LaPresse

Sarri: “Abbiamo grandi sogni e siamo una squadra in crescita”

Sarri: “Abbiamo grandi sogni e siamo una squadra in crescita”
Di Eurosport

Il 14/01/2017 alle 14:38Aggiornato Il 14/01/2017 alle 14:44

Il tecnico del Napoli parla alla vigilia della partita con il Pescara, spaziando dal rientro di Milik, all’abbondanza nel reparto offensivo, ai progetti per il futuro, in cui intravede una squadra giovane e con grande potenziale di crescita.

"Il match di andata ci ha insegnato che domani ci vorranno umiltà e determinazione per vincere". Così Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, nel corso della conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Pescara al San Paolo. "Dobbiamo evitare i black out che a volte ci hanno penalizzato. Bastano pochi minuti per mettere a repentaglio dei risultati, il nostro margine di crescita è proprio sotto questo punto di vista", ha spiegato ancora il tecnico azzurro.

Il ritorno di Milik e l’abbondanza in attacco

In settimana si è riaggregato al gruppo Milik, un rientro importante. "Milik dopo l'operazione è stato esemplare: ha lavorato da grande professionista", ha detto Sarri. Con il rientro del bomber polacco, con Pavoletti e Gabbiadini ancora in rosa, c'è grande abbondanza in attacco. "Pavoletti ha fatto tre allenamenti, viene da un periodo lungo di assenza ma ha da fare qualche altro allenamento. È pronto per qualche spezzone, ma non per i 90 minuti", ha spiegato.

Sogni e obiettivi per il futuro del Napoli

Un Napoli sempre più giovane e proiettato verso un futuro roseo. "Sicuramente siamo una squadra che potrebbe avere un ciclo di buon livello, poi quale sia questo livello dipende dalla crescita dei più giovani e dal declino dei più vecchi. Dobbiamo preparare le partite una per volta: senza pensare né guardare oltre", ha detto ancora il tecnico toscano. Sugli obiettivi e i sogni della tifoseria, Sarri ha concluso: "Numericamente ora siamo la quinta forza del campionato ma non è detto che vogliamo arrivare quinti, siamo la cenerentola in Champions ma non vuol dire che vogliamo andare fuori. Gli stessi sogni dei tifosi ce li abbiamo anche noi, ma bisogna fare poi i conti con la realtà e l'importante è dare sempre tutto".

Il mercato prosegue?

"Un altro regalo dal mercato? Babbo Natale è passato, la Befana pure. Non mi aspetto più un c.... da nessuno", ha concluso Sarri, con un pizzico della sua proverbiale ironia toscana.

Video - Sarri: "Mertens? Non ho mai pianto. A Insigne ho detto di non rompere"

01:12
0
0