Getty Images

Inter, Kondogbia spinge per la cessione e non va agli allenamenti. Medel ufficiale al Besiktas

Kondogbia non si presenta agli allenamenti, chiede la cessione. Medel ufficiale al Besiktas

Il 11/08/2017 alle 15:19Aggiornato Il 11/08/2017 alle 15:51

Dal nostro partner Agenti Anonimi

Un’incredibile notizia ha scosso l’ambiente Inter questa mattina: Kondogbia ha deciso di saltare l’allenamento odierno senza alcuna giustificazione.

Il centrocampista francese, classe 1993, dimostra così una volta per tutte la sua volontà di cambiare aria. Kondogbia, infatti, ha già un accordo con il Valencia e sta facendo di tutto per tornare in Spagna. L’Inter, dal canto suo, non lo reputa incedibile ma chiede un prestito con obbligo di riscatto, legato alle presenze, a 30 milioni di euro mentre il club spagnolo propone un diritto di riscatto a 20 milioni. La distanza tra i due club è abbastanza alta ma Kondogbia non ci sente: lui vuole assolutamente cambiare aria e forza la mano non presentandosi agli allenamenti. Ora la palla passa ai due club che dovranno sedersi al tavolo delle trattative per cercare una soluzione che accontenti entrambe le parti. Difficilmente l’Inter scenderà di molto dalle proprie richieste per evitare di realizzare una sanguinosa minusvalenza e quindi tocca al Valencia aumentare la propria offerta, consapevole del totale gradimento del centrocampista francese.

Inter-Kondogbia: un amore mai sbocciato che è destinato a terminare nel peggiore dei modi, con il calciatore che spinge per la cessione disertando gli allenamenti. Spalletti nella conferenza di presentazione chiede attaccamento alla maglia da parte dei suoi giocatori, Kondogbia rispondi così. Difficilmente i tifosi si strapperanno i capelli. Nel frattempo Spalletti non l'ha inserito nella lista dei convocati per l'amichevole di sabato sera col Betis.

La rabbia di Spalletti: "Così non si fa. Murillo ceduto"

" Sorpreso o amareggiato da Kondogbia? Lui ce l’aveva un po’ quest’idea di cambiare, gli viene da lontano purtroppo, ho provato a convincerlo, poi qualcuno gli è andato sotto forte probabilmente, deve avergli fatto delle promesse, ma devono essere condivise, devono farle anche a noi, non è che l’abbiamo pagato due lire. C’è una squadra che mi vuole, beh, parliamone, non è che se vuoi andare via ti vogliamo tenere per forza. Murillo vuole andar via, abbiamo parlato quando sono arrivato, ma c’era quest’idea, la società ha fatto una trattativa con i direttori e hanno trovato un accordo, penso si faccia così. Kondogbia? Ci ho già parlato, sono un po’ sorpreso, gli avevo fatto piccole promesse, per me è importante, forte, mi ci vuole un certo numero di centrocampisti per affrontare la lunghezza di un campionato. Mi aspetto di dare seguito alle risposte dei giocatori, della squadra, grande applicazione, professionalità e di fare un’altra buona prestazione. Dalbert? Magari a partita iniziata, valuteremo le sue condizioni, ha anche viaggiato, oggi c’è stato questo temporale e non si è potuto allenare, prima o dopo sarà della partita, devo parlargli. Tornare sul mercato? Attualmente non è questo il nostro discorso, vogliamo capire cosa è successo al ragazzo, sarà una cosa che gli darà dei ripensamenti, così non si può fare."

Medel va al Besiktas e saluta tutti

Infine Gary Medel è ufficialmente un nuovo giocatore del club turco. Il centrocampista cileno ha infatti lasciato Milano e l'Inter ed è già in Turchia dove ha posato con la nuova maglia bianconera del Besiktas.

A cura di Filippo Rivani

Video - Brighton&Hove Albion: la favola della nuova Premier League

01:26
0
0