ma a volte quando sei giovane è difficile"

Capitolo Napoli

" A Napoli ho vissuto tre anni meravigliosi e sarò sempre grato alla gente. Sono ancora in contatto con molti dei miei ex compagni e anche con Sarri. Con De Laurentiis non mi sento. Al San Paolo sarà un'emozione"

Giocare con i migliori ti migliora

" Allenarsi con Chiellini, Bonucci e Barzagli è una bella prova: giocare con i migliori ti migliora. Sono i preferiti di mio padre. Il più cattivo è sicuramente Giorgio Chiellini"

Messi in Italia? Magari...

" Certo che consiglierei a Messi di venire qui. E' un torneo tosto, soprattutto a livello difensivo. Se Messi e Ronaldo in Serie A segnerebbero di meno non lo so, bisognerebbe vederli. A me l'Italia ha fatto bene, mi sono migliorato"

VIDEO - Fantacalcio: i 5 giocatori su cui puntare

Video - Fantacalcio: i 5 giocatori su cui puntare

00:57

0
0