AFP

Shevchenko: "Montella è eccezionale, ma forse tornerò per allenare il Milan..."

Shevchenko: "Montella è eccezionale, ma forse tornerò per allenare il Milan..."

Il 16/02/2017 alle 10:23

Dal nostro partner Agenti Anonimi

Andriy Shevchenko è stato uni dei più grandi attaccanti degli ultimi trent’anni, ed è uno dei campioni più amato dai tifosi del Milan. Non a caso, è il secondo marcatore di sempre nella storia del club, dietro a Gunnar Nordhal. Nei 7 anni in rossonero, il Bambi di Kiev ha vinto praticamente tutto, anche un Pallone d’Oro (2004). Nonostante i tifosi milanisti non abbiano ben digerito il suo passaggio al Chelsea, l’amore per l’attaccante ucraino non è mai stato rinnegato. Ora, Sheva ha iniziato la carriera da allenatore, alla guida della sua Nazionale e, come vice, si è portato dietro Mauro Tassotti. Intervistato da Il Corriere dello Sport, Shevchenko ha rilasciato interessanti dichiarazioni sul Milan e sul suo futuro personale.

Sul momento della squadra rossonera: “Gli ultimi risultati non sono stati un granché, a eccezione della vittoria in 9 contro 11 a Bologna, ma non è il caso di fare processi perché nell’arco di una stagione un momento di flessione ci sta. Il Milan era andato fortissimo nella prima parte della stagione e un calo era inevitabile. Quello di lunedì è stato un punto importante più per la testa che per la classifica perché dà continuità all’esaltante vittoria di Bologna e permettere di non perdere contatto con la zona Europa. Quando hai tanti assenti e sei in un momento di forma non brillante certi pareggi valgono come vittorie". Un suo giudizio sull’attuale allenatore del Milan, Vincenzo Montella: “Vincenzo è stato un grande centravanti e ora un grande allenatore nonché un grande uomo. Secondo me, sta facendo qualcosa di eccezionale perché ha costruito un gruppo unito e gli ha dato un bel gioco. Con lui il Milan è tornato su ottimi livelli anche se gli manca ancora qualcosa per vincere".

Quel qualcosa, potrebbe arrivare dopo il closing, con i nuovi proprietari cinesi che potrebbero investire sul mercato per acquistare dei campioni: “Difficile dirlo da fuori. Di certo a breve qualcosa succederà, ma Berlusconi rimarrà comunque il più grande presidente della storia del Milan". Da centravanti centravanti. Un commento sull’attuale momento di Carlos Bacca, tanto criticato dai tifosi: “Durante una stagione i centravanti hanno alti e bassi. Non esiste un attaccante che segna sempre, anche perché il suo rendimento dipende spesso dal gioco che la squadra esprime. Bacca forse si trovava meglio nel Milan che ad inizio stagione era più votato al contropiede, ma il suo valore non è in discussione: vedrete che chiuderà bene il campionato".

Se sente ancora qualcuno dei suoi ex-compagni: “Sono in contatto con molti di loro e con Carlo (Ancelotti, ndr) che rimane un grande allenatore, un punto di riferimento per chi fa questo lavoro. Vincerà pure con il Bayern Monaco anche se qualcuno lo critica. “ Sulla Champions League che, adesso, è entrata nel vivo: “Ci sono 6-7 club che hanno chances di riuscirci, compresa la Juventus che rispetto allo scorso anno è cresciuta sia come qualità sia come profondità della rosa. Quando hai alternative di spessore puoi utilizzare il turnover con meno preoccupazioni e tenere il livello delle prestazioni alto".

Su quale squadra esprima il miglior gioco nel nostro campionato: “Il Napoli. La filosofia di gioco di Sarri mi piace davvero molto perché la sua formazione cerca sempre di tenere il pallone, di giocarlo in modo veloce e pericoloso, mentre in fase di non possesso va ‘alta’ ad attaccare gli avversari.” Sull’attuale situazione della Nazionale Ucraina: “Abbiamo 8 punti dopo 4 partite e siamo secondi nel nostro girone dietro la Croazia che andremo a sfidare a casa loro a marzo. Vogliamo far bene.” Sulla possibilità di tornare al Milan, in futuro, da allenatore: “Adesso sono concentrato solo sull’Ucraina, in futuro vedremo. Di certo il Milan resterà sempre nel mio cuore".

Video - Da Pato a Oscar, passando per Draxler e Payet: i 10 acquisti più cari del calciomercato invernale

01:47

0
0