Getty Images

Edicola: L'Inter sogna Pastore, patto fra senatori e Montella per risollevare il Milan

Edicola: L'Inter sogna Pastore, patto fra senatori e Montella per risollevare il Milan

Il 07/11/2017 alle 08:07Aggiornato Il 07/11/2017 alle 08:24

Secondo il Corriere dello Sport, il brasiliano Ramires non sarà l'unico rinforzo per gennaio dell'Inter che ha intenzione di fare il possibile per far decollare lo scambio fra Pastore e Joao Mario. Secondo il Tutto Sport, Montella e i senatori del gruppo avrebbero stretto un patto all'interno degli spogliatoi per risollevare le sorti del club rossonero.

Inter: Pastore e Ramires a gennaio

Il Corriere dello Sport è convinto che l’Inter a gennaio farà due innesti a mercato. Se l’arrivo del brasiliano Ramires, in prestito dallo Jiangsu Suning appare scontato, l’altro obiettivo dei nerazzurri è Javier Pastore trequartista del PSG che, secondo il quotidiano romano, può sbarcare a Milano in uno scambio con Joao Mario.

  • La nostra opinione: L’interesse per Pastore è ormai arcinoto e l’Inter un tentativo per provare a far decollare questo affare lo farà di certo. El Flaco, in questo scorcio di stagione, è partito titolare solamente tre volte in campionato e sempre dalla panchina in Champions: un chiaro segnale di come lo spazio sia veramente esiguo per lui. Pupillo di Sabatini, il direttore sportivo che lo portò a Palermo e ne capì subito le potenzialità, l’argentino sarebbe il trequartista ideale per il 4-2-3-1 interista, darebbe imprevidibilità alla manovra e potrebbe garantire alla causa nerazzurra un buon numero di gol e di assist. Non ci sarebbero insomma controindicazioni in questo affare a patto che il PSG abbia davvero questo desiderio di investire forte su Joao Mario, un centrocampista offensivo certamente duttile ma che nella sua parentesi all’Inter non si è mai espresso sui livelli mostrati con la sua Nazionale nel trionfale Europeo del 2016.

Patto fra i senatori e Montella per risollevare il Milan

Secondo il Tutto Sport, Montella e i veterani dello spogliatoio avrebbero stretto un patto per risollevare le sorti del Diavolo dopo il brutto inizio di stagione. Non è un caso che nell’11 di partenza contro il Sassuolo, Montella abbia scelto 6 giocatori in rosa anche lo scorso anno e solo 5 giocatori arrivati in estate: Bonucci, Kessie, Cahlanoglu, Borini e Kalinic. E con il rientro di Bonaventura dalla sosta, la differenza potrebbe essere ancora più marcato…

  • La nostra opinione. Che la faraonica campagna acquisti impostata dal Milan finora non abbia fatto decollare i rossoneri quanto ci aspettava è un dato di fatto, da qui però a immaginarsi una bocciatura su tutta la linea del tecnico rossonero ce ne passa. Montolivo ad esempio ha ritrovato una maglia da titolare a causa dell’infortunio muscolare di Biglia mentre la panchina di Ricardo Rodriguez è dovuta a ragioni di stanchezza più che tecniche, visto che lo svizzero le aveva giocate tutte prima della trasferta di Reggio Emilia. Mercato o non mercato, quel che è certo è che il Milan debba trovare un 11 tipo sul quale puntare: perché è solo con la continuità che si costruiscono le grandi squadre.

Il Chelsea si separa dal dt Emenalo: Conte ora è più forte?

Sulla stampa britannica hanno avuto molto eco le dimissioni di Michael Emenalo, direttore tecnico e fido braccio destro dell’ad dei Blues Marina Granovskaia dal 2011. Secondo il Guardian e il The Telegraph alla base di questo divorzio ci sarebbero anche delle frizioni con Antonio Conte, insoddisfatto della campagna acquisti attuata dal club in questi anni. Chissà se d’ora in avanti il futuro del tecnico italiano sarà più solido sulla panchina dei Blues…

  • La nostra opinione. Non pensiamo che questa interruzione possa cambiare troppe cose nelle dinamiche societarie del club londinese. L’avventura di Conte nel Chelsea si prolungherà se il tecnico continuerà ad ottenere buoni risultati in Premier League e in Champions League, altrimenti Abramovich caccerà l’allenatore salentino come ha già fatto con altri top manager che gli avevano regalato una Premier League (Ancelotti e Mourinho gli ultimi due nomi).

Video - Montella: “Dopo questa vittoria, mi vedo più snello e con gli occhi azzurri…”

01:12
0
0