LaPresse

Edicola: la Juventus chiude per Keita e Spinazzola, Milan vicino a Kalinic ma Aubameyang...

Edicola: la Juventus chiude per Keita e Spinazzola, Milan vicino a Kalinic ma Aubameyang...

Il 13/08/2017 alle 08:31Aggiornato Il 13/08/2017 alle 08:38

Giorni intensi per la Juventus, non solo per il primo trofeo della stagione nella sfida di Supercoppa contro la Lazio: stanno per arrivare i sì di Keita e Spinazzola con il primo che non è nemmeno convocato per la sfida dell'Olimpico, mentre il secondo non si è presentato all'ultimo allenamento dell'Atalanta. Dopo Ferragosto arriverà Kalinic al Milan, con i rossoneri pronti a cedere Niang.

Juventus pronta ad abbracciare Keita e Spinazzola

L’attaccante senegalese è vicinissimo alla Juventus, a confermalo è proprio la Lazio (e Simone Inzaghi) che non lo hanno convocato per il match di Supercoppa. Una scelta che fa discutere, ma coerente rispetto ai rumor degli ultimi giorni che vedevano il giocatore, appunto, vicinissimo al trasferimento a Torino. Da sempre Keita ha manifestato l’interesse di approdare in bianconero, nonostante le offerte allettanti di Milan, Napoli e Inter. Anche Spinazzola è vicinissimo alla Juventus, con il laterale dell’Atalanta che non si è presentato all’ultimo allenamento dei nerazzurri dopo il rientro da Valencia.

  • Secondo noi: Non c’è il centrocampista top player, ma la Juventus prova comunque a completare la rosa con il duo Keita-Spinazzola, giocatori che diventerebbero delle ottime riserve. Di questo, comunque, stiamo parlando… Spinazzola sarebbe la riserva di Alex Sandro, Keita quella di Higuain, a meno che il senegalese riesca a rubare il posto ad uno tra Mandzukić, Dybala e Douglas Costa/Bernardeschi.

Video - Bonucci, da Allegri a Cardiff: le tappe della crisi con la Juventus

01:02

Milan, Kalinić arriva dopo Ferragosto

Secondo la Gazzetta dello Sport, è ormai conclusa - positivamente - la trattativa tra Milan e Fiorentina per il passaggio in rossonero di Kalinić. L’imminente arrivo di Simeone, infatti, darebbe semaforo verde ai dirigenti del club per completare l’operazione. Il Milan dovrebbe anche riuscire ad abbassare la richiesta di 30 milioni da parte di Corvino, aggiungendo una contropartita tecnica a scelta tra Paletta ed Antonelli. Occhio però al messaggio sibillino di Aubameyang: “Io vorrei ma loro stanno dormendo…”

  • Secondo noi: Alla fine, la soluzione Kalinić, era quella più ovvia, semplice e coerente. Montella ha sempre stimato l’attaccante croato, che può sicuramente far caso al suo gioco. Del resto, Aubameyang, tutt’ora, ci sembra un’operazione impossibile.

Torino, Mihajlović non molla Niang

Secondo Tuttosport, il Torino continua a lavorare sottotraccia per portare Niang in granata. I preliminari di Europa League hanno, tra i tanti verdetti forniti, segnalato l’incompatibilità del senegalese con l’ambiente rossonero, con Mihajlović pronto a riabbracciarlo dopo aver lavorato con lui proprio ai tempi del Milan. Occhio però alla controfferta di Mirabelli che, tra l’altro, era allo stadio Grande Torino per vedere i granata all’opera contro il Trapani in Coppa: i rossoneri sono ben disposti a cedere Niang (+ Paletta), per arrivare a Belotti.

  • Secondo noi: Il Torino ha proprio bisogno di Niang? L’altra sera, ok, c’era il Trapani, ma Ljajić e Iago Falqué hanno dimostrato di saper fare il loro lavoro sugli esterni, al fianco di Belotti. Occhio a non perdere Belotti così...

Video - Paulo Dybala, il nuovo 10 erede di una dinastia di fenomeni

00:56
0
0