LaPresse

Le pagelle di Lazio-Genoa 3-1

Le pagelle di Lazio-Genoa 3-1

Il 20/11/2016 alle 17:31

Felipe Anderson decisivo, Orban sciagurato. Bene Wallace in difesa, mentre Laxalt e Ocampos sono i migliori tra i rossoblù.

Lazio

Thomas STRAKOSHA 6 - Decisivo nel finale su Ninkovic: un intervento che impedisce al Genoa di sognare la rimonta. Sempre freddo per il resto della gara, anche se non deve compiere parate di rilievo.

Dusan BASTA 6 - Deve fronteggiare i due giocatori più propositivi del Genoa, ovvero Laxalt e Ocampos, ma rimane freddo. Piantato in difesa, attacca molto meno del solito.

WALLACE 6,5 - L'unica incertezza è la mancata chiusura su Ocampos, che lo salta facilmente in occasione del gol. Ma tiene bene Pavoletti e si prende il lusso di andare a segno.

Stefan RADU 6 - Alla presenza numero 200 con la maglia della Lazio, rischia poco o nulla al centro della difesa. Un pallone perso rischia di mettere in difficoltà i compagni, poi il romeno se la cava sempre bene.

Senad LULIC 6 - Interpreta con attenzione estrema la gara dal punto di vista difensivo, anche se ha qualche difficoltà quando deve liberarsi del pallone in zone pericolose.

Marco PAROLO 6 - Si perde Ocampos consentendogli di andare in porta, ma fa comunque sentire la propria presenza. Solo il palo gli nega il primo gol stagionale.

Lucas BIGLIA 6,5 - Appena ne ha la possibilità, verticalizza immediatamente per Immobile e gli altri attaccanti. Freddo nel trasformare imparabilmente il rigore del 2-1 (dall'84' Alessandro MURGIA s.v.)

Sergej MILINKOVIC-SAVIC 5,5 - Meno bene rispetto ad altre occasioni: un paio di preziosismi, ma resta nei ranghi. Vicino al gol nel primo tempo (dal 70' Danilo CATALDI s.v.)

Felipe ANDERSON 7 - Questo è il Felipe Anderson che la Lazio vorrebbe vedere sempre. Magari non è continuo, ma è lui il giocatore decisivo per portare a casa la vittoria: disegna l'1-0, poi costringe Orban a sgambettarlo in area.

Felipe Anderson Lazio Genoa 2016

Ciro IMMOBILE 6 - Non segna, ma si da dà fare per la squadra: battaglia con la difesa avversaria, svaria lungo tutto il fronte offensivo, cerca l'assist per i compagni. Burdisso salva sulla linea un suo tentativo.

Balde KEITA 6,5 - Con le sue iniziative e i suoi tagli mette spesso in apprensione la difesa del Genoa. Non segna, ma ci prova sempre e serve a Immobile un assist d'oro che il compagno non sfrutta (dal 71' PATRIC s.v.)

All. Simone INZAGHI 6,5 - Non è probabilmente la miglior Lazio del campionato, ma a valere sono i 3 punti. Le trame sono a tratti godibili, ma è la qualità dell'attacco a far la differenza.

+++

Genoa

Mattia PERIN 6 - Non vede partire la botta di Felipe Anderson, poi non può nulla su Biglia e Wallace. Battuto tre volte, ma incolpevole.

Armando IZZO 6 - È autore di buoni interventi, ma non è semplice fronteggiare Keita: a inizio ripresa solo aggrappandosi alla speranza riesce a non combinare la frittata.

Nicolas BURDISSO 6 - Stoico, nonostante il ko. Con Immobile sono scintille, e un salvataggio sulla linea dell'argentino impedisce all'avversario di segnare.

Lucas ORBAN 5 - Rovina un primo tempo tutto sommato buono, con in evidenza una grande doppia chiusura su Immobile, con una ripresa sciagurata: prima commette ingenuamente fallo da rigore, poi si fa cacciare.

EDENILSON 5,5 - Va a strappi, attaccando in maniera propositiva ma senza la necessaria concretezza. Il Genoa gioca più dalla parte opposta, sfruttando Laxalt.

Tomas RINCON 5,5 - Grinta lodevole, ma come spesso gli accade in mezzo al campo è troppo falloso. Cerca in tutti i modi l'ammonizione e alla fine la trova.

Miguel VELOSO 5,5 - Inizia male, perdendo qualche pallone in modo quasi svagato e non riuscendo a farlo viaggiare come vorrebbe. Trova Ocampos per l'1-1, poi si fa ammonire: niente Juventus.

Diego LAXALT 6,5 - Una macchina da cross: ne effettua da tutte le posizioni cercando Pavoletti, anche se non sempre riesce a trovare il compagno. Come al solito non si ferma mai.

Luca RIGONI 5 - Giocatore "tattico", che ha unicamente la funzione di andare a pressare i centrocampisti avversari. Ma non incide, e Juric lo toglie all'intervallo (dal 46' Nikola NINKOVIC 5,5 - Non riesce a portare quella qualità che Juric gli chiede. Se non altro va vicino al gol del 2-3, venendo stoppato da Strakosha)

Leonardo PAVOLETTI 5,5 - Quello con Wallace è una specie di duello personale: il centravanti genoano lo vince poche volte, andando vicino al gol in una sola occasione. Esce per infortunio (dal 61' Giovanni SIMEONE 5,5 - Poco da segnalare per l'argentino, in campo quando la Lazio sta dilagando. In mezz'ora combina poco)

Lucas OCAMPOS 6,5 - Segna il suo secondo gol in due partite, coronando una partita di volontà e qualità. Nel finale si eclissa, come tutto il Genoa, ma resta uno dei migliori (dall'80' Goran PANDEV s.v.)

All. Ivan JURIC 5,5 - Il Genoa resta in partita solo nella parte finale del primo tempo e all'inizio del secondo. Troppo poco, anche se a far la differenza è la follia di Orban.

VIDEO: Gerrard pensa al ritiro: i 10 momenti chiave della sua carriera

Video - Gerrard pensa al ritiro: i 10 momenti chiave della sua carriera

01:03
0
0