LaPresse

Le pagelle di Crotone-Fiorentina 0-1

Le pagelle di Crotone-Fiorentina 0-1

Il 19/03/2017 alle 18:01

Cordaz è il miglior nonostante la sconfitta, insieme a Saponara e Kalinic che decidono il match con assist e gol. Malissimo Astori, impreciso e svogliato.

--- CROTONE ---

Alex CORDAZ 7.5 – Diversi interventi decisivi, sia nel primo che nel secondo tempo. In un match purtroppo perso dai suoi al 90', ha la gloria di essere il migliore in campo per aver salvato più volte i suoi prima di capitolare nel finale.

Aleandro ROSI 6 – Buon primo tempo e tutto sommato una gara non positiva. Dalla sua parte la Fiorentina sfonda all’inizio con Tello, ma poi riesce a controllare.

Federico CECCHERINI 5.5 – Non irresistibile la prova del centrale, che viene sostituito a inizio ripresa forse per qualche problema fisico (dal 60’ Noe DUSSENNE 5.5 – Presente nell’errore generale della difesa in occasione del gol di Kalinic).

Gianmarco FERRARI 5.5 – Regge per tutto il match, che sembra regalare al Crotone un punto. Nel finale però la dormita che apre le porte a Kalinic è pesantemente determinante.

Djamel MESBAH 5.5 – Spinge poco sulla sinistra, le azioni create dal Crotone arrivano centralmente o da calcio piazzato.

Marcus ROHDEN 6 – Discreta prestazione: ha una sola palla buona da calciare verso la porta avversaria, ma in mezzo al campo la sua presenza di nota.

Lorenzo CRISETIG 6.5 – Prova positiva, di volontà e intensità in mezzo al campo. Fa soffrire i diretti avversari, più esperti e blasonati

Andrea BARBERIS 6 – Discreta prova nel primo tempo, si immola per salvare la sua porta su tiro di Kalinic, rimediando una forte pallonata nelle parti basse (82’ Leonardo CAPEZZI s.v.).

Aleksander TONEV 6 – Presente, tocca tanti palloni e si fa spesso trovare al posto giusto. Gara onesta (dal 52’ Marcello TROTTA 5 – Poco incisivo, non si vede mai).

Diego FALCINELLI 5.5 – Tante occasioni sfruttabili a inizio partita: bravo a farsi trovare pronto, meno a concretizzare. Purtroppo, per vincere, serve anche quello.

Adrian STOIAN 5.5 – Pericoloso su punizione, per il resto poca roba.

All. Davide NICOLA 5 – Con oggi il Crotone saluta probabilmente definitivamente la serie A. Gli va dato atto che in questa occasione i suoi sono stati anche parecchio sfortunati, ma se davanti alla porta non la butti mai dentro, fare punti anche contro una Fiorentina fuori fase diventa difficile.

Nikola Kalinic Milan Fiorentina 2017

Nikola Kalinic Milan Fiorentina 2017LaPresse

--- FIORENTINA ---

Ciprian TATARUSANU 6 – Bravo in certe occasioni, fortunato in altre, come nel secondo tempo quando dopo un pasticcio in area di rigore para di tacco e si trova la palla tra le mani.

Carlos SANCHEZ 6 – Controlla bene dietro, sapendo anche a volte impostare la manovra. Sicuro!

Gonzalo RODRIGUEZ 6 – Fa il suo, tenendo bene il controllo della difesa nonostante qualche rischio corso per via dei tentativi di Falcinelli.

Davide ASTORI 5 – Molto incerto e impreciso, sembra svogliato. Appoggi facili errati, fatti con sufficienza. Per uno abituato a mostrare buone doti tecniche, una partita rivedibile.

Federico CHIESA 5.5 – Non vivace come in altre occasioni, è molto cercato dai compagni, che si fidano di lui (dal 67’ Riccardo SAPONARA 7 – Ottimo approccio alla gara: fa spesso la scelta giusta e in dribbling crea vantaggio, Geniale l’assist che porta al gol di Kalinic).

Milan BADELJ 5.5 – Non brilla in mezzo al campo viola, limitandosi al compitino (dal 71’ Maxi OLIVERA 5.5 –Poco incisivo, ha pochi palloni per mettersi in mostra).

Matias VECINO 5.5 – Partita mediocre, senza particolari spunti.

Cristian TELLO 5.5 – Sfiora il gol dopo 3’ di partita, poi non viene più chiamato in causa e si spegne col passare dei minuti.

Josip ILICIC 6.5 – Il palo colpito nel primo tempo lo accende. Qualche ottimo spunto, gara nel complesso positiva (71’ Khouma BABACAR 5.5 – Non si vede molto, nonostante la buona volontà).

BORJA VALERO 5 – Poche iniziative, pochi spunti interessanti per un giocatore che aveva abituato a inventare per sé e i compagni. Forse schierato troppo laterale (dà il suo meglio in mezzo dietro agli attaccanti) non incide.

Nikola KALINIC 7 – Una sentenza! Tocca tanti palloni e sotto porta ne sbaglia diversi, ma la rete (la 2° di fila al 90’) vale 3 punti e la consacrazione ad attaccante di razza.

All. Paulo SOUSA 6 – La sua Fiorentina non gioca male e alla fine vince. I ritmi di gioco della squadra però sono blandi, da squadra con la testa già in vacanza. Sicuro l’addio a fine stagione, deve solo chiudere dignitosamente.

Video - Ecco il momento del sorteggio di Juventus-Barcellona

00:58
0
0