LaPresse

La formazione ideale dei migliori Under 21 europei: c'è anche Donnarumma

La formazione ideale dei migliori Under 21 europei: c'è anche Donnarumma

Il 18/05/2017 alle 11:57

Dal nostro partner Agenti Anonimi

Chi sono i talenti del futuro che sostituiranno i vari Messi, Cristiano Ronaldo e Buffon? Il portale inglese Squawka ha incoronato i migliori giocatori under 21 dell’attuale stagione, stilando un ipotetico XI che farebbe fare i salti di gioia a qualsiasi allenatore e società. Un team fantastico, ottenuto studiando le statistiche e combinando così i migliori giocatori dai 21 anni in giù dei 5 maggiori campionati europei: La Liga, la Premier League, la Bundesliga, la Serie A e la Ligue 1.

Andiamo quindi a scoprirli ruolo per ruolo…

Portiere: Gianluigi Donnarumma

Il portiere rossonero non ha bisogno di presentazioni: il 18enne Donnarumma si è preso di forza la maglia da titolare del Milan e ha tenuto spesso a galla la barca rossonera con parate decisive e spettacolari, mantenendo la rete inviolata per ben 11 volte. Solo il portiere del Tolosa Alban Lafont (classe 1999) può competere un minimo con Gigio, ma il numero 99 rossonero ha dalla sua parte il fatto di dover giocare sempre con grandi pressioni e i riflettori dei media puntati. Sarà lui il nuovo Buffon?

Terzino destro: Benjamin Henrichs

Vi serve un terzino destro capace di mischiare al meglio la fase difensiva con quella offensiva? Citofonate a Leverkusen e chiedete di Henrichs. Il tedesco, classe 1997, è letteralmente esploso in questa stagione e ha stupito per la capacità di difendere costantemente (media di 6 azioni difensive a partita e 100 intercetti totali), pur rimanendo sempre una minaccia in attacco con 18 occasioni create. Qualche squadra italiana, carente nella zona terzini, potrebbe farci un pensierino…

Benjamin Henrichs

Benjamin Henrichs Getty Images

Centrale destro: Niklas Sule

Il gigante dell’Hoffenheim dalla prossima stagione giocherà con la maglia del Bayern Monaco. I bavaresi, infatti, sono sempre attenti ai talenti sfornati dalla Bundesliga e hanno già chiuso per il forte centrale, battendo tutta la concorrenza. Sotto la guida di Julian Nagelsmann, Sule è diventato il perno della difesa dell’Hoffenheim e ha aiutato la sua squadra a conquistare la prima partecipazioni in assoluto alla Champions League. Il 58% di tackle vinti (44/76) parla da solo: il Bayern ancora una volta ci ha visto lungo…

Niklas Süle

Niklas SüleEurosport

Centrale sinistro: Andreas Christensen

Dominante è l’aggettivo giusto per questo gigante danese. Christensen, in prestito dal Chelsea al Monchengladbach, è diventato subito il perno principale della difesa del club tedesco e ha vinto ben 71 duelli aerei sui 107 totali per un fantastico 66%. Antonio Conte e il Chelsea si ritrovano già in casa il difensore del futuro.

Andreas Christensen

Andreas ChristensenImago

Terzino sinistro: Theo Hernandez

Su e giù per la fascia sinistra Theo Hernandez ha attirato su di sé l’attenzione dei grandi club, portando anche l’Alaves in finale di Coppa del Rey contro il Barcellona. Quello che colpisce di Hernandez è la grande capacità negli uno contro uno grazie al 61% di dribbling vinti (63/103). Proprio le sue doti hanno spinto il Real ad offrire una cifra folle ai cugini dell’Atletico, proprietari del cartellino, per consegnarlo al tecnico Zidane. Sarà lui il prossimo Marcelo?

Theo Hernández

Theo HernándezGetty Images

Centrocampista centrale: Dele Alli

Altro giocatore che non ha bisogno di presentazioni: tutti siamo riusciti a conoscere Dele Alli nel corso delle ultimi due stagioni al Tottenham. Quest’anno il centrocampista inglese ha già collezionato 17 goal, un bottino da vero bomber, e ha trascinato gli Spurs al secondo posto in Premier, dietro solo al Chelsea di Conte.

Dele Alli

Dele Alli Getty Images

Centrocampista centrale: Rodri

Forse uno dei centrocampisti meno conosciuti in circolazione, ma questo 20enne ha davanti a sé un futuro sicuramente roseo. Rodrigo Hernández Cascante, meglio conosciuto come Rodri o Rodrigo, sta facendo le fortune del Villarreal come mediano davanti alla difesa grazie ad un mix di fisicità (1,90 m per 78 kg) e buone doti palla al piede. Le statistiche parlano per lui: 90% di passaggi completati (508/565), 67 duelli vinti e 53 azioni difensive… Rodri ricorda molto un giovane Bruno Soriano.

Soriano Messi Rodri Rodrigo Barcellona Villarreal 2017

Soriano Messi Rodri Rodrigo Barcellona Villarreal 2017Getty Images

Ala destra: Ousmane Dembele

Esploso la scorsa stagione con la maglia del Rennes (12 goal in 26 partite) all’esordio in prima squadra, Dembele ha ricevuto subito la chiamata del Borussia Dortmund che l’ha strappato in anticipo ad un possibile asta europea. Anche in Germania l’esterno francese si è confermato una vera e propria forza della natura, vincendo oltre 100 dribbling (103/179 – 58%) e creando più di 50 occasioni da goal. Il futuro di questa giovane stella è più che mai brillante.

Ousmane Dembélé

Ousmane DembéléImago

Ala sinistra: Thomas Lemar

La grande vena offensiva del Monaco è data principalmente dalle doti creative degli esterni e tra questi troviamo proprio la stellina Lemar. In grado di giocare sia a destra, sia a sinistra Lemar ha creato ben 64 occasioni da goal e ha illuminato più volte la coppia d’oro Falcao – Mbappe.

Thomas Lemar of Monaco

Thomas Lemar of MonacoGetty Images

Attaccante: Timo Werner

Nessun giocatori dai 21 anni in giù è stato letale nel proprio campionato come Timo Werner: l’attaccante tedesco è l’unico under 21 ad aver superato la barriera dei 20 goal stagionali. Proprio grazie alle sue reti il Lipsia è riuscito a conquistare il secondo posto e l’accesso in Europa, lottando quasi fino alla fine con il Bayern Monaco per il titolo.

Timo Werner

Timo WernerGetty Images

Attaccante: Kylian Mbappe

Poche presentazioni per il talento del Monaco, già soprannominato il nuovo Henry. Mbappe è sicuramente uno dei tanti segreti della squadra di Jardim che ha conquistato il titolo di campione di Francia e ha raggiunto le semifinali di Champions. Il 18enne francese, infatti, è stato letale sia in Ligue 1 sia in Champions, siglando una rete anche ad un certo Gigi Buffon contro la super difesa della Juventus. Si parla già di 100 milioni di euro per strappare dal Principato uno dei talenti più cristallini degli ultimi anni, ma intanto Mbappe inizia ad alzare già i primi trofei con la maglia del Monaco a soli 18 anni.

La formazione ideale di Squawka:

Il top 11 degli Under 21

Video - Da Dybala a Mbappé, il significato delle esultanze degli assi di Champions

00:48
0
0