Eurosport

Edicola: Mirabelli punta Belotti, il Torino s'infuria e Fassone si scusa

Edicola: Mirabelli punta Belotti, il Torino s'infuria e Fassone si scusa

Il 13/10/2017 alle 07:49

Il direttore sportivo del Milan è tornato a parlare del centravanti granata, provocando la rabbia del presidente Urbano Cairo: il direttore generale, però, in serata fa rientrare il caso chiedendo scusa alla dirigenza torinista.

Belotti, nuovo caso tra Milan e Torino

Nella giornata di giovedì, il ds Massimiliano Mirabelli è tornato a parlare del centravanti granata. Parole piuttosto esplicite: “E’ risaputo, abbiamo cercato di portarlo a Milano, è stata una cosa abbastanza difficile per diversi motivi, ma è un giocatore forte ed è un tifoso milanista e chi lo sa, magari un giorno potrà indossare la maglia che sogna da bambino”. Ne è nato un caso che ha suscitato l’irritazione del presidente granata Urbano Cairo e, secondo quanto riporta Tuttosport, ha costretto Marco Fassone a chiedere scuse in serata.

  • La nostra opinione: che Belotti piacesse e continui a piacere al Milan si sapeva e non era affatto necessario questo piccolo caso di mercato. Semmai, questo andirivieni di dichiarazioni sembra la fotografia di una dirigenza ancora alle prese con il giusto equilibrio dopo un’estate molto turbolenta. A questo Milan serve un pizzico di stabilità in più. Non soltanto in campo, ma anche nella gestione mediatica.

Mazzarri verso il ritorno?

Stando all’edizione odierna del Corriere dello Sport, Walter Mazzarri è stato sondato da parecchie squadre che attualmente stanno valutando altre ipotesi tecniche oltre ai rispettivi allenatori. Parliamo di Everton e West Ham in Inghilterra, ma anche di Bayer Leverkusen in Germania. WM viene visto come l’opzione sicura.

  • La nostra opinione: difficile capire quanto possa esserci di vero dietro a queste voci, potrebbe trattarsi soltanto di semplici sondaggi esplorativi tipici di ogni momento del calcio internazionale. Ma, dopo aver visto il Crystal Palace rimpiazzare Frank de Boer con Roy Hodgson, non dobbiamo più stupirci di nulla. Anche all’estero le idee latitano.

Wenger apre alle cessioni di Sanchez e Ozil

Stando alle prime pagine di parecchi quotidiani inglesi, Arsene Wenger starebbe aprendo alla possibilità di cedere già a gennaio due pezzi importanti della propria squadra: Alexis Sanchez e Mesut Ozil. Un’ammissione pubblica di debolezza per l’Arsenal, assente dopo quasi un ventennio dalla Champions League. I due sembravano in uscita già in estate, ma poi non se ne fece nulla. La situazione cambierà fra qualche mese?

  • La nostra opinione: per quanto la si possa pensare in modo pessimistico, è difficile pensare che i Gunners possano privarsi di entrambi i giocatori, per giunta già a gennaio. Molto più facile che a partire sia soltanto uno dei due. Nello specifico Sanchez, pronto a riallacciare immediatamente i fili che lo collegano al Manchester City di Pep Guardiola. Del resto, già ad agosto la trattativa saltò più per contrattempi tecnici che altro.

Video - Andrea Pirlo: le giocate che ci hanno fatto innamorare del "maestro"

01:18
0
0