Getty Images

Dybala stratosferico: la Juventus batte 1-3 il Sassuolo

Dybala stratosferico: la Juventus batte 1-3 il Sassuolo

Il 17/09/2017 alle 14:21Aggiornato Il 17/09/2017 alle 15:31

La Joya segna una tripletta memorabile al Mapei Stadium e lancia i bianconeri in vetta insieme all'Inter: per i neroverdi inutile il gol di Politano.

Era dalla stagione 1959-60 che la Juventus non segnava almeno 13 gol nelle prime 4 giornate di campionato. È un segnale chiaro di quello che i bianconeri hanno saputo costruire negli anni a livello di potenziale offensivo: questo risultato arriva anche senza Bernardeschi e Douglas Costa, i gioielli del mercato relegati al ruolo di panchinari anche al Mapei Stadium. Il merito è di un giocatore incredibile per la Serie A: Paulo Dybala, con 8 reti in campionato e 10 stagionali, sta prendendo per mano la Vecchia Signora con un rendimento realizzativo che si avvicina già a quello di tutta la passata stagione. E siamo solo alla quarta giornata. La tripletta della Joya è qualcosa di impressionante e il Sassuolo, in gol con Politano, non può che arrendersi. Allegri, però, dovrà lavorare su un altro fattore: se l'attacco brilla, la difesa continua a concedere troppo.

La cronaca della partita

La Juventus gioca un buon primo tempo: in avvio Cuadrado appoggia a Pjanic che scalda i guantoni a Consigli. Su cross di Alex Sandro tocca poi a Higuain impegnare il portiere neroverde con un tiro al volo. Sensi da fuori area fa respirare il Sassuolo in contropiede, ma al 16' i bianconeri passano: Chiellini la passa a Mandzukic che dalla sinistra pesca Dybala; da fuori area la Joya dipinge un capolavoro con il mancino. Il Sassuolo risponde con Falcinelli che viene fermato per un fuorigioco che non c'è: Buffon aveva comunque parato.

Nella ripresa, al 49' Dybala riceve da Cuadrado e mette la palla in buca di punta con un gol da calcio a 5. I neroverdi riaprono subito la sfida: Adjapong supera Lichtsteiner e mette in mezzo, Politano sfrutta il tap-in a porta vuota. Al 63' la Joya si procura una punizione e la trasforma per la tripletta e l'1-3 finale. Matuidi non inquadra la porta, Cuadrado conclude a colpo sicuro, ma Adjapong evita un passivo peggiore.

La statistica chiave

6 - Dybala in A è in serie positiva da 6 partite, 8 i gol già segnati in questo campionato, 10 in stagione. Alla 100esima presenza la Joya festeggia le reti numero 50, 51 e 52 in bianconero.

Il tweet da non perdere

Il migliore in campo

Paulo Dybala: segna in tutti i modi e i suoi numeri sono impressionanti. Per la Juventus è diventato indispensabile: tripletta da antologia per il numero 10.

Il peggiore in campo

Luca Mazzitelli: Matuidi e Pjanic lo sovrastano. Bocciato anche da Bucchi a inizio ripresa.

La dichiarazione

Paulo Dybala: "Sono molto contento. Con Pinsoglio ci eravamo parlati all'intervallo e ho mantenuto la promessa. Messi ha fatto cose incredibili nel gioco del calcio, io voglio essere me stesso senza paragoni".

Il tabellino

Sassuolo (3-5-2): Consigli; Letschert, Cannavaro, Acerbi; Lirola, Sensi, Magnanelli (78’ Matri), Mazzitelli (58’ Duncan), Adjapong; Falcinelli, Politano (64’ Ragusa). All. Bucchi

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner (72’ Barzagli), Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Dybala (84’ Bernardeschi), Mandzukic; Higuain (78’ Douglas Costa). All. Allegri

Arbitro: Davide Massa della Sezione di Imperia (Var: Maresca)

Gol: 16', 49' e 63' Dybala (J), 51' Politano (S)

Note: ammoniti Alex Sandro, Adjapong, Bernardeschi

Video - Buffon: "L'unico che meritava la 10 era Paulo Dybala"

01:56
0
0