LaPresse

Le pagelle di Napoli-Lazio 1-1

Le pagelle di Napoli-Lazio 1-1

Il 05/11/2016 alle 23:22

Hamsik non basta agli azzurri, dove Diawara si comporta bene e Callejon delude. Nei biancocelesti, Basta rimedia bene a un primo tempo di enormi difficoltà.

Napoli

Pepe REINA 5 - Ancora una papera, ancora un gol regalato agli avversari. Iniziano ad essere troppi, specialmente in rapporto ai tiri effettuati verso la sua porta. L'errore su Keita condiziona l'intera partita del Napoli.

Elseid HYSAJ 5,5 - Più di qualcuno gli appoggi sbagliati verso i compagni e parecchie anche le difficoltà con Immobile. Sfiora il gol da fuori area, ma Marchetti gli dice di no.

Vlad CHIRICHES 6 - Anche lui un po' in difficoltà quando Immobile si sposta dalla sua parte, ma non commette errori. Lascia però a Keita un po' troppo spazio per calciare.

Kalidou KOULIBALY 6,5 - Fondamentale con alcuni ottimi interventi in scivolata e sempre presente al centro della difesa. Un esempio? La chiusura del 92' su Djordjevic, nell'ultima azione del match.

Faouzi GHOULAM 6 - Corre senza sosta, facendosi trovare quasi più nella metà campo laziale che nella propria. Sostegno continuo all'azione del Napoli, colpisce pure la traversa direttamente dalla bandierina.

Piotr ZIELINSKI 6 - Poco brillante per gran parte della gara, ma trova comunque il modo di rendersi pericoloso: non trova però né l'assist né il gol. Cresce nel secondo tempo dopo un primo sottotono.

Amadou DIAWARA 6,5 - Buona presenza in mezzo al campo, specialmente in fase di rottura del gioco. Gli spazi non ci sono, ma l'ex bolognese trova comunque alcuni varchi interessanti.

Marek HAMSIK 7 - Quando ha la palla lui, la Lazio deve aspettarsi un pericolo. In formissima, replica il gol di Istanbul, calcia verso Marchetti e lancia continuamente negli spazi: purtroppo per lui, i compagni non scartano i suoi regali (dall'87' ALLAN s.v.)

Marek Hamsik - Napoli 2016

José Maria CALLEJON 5,5 - Se a Istanbul si era mangiato l'impossibile, stasera non ha nemmeno l'occasione per calciare. Pochi i guizzi, poche le possibilità di farei vedere: oltre a uno stupendo assist di tacco per Insigne combina poco (dall'81' Omar EL KADDOURI s.v.)

Dries MERTENS 6 - Non è un "nove" vero e si nota: fa tutto bene fino al momento della conclusione, scambiando con i compagni ma perdendosi negli ultimi 16 metri. Spaventa comunque più volte Marchetti.

Lorenzo INSIGNE 5,5 - Si dà da fare come sempre, andando però spesso a imbucarsi dove non ci sono spazi. E dunque perdendo tanti palloni. Poco preciso alla conclusione (dal 67' Manolo GABBIADINI 5,5 - Appena ha il pallone guarda verso la porta, ma nell'unica occasione vera che si ritrova tra i piedi, appoggia il pallone direttamente tra le braccia di Marchetti)

All. Maurizio SARRI 6 - Inutile girarci attorno: recrimina per due punti persi a causa di un errore del portiere. Maledice l'assenza prolungata di Milik: la sorpresa Mertens falso nove è già svanita.

+++

Lazio

Federico MARCHETTI 7 - Nessun intervento impossibile, ma tanti interventi difficili. Tutti portati a termine con successo. Un muro che soltanto Hamsik riesce a scalfire.

Dusan BASTA 6 - Per un tempo è il più in difficoltà dei tre centrali difensivi di Inzaghi: fatica a capire che posizione deve prendere per tenere a bada i vari Insigne, Ghoulam e Hamsik. Decisamente meglio nella ripresa, quando dà vita a ottime chiusure.

WALLACE 6,5 - Conferma le buone sensazioni lasciate negli ultimi tempi: chiusure e anticipi sono spesso precisi e puntuali. Nonostante la verve del piccolo e rapidissimo Mertens.

Stefan RADU 5,5 - Rischia tantissimo su Mertens lanciato a rete, poi si prende effettivamente l'ammonizione a inizio ripresa. Continua una serata così così liberando Gabbiadini davanti a Marchetti, prima di recuperare. Insomma, che brividi.

Felipe ANDERSON 5,5 - Fa l'esterno del 3-5-2, ma in fase di ripiegamento pecca un po' non tornando su Insigne. Limitato in fase di spinta, dove crea poco.

Marco PAROLO 6,5 - Si spende per regalare equilibrio al centrocampo della Lazio, perdendosi però Hamsik alle spalle nell'azione dell'1-0. Prezioso, in ogni caso, anche nel palleggio.

Lucas BIGLIA 5,5 - Al rientro dal primo minuto dopo un mese e mezzo, deve pensare più a distruggere che a costruire. Non ha il modo di mettere in moto il proprio destro delicato.

Sergej MILINKOVIC-SAVIC 6,5 - Inzaghi gli chiede una maggiore presenza offensiva, ma intanto il lavoro difensivo è di tutto rispetto: con corsa e fisico si fa sentire eccome con i suoi recuperi.

Senad LULIC 6 - Con un assist da trequartista libera Immobile davanti al portiere a inizio ripresa. Svolge un lavoro oscuro, fatto di corsa e sostanza, ma tecnicamente non è sempre impeccabile (dal 78' PATRIC s.v.)

Ciro IMMOBILE 6 - Vorrebbe tanto segnare nella "sua" Napoli, ma pecca di cattiveria al momento della conclusione. Quando parte da sinistra, comunque, è difficilmente arginabile (dall'87' Cristiano LOMBARDI s.v.)

2016, Keita Balde, Marek Hamsik, Napoli-Lazio, LaPresse

Balde KEITA 6,5 - Favorito in occasione del gol dalla papera di Reina, che lo aiuta a rimediare così a una prestazione non brillantissima: pochi spazi e poche possibilità di andare al tiro (dall'83' Filip DJORDJEVIC s.v.)

All. Simone INZAGHI 6,5 - La sua Lazio non è bellissima da vedere, ma molto organizzata tatticamente. Se la cava nonostante una difesa raffazzonata e priva del pilastro de Vrij.

VIDEO: Gigio Donnarumma, un anno dopo: sempre più decisivo

Video - Gigio Donnarumma, un anno dopo: sempre più decisivo

01:07
0
0